Smackdown, nonostante un roster non propriamente “spesso” come quello di RAW, di settimana in settimana riesce sempre a proporre del buon wrestling. La categoria che, tuttavia, stenta maggiormente a decollare è quella di coppia: che sia la volta buona di un rilancio anche solo parziale in vista di Elimination Chamber? Più abbrustolito di Carlo Conti vestito da Bello Figo, ecco a voi l’editoriale odierno!

Ad Elimination Chamber andrà in scena un Tag Team Turmoil match, che vedrà coinvolta, in sostanza, l’intera divisione dello show blu. A partecipare ovviamente saranno i Campioni, gli American Alpha, i Vaudevillains, gli Usos, gli Ascension, Slater & Rhyno e la Fashion Police…la prima cosa che balza agli occhi, ovviamente, è l’assenza massiccia di starpower.

Una volta rimossi gli Wyatts dall’equazione, per ovvi motivi di storyline, la divisione Tag Team è stata depauperata in modo importante, lasciando di fatto gli Usos ed i Campioni in un marasma di midcard da Superstars. Le regole del match sono praticamente le stesse di un gauntlet: due team iniziano sul quadrato e, quando uno dei due viene eliminato, subentra un altro partecipante, sino a lasciare in piedi una sola coppia. Un match, in sostanza, in cui viene coinvolta un’intera divisione: il motivo per una scelta di questo tipo è presto spiegato.

Dopo una vittoria praticamente senza storia o faida alle spalle dei Titoli da parte degli American Alpha, gli stessi Campioni sono svaniti dallo show, con pochissimo tempo televisivo a loro disposizione…ma non sono stati gli unici a subire questo trattamento. L’intera divisione tag team dello show blu, forse proprio a causa della carenza cronica di personalità di spicco al suo interno, continua ad interessare meno della categoria Cruiserweight a RAW: gli unici due tag team degni di nota sono i Campioni, per l’appunto, e gli Usos, unica alternativa credibile in vista del match per Elimination Chamber.

A Talking Smack, questa settimana, gli AA hanno mostrato la volontà di voler entrare per primi, in modo da poter dimostrare di essere Campioni meritevoli contro tutte le coppie coinvolte, eliminandone una per una. Se effettivamente Bryan dovesse assecondare la scelta di Gable e Jordan, mi sentirei di escludere a priori una loro vittoria, magari proprio a favore degli Usos: devastare in modo netto e senza appello l’intera divisione con un solo match non porterebbe nulla di buono ai Campioni, alle Cinture, alla divisione ed allo show blu in toto. Essere primi ed incontrastati non è pagante in termini di coinvolgimento emotivo in vista di successive storyline, e proprio per questo manderei avanti per bene una faida di rilievo con gli Usos, che da heel avrebbero tanto da dare se solo avessero l’outlet giusto per potersi esprimere al meglio. Gli American Alpha, ironia della sorte, sono invece stati il draft pic maggiormente danneggiato dopo la separazione dei brand.

Presi come blue chippers, reduci da uno stint memorabile ad NXT ed in possesso di un’alchimia veramente rara, gli American Alpha arrivano a Smackdown con le potenzialità per divenire una delle parti più interessanti dello show. Una volta draftati, il tempo a loro disposizione è sempre troppo poco, sul ring i minuti vengono centellinati, altri team vengono preferiti a loro come push iniziale e, soprattutto, a distanza di mesi il loro character non solo non è stato evidenziato, ma nemmeno abbozzato. Le cinture da Campioni, concesse per esigenze di storyline legate più che altro ad Orton e Bray Wyatt, arrivano senza un piano alle spalle, senza un programma, senza una visione di medio o lungo termine: gli American Alpha sono Campioni, troneggiano sul nulla ed all’orizzonte non si intravedono miglioramenti sensibili in grado di poter cambiare lo status quo. Riproporre, un domani, la faida con i Revival in quel dello show blu sarebbe auspicabile, ma dubito che possa essere ricreata quella magia ottenuta nei numerosi match che hanno visti questi quattro atleti contrapposti.

In tale ottica, e per preservare anche la momentanea longevità degli American Alpha, proporre loro come primo team sul quadrato, e fargli asfaltare tutti i team eccezion fatta per gli Usos (che potrebbero essere gli ultimi in ordine di uscita, e dunque fortemente avvantaggiati) favorendo quindi un cambio di cinture, potrebbe essere la soluzione ideale. Gli Usos hanno lo starpower adeguato per poter dare una corretta esposizione alle cinture, la faida potrebbe proseguire alla luce della rivincita a cui sicuramente si andrebbe incontro e, per finire, potremmo sicuramente avere una maggiore esposizione degli Usos da ghetto e degli AA con il ruolo di inseguitori, cosa assolutamente preferibile alla statica situazione attuale.

E voi cosa ne pensate di questo Tag Team Turmoil? Un riempitivo da midcard oppure una potenziale occasione di rilancio di una categoria?

Danilo

Danilo
Atarassico, eclettico, nuotatore tendenzialmente pigro, amante dei fagioli con le cipolle, delle serie tv, dei manga e delle botte di Natale. Lavora anche, ma solo nel tempo libero.