Welcome Everybody! Siamo all’O2 arena di Londra in Inghilterra. Più incasinati della situazione Play out in serie B siamo pronti per una quest’ultima tappa prima di WWE Money in the Bank 2019! #StayAttila

Veniamo accolti dai nostri amici del commento; ossia Tom Philipps coadiuvato da Barox Saxton e Corey Graves.

Si comincia subito con l’arrivo sul ring del beniamino di tutti noi, Roman Reigns. Roman ci parla di quello che è successo la sera prima a Raw e ringrazia Miz di aver accettato il suo invito. Infatti l’A-Lister fa il suo ingresso in scena. Miz comincia subito andando a richiamare i Simple Plan (che ugola!) e continuando dichiarandosi impaziente per l’arrivo di questa domenica. No, non sta aspettando l’ultima puntata di Games of Thro…ah! L’ha già fatta Paolo questa battuta ieri mi avvisano (maledetto!).

In ogni caso Miz non vede l’ora di mettere le sue mani sul corpo di Shane questa domenica nel loro Steel cage match. Ma manco il tempo di dirlo che nell’arena risuona la musica di Shane McMahon, arriva sullo stage accompagnato da Elias. Shane per prima cosa bandisce Miz dall’arena per questa notte. Così giusto perché gli va. Elias afferma invece che proverà perché Vince lo abbia scelto come elemento del MitB ladder match. Arrivano anche i nuovi campioni di coppia, quelli ecologisti.

Tutti e quattro attaccano Roman e Miz, ovviamente la superiorità numerica si fa sentire e come. Per questo a salvare capra e cavoli arrivano gli Usos, che probabilmente hanno un conto aperto con i Tag champions. Alla fine, nonostante un Rowan in gran spolvero, i buoni riescono ad avere la meglio e liberarsi dei nemici. Ma più tardi avremo un 4 on 3 Handicap match tra Shane, Elias, Rowan e Bryan contro Reigns e gli Usos e se Miz interviene nel match il suo match a WWE Money in the Bank verrà cancellato.

Cambio di scena sul ring arrivo quella faccia da “No Sense” di Randy Orton. Orton al centro del ring con una scala come compagnia ci tiene a dirci una cosa. Che il suo piano è molto semplice, domenica vuole salire sulla scala e prendersi per la seconda volta nella sua carriera la valigetta, per poi incassarla con un RKO outtanowhere. Arrivano poi Andrade insieme a Zelina Vega.

La Vega ci dice che non è qui per fare spoiler su Game of  Thrones o Avengers: Endgame, infatti dire che Andrade vincerà la valigetta domenica, in fondo, lo sappiamo già. Perché, continua Zelina, che Andrade non è altro che l’Endgame! Dopo queste perle di richiamo a due pietre miliari del nostro nerdismo, siamo pronti al primo match di giornata.

1) Fatal Four Way match: Finn Balor vs Randy Orton vs Alì vs Andrade w/Zelina Vega 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Il match parte forte durante la pubblicità. Infatti sugli schermi vediamo quasi direttamente Alì che colpisce con un suicide dive Finn Balor.  Subito dopo sono Andrade (con un pantalone brutto come le nuove maglie di quella squadra di Torino non granata) e Alì ha rubare la scena, con Balor e Randy Orton che ogni tanto provano a dire la loro.

Il match è davvero molto bello e pieno di azione, Andrade si fa speso distrarre dalla valigetta sospesa sulle loro teste. La vuole fortemente quella 24 ore ci fa caprire il latino. Per questo l’adepto di Zelina va a prendere una scala per familiarizzarci in vista di domenica. Anche se poi l’idea di prendere l’attrezzo giusto per domenica, non sembra sorridergli molto questa sera.

Il match sembra prendere una piega a favore di Orton, che dal nulla spunta con un RKO su Alì, ma è fuoco di paglia. Più che altro da segnalare un Volo da oltre la terza corda di Balor su Alì e Orton. Ma Andrade, non interessato dall’azione bellica di Finn, prima lo lancia sui gradoni d’acciaio e poi lo riporta sul ring per la sua hammerlock DDT, 1-2-3! Finisce così un bellissimo match di quasi 15 minuti.

Winner: Andrade

Andrade quindi vuole salire sulla cima della scala per posare insieme alla valigetta. Ma arriva dal nulla Ricochet che sale sulla scala con una velocità che farebbe impallidire pure Shelton Benjamin e si frega l’oggetto desiderato portandoselo con se.

Andiamo nello spogliatoio dove vediamo Kofi Kingston che ammira la sua cintura da WWE Champion quando viene raggiunto da Xavier Woods. Kofi chiede a Woods di stare fuori dai suoi affari questa sera durante il suo faccia a faccia con Kevin Owens.

Torniamo sul ring dove Charlotte Flair fa il suo solito regale ingresso. Questa domenica ci sarà la fine dice Charlotte. La fine della sua rivalità con Becky Lynch. In pratica Charlotte è salita sul ring solo per mostrarci un video che ripercorre la loro rivalità. Ahhh annamo bene, proprio bene. Vediamo poi Lacey Evans dal camerino, che ricorda molto Baby K. La Evans con una voce più meccanizzata di quelle pre-registrata nelle stazioni di Trenitalia ci tiene a farci sapere che i suoi piani per domenica sono quelli di battere Becky in modo che nessuno la chiamerà più Becky 2 belts.

Prima del prossimo match vediamo un video promo di Aleister Black che invita i suoi avversari a non entrare nella sua testa, potrebbero trovare cose che fanno molta paura in essa. Si ma oramai sta scocciando anche lui con sti promo se non iniziano a farlo combattere un po’.

2) 4 on 3 Handicap match: Shane McMahon, Elias, Daniel Bryan & Rowan vs Roman Reigns & The Usos 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Il match viene cominciato forse dai due migliori wrestler a livello tecnico delle rispettive fazioni, ossia Jimmy Uso e Daniel Bryan. Ma dopo poco i fratelli Uso riescono a prendere il sopravvento sul paladino del pianete, anche grazie a scambi rapidi tra loro. Match che continua per lunghi tratti con scambi rapidi tra i sette protagonisti. Qualche acuto di livello, da solisti più che in collaborazione, impreziosisce un match di per sé molto gradevole onestamente.

Il pubblico di sua maestà si mostra molto benvenevolo nei confronti di Elias, per tutta la durata del match. Dopo un periodo di sofferenza per i fratelli Uso arriva finalmente il momento del Big Dog. Il beniamino di tutti noi trova sul ring Daniel Bryan, ma fa fuori un po’ tutti i suoi avversari. Dopo pochi minuti Roman è pronto per il suo Superman Punch su Bryan, ma Elias lo distrae. In questo modo Bryan ha il tempo per riprendersi e colpire Roman con i suoi calci sempre efficaci.

Dopo la pubblicità troviamo sul ring proprio Roman Reigns e lo stesso Elias. L’ex mastino della giustizia sembra soffrire molto Elias, riuscendo a liberarsi solo dopo un Samoan drop. I fratelli Uso iniziano quindi a fare piazza pulita, trovando quasi il pin vincente su Bryan, salvato da Shane. Dopo qualche instante di caos è proprio Daniel Bryan a trovare la Knee Plus su Jimmy, 1-2-Kick Out, arriva Roman a salvare l’Uso di turno. Dopo qualche altro istante caotico vediamo lo stesso uso steso vicino al paletto, terreno fertile per Shane ed il suo Coast-to-Coast, 1-2-3! Dopo quasi 20 minuti di match, abbiamo un degno finale a mio avviso.

Winner: Shane McMahon, Rowan, Elias & Daniel Bryan

A fine match arriva Miz a salvare con una sedia i samoani che erano già oggetto di poco interessanti  e malevoli interessi di Shane ed i suoi amici. Miz manca proprio Shane che riesce a ripararsi sullo stage invitando Greg Hamilton ad annuciare come si deve il vincitore del match, il Best in the World Shane McMahon.

Rivediamo poi l’epidosio della Melevisione versione Bray Wyatt dove lo stesso ha una trasformazione molto votata al lato oscuro della forza. Subito dopo ci viene annunciato che Daniel Bryan e Rowan difenderanno i propri titoli domenica contro gli Usos. Cioè giustamente questi per anni combattono per i titoli di coppia di Smackdown, li drafti a Raw e dopo due settimane combattono per i titoli di Smackdown…. poi si chiedono come mai piovino santi dal cielo.

Comunque ora andiamo sul ring dove almeno ci saranno Paige e le sue Kabuki Warrios, ossia il nome d’arte in tag di Asuka e Kairi Sane. Le nipponiche affronteranno Mandy Rose & Sonya Deville, non prima che Paige abbia annunciato ufficialmente il loro nome all’intero regno brittanico. Le campionesse di coppia, le Iiconics, saranno al tavolo di commento per questo match.

3) Tag Team match: The Kabuki Warrios w/Paige vs Mandy Rose & Sonya Deville 3 out of 5 stars (3 / 5)

Il match comincia con le nipponiche che partono subito forse, mostrando una buona alchimia di coppia, su Sonya Deville. L’esperta di MMA si trova in palese difficoltà contro la furia dei tifoni giapponesi. Dopo la pubblicità invece i ruoli si sono invertiti con Sonya Deville che ha un vantaggio su Kairi Sane. La Elizabeth Swann della WWE se la vede brutta anche contro Mandy Rose, finchè con astuzia non si rifugia al suo angolo dove Asuka è pronta a sostituirla.

L’ex campionessa femminile di Smackdown dimostra subito che Imperatrici non si diventa per caso, mettendo alle corde prima Mandy Rose e poi Sonya Deville. Da segnalare che Sonya riesce a riprendersi il controllo con una poderosa Spinebuster su Asuka e poi da il cambio a Mandy che lo richiedeva assiduamente. Sonya l’accontenta pentendosene subito, Mandy infatti viene beffata da un repentino Roll-Up, 1-2-3!

Winner: The Kabuki Warriors

Dopo il match Kayla Braxton, con grande paura prova ad intervistare Lars Sullivan. Appunto prova ma non ci riesce e l’intervistatrice si dilegua in tempo zero.

Siamo arrivati ora a quello che dovrebbe essere il Main Event della serata. Kevin Owens ed il campione WWE dovrebbero avere un ultimo faccia a faccia prima del loro match titolato di questa domenica, tutto questo durante l’odierno Kevin Owens Show. Stranamente il primo ad arrivare sul ring non è Kevin Owens, ma Kofi Kingston. Quest’ultimo dopo aver salutato il pubblico e datogli il benvenuto in quello che ora è il Kofi Show (o Coffee Shop?). In ogni caso il campione WWE invita Kevin Owens a raggiungerlo sul ring.

Ma Owens si mostra nei pressi del magazzino elettrico, da lì parla a Kofi. Kevin dice che lui avrà anche realizzato il suo sogno dopo 11 anni che era in WWE, quello di diventare campione del mondo insomma. Ma con lui sarà diverso, con lui non sarà come Wrestlemania. Lui è un predestinato. Lui ha battuto John Cena al suo debutto nel main Roster, ha vinto già molti titoli. Ma soprattutto, sottolinea Kevin, lui non si è mai fatto problemi a far fuori chiunque si mettesse sulla sua strada. Lui combatta per il sostentamento della sua famiglai e nessuno può fermarlo.

Provocato Kofi fa piazza pulita sul ring ed invita Kevin a raggiungerlo sul ring per un incontro faccia a faccia. Kevin gli chiese se davvero desidera che lui venga sul ring. Kevin sembra lo voglia accontentare e raggiungerlo sul ring, fermandosi sempre a due metri dallo stesso. Quindi se non è Maometto che va dalla montagna e la montagna che va da Maometto.  Kofi raggiunge Owens e prova ad attaccarlo. Ma arriva qualcuno in soccorso di Kevin Owens; Sami Zyan.

I due ovviamente mettono subito alle corde Kofi. La cavalleria rusticana del New Day composta da Xavier Woods prova ad intervenire in soccorso di Kofi, durando meno dei Dothraki nella Grande battaglia di Winterfell o della compagnia dorata nell’assedio di King’s Landing. Fatto sta che da solo Kofi riesce ad avere la meglio grazie all’astuzia e con qualche Trouble in Paradise sui cattivoni canadesi. Chiudendo con la musica del New Day che risuona nell’arena questa puntata Londinesi di Smackdown Live!

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
8
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
6
VIAzonawrestling.net
FONTEzonawrestling.net
Leafar Attila
Reporter per ogni occasione di zonawrestling. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. #StayAttila #StayIgnorante