Diversi mesi fa uscì la notizia secondo cui Tony Khan, presidente e proprietario della All Elite Wrestling, avesse preso in mano definitivamente le sorti del booking team assieme ad alcuni veterani (Dean Malenko, Arn Anderson, Christopher Daniels). Nel gruppo mancavano inspiegabilmente i vicepresidenti: Cody Rhodes, Young Bucks e Kenny Omega. In una intervista col PWTorch, Tony ha spiegato il perché non si confronti più a tempo pieno con i quattro e che tipo di mansioni stanno avendo.

Le parole di Tony Khan

All’inizio del 2020 ho iniziato a prendere in mano la scrittura delle storie. Penso che questo abbia aiutato sia gli show che gli atleti. Cody, Nick, Matt e Kenny sono molto impegnati in diversi aspetti del business della AEW. Dunque ho ritenuto fosse giusto che ognuno di loro si focalizzasse sul proprio ambito per far crescere le prospettive della nostra compagnia. Kenny è coinvolto con la creazione del videogioco, Nick e Matt si occupano dell’aspetto commerciale, Cody delle pubbliche relazioni e dei contatti coi partner economici. Sono ancora coinvolti nelle scelte di booking e danno una marea di idee ogni settimana. Ma è meglio se ognuno lavora da casa propria piuttosto che ritrovarci ore e ore in una stanza, perdendo del tempo prezioso per altri aspetti del nostro business. Sono dei grandi leader nel backstage, sono dei grandi wrestler. Ma ora lavoriamo in maniera differente“.