Durante una diretta Instagram con Snoop Dogg – con il quale sta portando avanti una collaborazione – Undertaker ha speso parole molto positive per Bray Wyatt e per il modo in cui gestisce il suo alter-ego, The Fiend.

“Mi piace quello che fa”

Ecco le sue parole : “Non parlo per gimmick o altro, mi piace proprio quelle che The Fiend fa. Mi ricorda il mio personaggio nel 1990. Riesce a sorprendere tutti e fa cose che nessuno si aspetta di vedere, ma allo stesso tempo lo fa con esperienza. E’ profondo, ti fa pensare. Voglio dire, tutti possono lottare, ma devi essere capace di catturare l’immaginazione della gente, devono essere coinvolte da ciò che fai. Altrimenti, sei semplicemente uno che va là fuori a massacrare il proprio corpo, senza che duri a lungo. Invece, mi esalta quello che fa e credo che sia davvero di un livello superiore.

Quasi un’investitura da parte della leggenda WWE nei confronti del lottatore che ha affrontato a Wrestlemania 31, quando la figura di The Fiend non era ancora apparsa.

FONTE411Mania
Max Heenan
Ciao, ho 44 anni. Seguo il wrestling dai tempi di Hogan, Macho Man e Jim Duggan. Dopo un'interruzione di una decina d'anni, ho ripreso a seguire nel momento di splendore di Cena, Edge e Orton, diventando spesso critico verso il prodotto WWE, ma sviluppando una vera passione per personaggi heel o borderline (Punk, Owens, Wyatt) e per i cosiddetti ciccioni volanti (Umaga, Keith Lee, Samoa Joe). Mi piace molto scrivere e ho una laurea in lingue e letterature straniere. Per vivere, faccio il bibliotecario e l'attore di teatro, forse anche per questo del wrestling apprezzo molto le storie e la recitazione.