Inizia il grande weekend UFC che ci porterà diritti a UFC 200, il più grande evento della storia della federazione, seppure shockato dalla positività di Jon Jones che di fatto ha causato una serie di reazioni a catena, main event cancellato, Jones fuori ed a rischio squalifica per due anni causa recidività, nuovo main event Lesnar vs Hunt ed infine il campione Cormier dovrà vedersela contro Anderson Silva, match non titolato. Wow! Ma prima di tutto, abbiamo UFC FN 90 dove Dos Anjos difende il titolo contro il velenosissimo Eddie Alvarez, vediamo come è andato l’evento in questa review:

Pesi welter, Alan Jouban vs Belal Muhammad
Secondo incontro di serata, partenza ed un minute di nulla, poi gancio sinistro di Jouban ai danni di Muhammad che vola col sedere per terra. Jouban attacca subito per la giugulare, ma Muhammad riesce ad evitare e tornare in piedi. Muhammad prova un takedown, ma Jouban evita più che bene e si va in clinch. I due lavorano un po’ nell’abbraccio salvo poi staccarsi. Muhammad trova un veloce jab, ma risponde Jouban con un altro sinistro importante ed ancora Muhammad va in terra, stavolta il ground & pound è più composto e migliore, il match potrebbe essere stoppato, ma siamo verso la fine e Muhammad trova il modo di rialzarsi prima della sirena. Eccellente primo round di Jouban che va nettamente in vantaggio, Muhammad per il momento molto scosso e poco presente nell’incontro.

Round 2, Muhammad prova ad aggredire subito, jab e ganci, ma Jouban risponde bene con un calcio mancino e continua ad avere ritmo nei suoi jab che infastidiscono molto l’avversario. Gancio sinistro pesante di Jouban ed ancora Muhammad assaggia il terreno, si difende con i calci e torna in piedi. Muhammad si aggancia ad un clinch, lavora al corpo di Jouban e quest’ultimo capendo il pericolo, si stacca immediatamente. Jouban lavora con colpi veloci alti e bassi, Muhammad prova un takedown senza fortuna prima della chiusura del round. Altra ripresa tutta a favore di Jouban, serve un miracolo per risollevare il match a Belal Muhammad.

Round finale, Jouban con un calcio alto, ma stavolta Muhammad risponde bene con un destro importante, Muhammad spinge Jouban contro la rete, i due lottano contro la gabbia, ma Jouban si stacca e torna al centro della gabbia. Muhammad si lamenta per un dito nell’occhio, ma Herb Dean dice di continuare senza lamentarsi. Jouban manca un gancio profondo e Muhammad risponde con pugni brevi, quest’ultimo guadagna fiducia al momento e attacca in modo aggressivo. Altro dito nell’occhio di Jouban che stavolta viene redarguito dall’arbitro. Muhammad ancora in avanzamento, spinge Jouban contro la rete, pugni pesanti, Jouban in difficoltà ed inizia a sanguinare. Eccellente round per Muhammad, peccato che abbia sprecato i primi due, prima della sirena altro spinning back fist per Muhammad. Il round finisce, grandi ultimi 5 minuti per Muhammad che ha messo in seria difficoltà Jouban, troppo passivo nel terzo round. I giudici tuttavia danno giustamente la vittoria allo stesso Jouban per decisione unanime, 2 round a 1 il computo totale della contesa.
Winner by unanimous decision: Alan Jouban

Co-Main Event, pesi massimi, Roy “Big Country” Nelson vs Derrick Lewis
Co-main event della serata, incontro che potrebbe essere molto interessante e molto avvincente, Lewis inizia con un gran sinistro durante un clinch e connette qualche ginocchiata al corpo. Nelson prova a connettere un takedown, ma Lewis se ne tira fuori bene. Questa manovra non piace ad entrambi che se ne dicono un po’, l’arbitro li separa, Lewis attacca veloce con un calcio alto ed un sinistro, colpisce sporco Nelson. Finora incontro piuttosto frammentato e decisamente bruttino. Nelson si ricompone e mette a segno il takedown, Lewis ha un ottimo scramble e trova un eccellente ginocchiata al mento di Nelson che rimane stordito, Lewis sente l’odore del sangue, Nelson riesce a resistere e torna in piedi e chiude un altro clinch. L’arbitro li separa dopo poco, attacca Lewis con pugni corti, mentre Nelson chiude il round con un altro takedown a segno. Round a favore di Lewis, match onestamente terribile finora.

Round 2, Lewis inizia ancora con un sinistro al corpo, Nelson connette un calcio basso per poi chiudere un altro clinch, pressione di Big Country e nuovo takedown a favore di Nelson. Big Country lavora sul braccio destro di Lewis per tenerne il controllo, Lewis riesce a difendersi benone e torna sui suoi piedi. Nelson non demorde, fallisce un takedown, poi riesce a mettere ancora per terra Lewis prima della sirena. Stavolta la ripresa è di Nelson, match in equilibrio, ma povero di emozioni, poco da segnalare, spettacolo abbastanza noioso.

Ultima ripresa, gancio destro di Nelson, ginocchiata di Lewis al corpo per tutta risposta e Nelson viene spinto contro la rete. Nelson va per buttare a terra Lewis con un takedown ad entrambe le gambe. Big Country prova a lavorare sulle gambe di Lewis, ma quest’ultimo esce ancora bene dai tricks di Nelson e si guadagna la posizione eretta. Nelson non demorde, altro takedown e colpo su Lewis, il quale però torna in piedi. Clinch di Nelson che spinge Lewis contro la rete, i due sono separati dall’arbitro. Calci mancini al corpo per Lewis e subito dopo interessante e possente combinazioni di pugni. Ancora clinch di Nelson, pubblico infastidito, ma Lewis si stacca e trova un sontuoso destro prima della fine del round e del match che stordisce nettamente Nelson. Fortuna sua il match è finito. Sembra un sostanziale pareggio, match per lunghi tratti inguardabile. I giudici non la pensano così e danno vittoria per split decision a Derrick Lewis, il puledro da lanciare…
Winner by split decision: Derrick Lewis

Main Event, UFC Lightweight Championship Match, Rafael Dos Anjos (c) vs Eddie Alvarez
Siamo al piatto forte dell’evento, il campione Dos Anjos difende la cintura contro un avversario molto pericoloso, il quale parte forte, calci bassi uno più potente dell’altro, Dos Anjos trova qualche timido colpo con il sinistro, ma Alvarez risponde col destro. Calcio interno basso per il campione e subito uppercut ben portato a segno. Per Alvarez calcio basso interno e takedown per Alvarez. Dos Anjos rotola, si dimena e riesce a liberarsi e tornare in piedi, dove Dos Anjos lo sorprende con una ginocchiata quando tornano in piedi. Colpo duro di Alvarez con il destro, Dos Anjos sente parecchio il colpo, si vede che è stordito, si difende, Alvarez è una furia, ma il brasiliano incredibilmente resta in piedi sembrando addirittura lucido, ma Alvarez non si ferma e costringe l’arbitro a sospendere l’incontro!

Dos Anjos è detronizzato, sembrava invincibile, oggi non ne ha azzeccata una e Alvarez lo ha punito in circa 4 minuti di match nel primo round! Abbiamo un nuovo campione pesi leggeri in UFC, Eddie Alvarez che ha dominato Dos Anjos e si propone clamorosamente come l’uomo da battere nella divisione. Il brasiliano esce ridimensionato, 4 minuti di nulla, forse ha sottovalutato l’avversario, forse non stava bene, ma sono tutte scuse, oggi abbiamo un nuovo campione e cintura meritatissima per Eddie Alvarez! Winner by TKO and NEW UFC Light-Weight Champion: Eddie Alvarez

Fight of the Night: Alan Jouban vs Belal Muhammad
Performance of the Night: Eddie Alvarez & Pedro Munhoz

Commento Evento:
Evento con più alti che bassi, Duffy super e Alvarez ancora di più, male Lewis vs Nelson, buonissimo invece Jouban vs Muhammad, peccato non si sia risolto prima del limite. Vittoria netta e molto importante per Eddie Alvarez che si laurea campione UFC di categoria, schiantando un irriconoscibile Rafael Dos Anjos, il quale non credo avrà un rematch vista la portata della sconfitta.
Unica nota stonata, Nelson vs Lewis, un co-main event onestamente pessimo. Evento comunque più che sufficiente.
Voto: 6,5

Appuntamento a fra due giorno, il 9 luglio, l’evento dell’anno, del secolo, della storia…fate vobis, sarà UFC 200: il ritorno nell’ottagono di Brooocckkkkkk Lesnarrrrrrr!

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!