Il periodo di crisi che sta vivendo UK sembra non voler finire, anche se qualche sprazzo di timida speranza c’è.. Le puntate settimanali stanno migliorando in tutto e per tutto e, sebbene gli splendori antichi sono ancora lontani, ci stiamo avvicinando sempre di più ad essi.

A rendere gli episodi piacevoli c’è sicuramente tutto un lavoro di squadra ma, mi permetto di dire, che i trascinatori di questa rinascita sono i due (ex) Moustache Mountain, Trent Seven e Tyler Bate i quali, anche se uno contro l’altro, stanno continuando a cooperare per il bene dello show. Il primo, il traditore sta mostrando una nuova gimmick che funziona, che pone l’accento su colui che fino a qualche tempo prima era il secondo, era un gregario ottimo per il futuro campione di UK. Seven sta vivendo una nuova “vita” e non solo sta dimostrando grande carattere e grande carisma ma si sta veramente dimostrando come una delle poche cose migliori di UK.

D’altro canto, Tyler Bate, dopo essere sparito per un po’ dopo il fattaccio, è ritornato più agguerrito che mai dimostrando un carattere che, forse, non aveva mai mostrato. Esempio lampante, dunque, di una non coppia, di un ex tag team che funziona come tale ma funziona ancora meglio come due singoli. E’ indubbio che grandi cose aspetteranno il membro più giovane dei due MM, si è sempre saputo, ed ora che è quasi arrivato quel momento, è tutto da gustarselo. E cosa sarà di Trent invece? Non è possibile saperlo adesso, sicuramente, ma avrà molto spazio e farà sicuramente grandi cose.

E in un periodo di “magra” come quello che sta vivendo UK è bello sapere che può ancora contare sui due veterani, presenti fin dall’inizio dello show britannico ed è bello anche sapere che il nuovo periodo di massimo splendore dello stesso show parta proprio da loro due!

Studentessa universitaria con la passione per la scrittura e le serie TV, qui vi faccio compagnia con i miei report e gli editoriali. Attualmente trovo molti atleti interessanti ma rimango fedele sin dal 2014 al mio 'credo' per il King Slayer Seth Rollins e il fu Dean Ambrose, motivo quest'ultimo per il quale ho aperto i miei orizzonti verso i lidi giapponesi e l'AEW