Dal sogno di lottare per la WWE all’inferno di un processo per possesso di materiale pedo-pornografico. Questa la parabola discendente del wrestler James “Rude Boy” Riley. Il venticinquenne è stato trovato dalla polizia di New York in possesso di video e immagini a sfondo sessuale con protagonisti dei minori.

Il wrestler è stato arrestato per il possesso di materiale pedo-pornografico con una cauzione di 3500 dollari. L’atleta aveva caricato alcuni di questi scatti anche sul suo account google e tumblr.

Dichiaratosi colpevole, il wrestler sarà inserito nel registro di chi ha commesso reati sessuali e sottoposto ad un periodo di due anni di libertà vigilata.

Nel febbraio 2017 Riley aveva sostenuto un provino con la WWE, che non aveva però mai formalizzato per lui un’offerta di contratto. Nel video seguente, al secondo 00:21, possiamo intravedere James Riley ascoltare un discorso di Scott Dawson dei Revival al Performance Center.

Per Riley le conseguenze professionali sono state ancora peggiori: è stato licenziato dalla palestra in cui svolgeva il lavoro di personal trainer e sono stati disdetti tutti gli accordi che aveva con le federazioni indipendenti per le future esibizioni.

 

Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.