La settimana in corso, per gli appassionati di wrestling, è stata segnata dall’emersione di importanti difficoltà finanziarie per la TNA, a pochi giorni da Bound For Glory, il più importante evento della compagnia dei Carter che, a causa delle suddette problematiche, rischia di non poter essere realizzato e trasmesso. Nella giornata di ieri, lo stesso Billy Corgan ha ammesso che ciò che accadrà da qui a domenica sarà decisivo per il destino della federazione stessa.

Secondo le voci diffusesi negli ultimi giorni, i principali candidati ad acquistare la federazione sono lo stesso Corgan, che ha messo sul piatto 40 milioni di dollari, la WWE, particolarmente interessata alle immagini d’archivio (library, se proprio non potete fare a meno dei termini inglesi) e, un po’ più defilata, la Sinclair Broadcasting, il gruppo che possiede e trasmette la Ring Of Honor.

Ora, poche ore fa, WrestlingINC ha diffuso un rumor stando al quale un lottatore TNA di lunga data avrebbe riferito che sarebbero state cancellate le registrazioni delle prossime puntate di Impact Wrestling e i voli che avrebbero dovuto condurre a Orlando i lottatori.

Se ciò fosse vero, potrebbe essere già stato chiuso un accordo tra i Carter e, presumibilmente, la WWE la quale, di conseguenza, avrebbe potuto di chiudere lo storico programma targato TNA, limitandosi ad inglobarne il roster.

Tuttavia, PWInsider ha smentito seccamente questa voce, scrivendo che nessun volo o registrazione siano stati cancellati e che nessun accordo di compravendita sia stato siglato.

Insomma, in una situazione già particolarmente confusa, i nostri colleghi americani non ci stanno certo aiutando nell’avere un quadro chiaro, smentendosi a vicenda. Indi ragion per cui, vi invitiamo a seguirci per continuare a ricevere tutti gli aggiornamenti del caso relativi a questa delicata situazione che potrebbe cambiare, ancora una volta il panorama del wrestling americano e, quindi, mondiale.

FONTEWrestlingINC.com, PWInsider.com & ZonaWrestling.net
ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.