Ted DiBiase, ex lottatore WWE, intervistato durante il Joe Cronin Show ha rivelato il proprio rimpianto più grande:

“Ho un rimpianto, una cosa che non ho fatto è stata mettere da parte l’ascia di guerra con Ultimate Warrior prima che questi morisse. Tutti sanno che non scorresse buon sangue fra moltissimi lottatori e Jim Hellwig (vero nome del compianto wrestler, ndr) ma, quando la WWE ha deciso di inserirlo nella Hall Of Fame, sarebbe stato elegante farlo. D’altronde, sono un ministro di culto (o pastore, se preferite; DiBiase, infatti, è un cristiano rinato da quando ha chiuso con il wrestling attivo, ndr), predico in continuazione il perdono.”

FONTEEWrestlingNews.com & ZonaWrestling.net
ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.