8 febbraio 2016, Seattle, Daniel Bryan annuncia il suo ritiro dal wrestling per problemi fisici

20 marzo 2018, Daniel Bryan è dichiarato nuovamente idoneo a combattere dai medici WWE

Così, giusto per rompere l’internet un altro po’

La puntata viene aperta proprio da Daniel Bryan, che riceve una reazione del pubblico pacata e tranquilla, ovviamente, se erano giusto un pelo più pacati buttavano direttamente giù l’arena. Daniel la prende larga, parte dall’attacco subito da Shane McMahon e dice che come GM prenderà provvedimenti, ma le due persone con cui vuole parlare non sono ancora arrivate, quindi parlerà di altro: due anni fa ha preso la decisione più difficile della sua vita, ci sono stati momenti in cui era depresso, arrabbiato, perché non poteva fare ciò che voleva, ma si è concentrato sull’essere riconoscente per ciò che aveva, una famiglia straordinaria, degli amici straordinari, i migliori fan del mondo, una moglie meravigliosa, lei ha visto quanto ci tenesse a tornare sul ring, perciò l’ha incoraggiato a lottare per i suoi sogni, a non arrendersi, lo ha convinto a farsi visitare da degli specialisti (cori “thank you Brie”), gli hanno dato delle buone notizie, perciò ha deciso di lottare per i suoi sogni, perché se lo avesse fatto i suoi sogni avrebbero lottato per lui, ogni cosa sembra impossibile finché non diventa reale; negli ultimi due mesi ha convinto la WWE a riesaminare il suo caso, è stato visitato dai migliori neurologi del mondo e la risposta è stata univoca: puoi lottare. Daniel ringrazia la WWE e i suoi dottori per averlo trattato prima come una persona e poi come un lottatore, li ringrazia per aver riesaminato il suo caso, ringrazia ogni persona qui tra il pubblico e a casa per averlo sempre supportato, ringrazia Brie per aver fatto lo stesso. E adesso passiamo alle cose divertenti: non sa di preciso quando e dove tornerà a combattere (il pubblico intona “WrestleMania”), ma è certo che Daniel Bryan combatterà di nuovo in un ring WWE. Yes! Yes! Yes!

Dopo la pubblicità, Bryan chiede a Charles Robinson di avvisarlo se vede Owens e Zayn nei paraggi e di mandarli nel suo ufficio, poi viene raggiunto anche da Dolph Ziggler, che gli dice che non vede l’ora di batterlo, “devi solo provarci”, risponde Daniel

Cambio scena: torniamo sul ring per il primo match della serata, in un rematch di FastLane Nakamura affronterà Rusev, con AJ Styles che si è aggiunto al tavolo di commento per l’occasione

Shinsuke Nakamura vs Rusev (with Aiden English) (s.v)

Nakamura sbeffeggia Rusev in più modi, cosa che porta a uno scambio di calci e pugni tra i due a centro ring, poi il bulgaro connette uno Spinning kick, Shinsuke risponde con un calcio in corsa a cui segue la ginocchiata all’angolo, il giapponese è già pronto per la Kinshasa, ma Rusev la evita e dopo un calcio alla testa cerca di schienarlo, ma è solo due per lui, Rusev prova a bissare il colpo, ma viene anticipato e chiuso in una presa al braccio, il bulgaro tenta di dimenarsi ma viene schienato di roll up

Vincitore: Shinsuke Nakamura

Brevità del match giustificata dall’attacco immediato di English e Rusev su Shinsuke, che dovrebbe portare AJ Styles ad intervenire, peccato che il buon Shinsuke riesca a respingere entrambi gli avversari prima ancora che AJ possa muovere un passo verso il ring. Tiè! Incassa e porta a casa.

Cambio scena: negli spogliatoi (con dei paraventi di dubbio gusto), Charlotte stava guardando un video recap del suo feud con Asuka, quando viene interrotta da Natalya, in evidente carenza di attenzioni, la canadese prova a convincere Charlotte che lei sia ancora più temibile di Asuka e che la giapponese è imbattuta solo perché non si è ancora scontrata con lei, tutto ciò potrebbe forse portare a un match con Asuka, ma è Charlotte stessa a proporsi come sfidante di Natalya, la quale accetta con piacere

Cambio scena: Nakamura raggiunge AJ Styles nel backstage e, con un accento degno del miglior Tommy Wiseau, gli dice che non ha bisogno di lui, AJ vorrebbe tagliare corto e gli dice che sa cos’altro sta per dirgli, ossia che lo batterà a WrestleMania, Shinsuke gli risponde che dovrebbe avere un po’ più di fiducia in se stesso, poi ripete la frase. Funny

Ma torniamo lesti sul ring

Tye Dillinger vs Baron Corbin (1,5 / 5)

Dillinger inizialmente sembra in grado di tener testa a Corbin, il quale lo colpisce poi alla testa e cerca di connettere la mossa Kansas City, ma viene preceduto da un Big boot che lo manda fuori ring, Dillinger acquista sicurezza e riesce a evitare diverse mosse dell’avversario, tenta un Crossbody ma Corbin lo afferra al volo e qui dovrebbe seguire la End of days, ma i due sembrano incartarsi, ad ogni modo si arrabattano allungando il finale e terminando comunque con la End of days poco dopo

Vincitore: Baron Corbin

Nota: il match poteva essere un SV, ma insomma, una cosa dovevate fare e l’avete sbagliata, figlioli miei

Neanche il tempo di riprendere fiato che si passa a un altro match

Charlotte Flair vs Natalya (4 / 5)

Nelle fasi iniziali le due prima si lavorano alle braccia, poi all’addome, segue uno scambio di colpi e un tentativo di roll up della Queen, che mantiene l’avversaria in presa, Nattie prova a rispondere di prepotenza, ma Charlotte sembra inarrestabile e la fa finire fuori ring, Natalya decide di usare il barbatrucco pubblicitario e passa in vantaggio con una Abdominal stretch; il vantaggio di Nattie, dura comunque poco, Charlotte la coglie di sorpresa con un nip up a cui seguono una Clothesline e una serie di Chop, la canadese prova a giocare sporco facendo sbattere Charlotte all’angolo, ma la Flair non solo respinge la mossa, ma restituisce la cortesia poco dopo, tenta un Moonsault dal paletto ma Nattie la prende al volo e connette una Spinning powerbomb, solo conto di due tuttavia per lei. Natalya prova a chiudere i giochi con la Sharpshooter, Charlotte striscia verso le corde, ma quando si rialza si prende la Nattie by nature, le due si spostano fuori ring dove Charlotte riesce a colpire l’avversaria con una Spear, la lancia di nuovo sul quadrato e la chiude nella Figure 8, schiaffeggiandola, Nattie prova a reagire e Charlotte usa l’apron come appiglio, ma così facendo è costretta a interrompere la mossa cinque secondi dopo, la Queen cerca ancora di salire sul paletto, ma Natalya la raggiunge connettendo un Superplex. A questo punto, colpo di scena amici ascoltatori, arriva Carmella, che vorrebbe incassare la valigetta, ma prima che l’arbitro possa ufficializzare la cosa Charlotte la stende con un Big boot; per la logica secondo la quale se un esterno ti attacca è squalifica, ma se tu attacchi l’esterno per primo il match può proseguire, Natalya sopraggiunge alle spalle di Charlotte e la schiena con un roll up

Vincitrice: Natalya

Come giustamente ci fanno notare al tavolo di commento, Charlotte ha perso il match, ma ha difeso il suo titolo dall’attacco di Miss MITB

Nota: vi ricordo che 4/5 significa che si tratta di un match “da vedere”, essendo stato uno dei migliori match femminili, soprattutto per il minutaggio, visti a SmackDown negli ultimi tempi, non posso che consigliarvi di vederlo

Restiamo nei dintorni del ring con l’ingresso degli Usos. I campioni di coppia parlano della loro rivalità con il New Day, rivalità storica, che poteva portare a un altro match a WrestleMania, finché i Bludgeon Brothers non hanno deciso di inserirsi nell’equazione, li hanno colpiti duramente, ma sono ancora qui, in piedi, con i titoli e sono ancora il miglior tag team in WWE, i 2B non gli toglieranno la loro possibilità di competere a WrestleMania, perché loro lotteranno finché avranno fiato in corpo

Proprio i Fratelli Randelli decidono di presentarsi, dato che è in programma un match tra Harper e il membro ancora sano degli Usos

Harper (with Rowan) vs Jimmy Uso (with Jey Uso) (2 / 5)

Ricordiamo che Jimmy, anche se non è così malridotto, soffre anche lui i postumi dell’attacco dei 2B, perciò si trova in difficoltà, riesce a scansarsi da un attacco che fa cadere Harper fuori ring, il quale va poi a sbattere contro l’apon rovinando uno degli schermi che componevano la scritta “SmackDown”, Rowan decide di distrarre Jimmy, ma la cosa gli si ritorce contro e non solo viene colpito, ma Harper subisce un colpo non visto di Jey e quasi Jimmy lo schiena dopo un Superkick; gli Usos si dimostrano gli avversari più ostici per i Randelli, tuttavia la loro offensiva si ferma qui: Jimmy viene prima colpito all’addome, fatto cadere dal paletto quando tenta di reagire e finito con un Discus lariat

Vincitore: Luke Harper

I 2B vorrebbero forse inferire, ma Jey trascina suo fratello al sicuro fuori ring

Dopo la pubblicità, sul ring troviamo il Signore dei Sith, con Sunil Singh, (Heil!) Jinder Mahal. Il Maharaja dice che tutti quelli che lo fischiano sono degli ipocriti, ha fatto dei sacrifici per arrivare a WrestleMania, avrebbe potuto essere un attore di successo a Bollywood con le sue qualità, ma ha deciso di combattere in WWE per ridare lustro al titolo WWE e per rendere gloria a SmackDown, ma la gente non lo ha apprezzato, il pubblico finge di voler cambiare le cose, ma in realtà lotta per mantenere lo status quo acclamando personaggi come Randy Orton

Mahal viene gloriosamente interrotto da O’ Conte Bobby Roode, che gli da del piagnone che non si merita alcun rispetto, l’unica cosa che si merita a WrestleMania è che lui lo schieni al centro del ring e riconquisti il suo titolo (dato che non mi ricordo un catzo, non so se l’annuncio del Triple threat o se questo sia stato uno spoiler clamoroso di Roode), arriva pure Randy Orton, a passo svelto che probabilmente ha dimenticato il gatto sulla pentola a pressione, il campione dice a Jinder che fa schifo e che senza il suo fantoccio non è nulla, Jinder si toglie la giacca ferito nell’orgoglio, poi lancia l’incolpevole Sunil fra le braccia di Orton, il povero fantoccio si becca una DDT, poi Roode decide di precedere Orton colpendolo con la “sua” DDT prima che Randy vada di RKO, i due rivali provano a colpirsi a vicenda, Mahal prova ad approfittare le momento, ma i due fanno buona guardia e il tutto si conclude con un sempreverde stallo alla messicana

Dopo la pubblicità scopriamo che Daniel Bryan (alleluja) ha indetto Mahal&Sunil vs Orton&Roode per settimana prossima. E adesso passiamo a un altro match femminile

Naomi&Becky Lynch vs Sarah Logan&Liv Morgan (with Ruby Riott) (1,5 / 5)

Parton Liv e Naomi, con un confronto vinto da quest’ultima, tag a Becky che viene sbattuta contro l’angolo avversario e lì bloccata dall’offensiva combinata delle due avversarie, Becky cerca di dare il tag ma le viene impedito, cerca allora di far cedere la Logan alla Dis-arm-her, Liv Morgan prova a intervenire ma si becca la Rare view di Naomi, mentre Sarah cede

Vincitrici: Naomi&Becky Lynch

Sarà finita qui l’utilità della Riott Squad? Vedremo

Cambio scena: negli Uffici Blu, Daniel Bryan viene informato da un illustre sconosciuto che i Kemi sono arrivati, Bryan risponde di dire loro che li incontrerà sul ring

Difatti, dopo la pubblicità Bryan si trova sul ring e invita Owens e Zayn a raggiungerlo, i due non solo acconsentono, ma abbracciano il GM e si dicono entusiasti della notizia che lo ha riguardato, erano increduli quando hanno ricevuto la notifica sul telefono e hanno infranto qualsiasi limite di velocità per poter essere a SmackDown in tempo, dato che inizialmente non avevano intenzione di presentarsi; i Kemi ringraziano Daniel per aver preso le loro difese dal primo giorno, quando avevano tutti quanti contro, ma Daniel è sempre stato onesto, andando anche contro Shane, questo è l’esempio lampante che cose belle accadono a belle persone e adesso con loro due e Bryan SmackDown potrà diventare “lo” show, loro tre assieme potrebbero essere un dream team. Terminate tutte le lusinghe, Daniel ringrazia ma dice che non li ha chiamati per questo, ma per “questo” e fa partire un video dell’attacco ai danni di Shane (nel quale non vengono tagliati i suoi patetici rantoli di dolore), i due ridono e Bryan chiede se ciò li diverta, Sami prova a fargli ammettere che in fondo se lo è meritato, Daniel è incredulo del fatto che i due non si rendano conto della gravità delle loro azioni, lui li considera due dei migliori performer di questa generazione, si conoscono da quindici anni, per Daniel le loro vittorie erano un po’ le sue, ma loro hanno attaccato il loro boss, avevano vinto, avevano conquistato un match a WrestleMania, chiede loro di pensarci, di pensare a loro tre dieci anni fa, in un capannone di fronte a trecento persone, ci avrebbero pensato di arrivare fino a WrestleMania? Shane era pronto a dimettersi, a mollare tutto, e loro comunque hanno sentito il bisogno di attaccarlo; Daniel non vorrebbe farlo, è stato licenziato dalla WWE due volte ed è tornato più forte di prima, si può imparare molto da cose come queste, ciò lo addolora, ma Sami, Kevin . . . sono licenziati

I Kemi sono sconvolti, Daniel prova a consolarli dicendo che non è un addio ma un arrivederci e che è profondamente dispiaciuto, poi gli tende una mano, Sami Zayn è il primo ad avvicinarsi e rispondere alla stretta, poi anche Kevin Owens decide di stringergliela, i due fanno per andarsene quando Owens si rivolta e attacca Bryan, mandandolo al tappeto, Daniel incredibilmente però reagisce, mettendo a segno la sua combo di ginocchiate in corsa all’angolo, il pubblico è in delirio quando Owens si becca gli Yes kick, ma il confronto resta due contro uno e i Kemi hanno la meglio, Bryan si prende l’Helluva kick, cerca di rimettersi in piedi aggrappandosi alle gambe di Zayn, ma viene colpito ancora, impietosamente, trascinato fuori ring e finito con la Pop up powerbomb sull’apron ring

Il pubblico, giustamente, ricorda ai Kemi che “You’re still fired!”, intanto accorrono dei barellieri a portar via i resti di Daniel Bryan, mentre Owens e Zayn lasciano finalmente l’arena.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
8
Evoluzione delle storyline
7
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname