Uno dei personaggi più interessanti della programmazione WWE degli ultimi mesi è sicuramente Becky Lynch. Infatti, grazie al turn heel avvenuto a Summerslam, la Lass Kicker ha dato una svolta importante al suo personaggio, che da troppo tempo risultava statico e noioso. Grazie alla sua nuova attitudine, non solo è riuscita a conquistare i fan, ma pure la dirigenza, la quale si è decisa finalmente a ridarle il titolo femminile di Smackdown, ponendo così fine ad un periodo di digiuno durato ben due anni.

A tutto questo, c’è da aggiungere il fatto che la ragazza irlandese si sia riuscita a ritagliare uno spazio molto importante in federazione: difatti, si parla già di un ipotetico Main Event di Wrestlemania 35 che la vedrebbe coinvolta in un match contro Ronda Rousey. E sembra pure che in questo incontro The Man possa non essere sola…

Per l’appunto, nelle ultime ore, grazie ad un diverbio avuto sui social network, sembra che la ragazza irlandese abbia attirato le attenzioni di un suo connazionale, Conor McGregor, tanto che si è profilata ben presto l’idea di poter vedere il fighter accompagnare la lottatrice di Smackdown nel dream match contro l’ex-campionessa UFC. In poche parole, citando l’irlandese, “If one of us goes to war, we all go to war”.

Tutto questo non può che far felice la federazione di Stamford, la quale, anche se non del tutto volontariamente, ha trovato i presupposti giusti per permettere alla gallina dalle uova d’oro chiamata McGregor di apparire nello show più importante dell’anno. Parliamoci chiaro: questa ipotetico scenario andrebbe a favore di entrambi, dato che, da una parte, la compagnia si troverebbe tra le mani una delle più grandi star a livello globale da poter utilizzare allo Showcase Of Immortals, mentre dall’altra l’irlandese avrebbe un’opportunità di farsi pubblicità e di promuovere i suoi brand senza dover sporcare le mani, dato che, nel caso in cui tutto ciò si concretizzasse, si parla solo di presenza a bordo ring per la star delle MMA.

Inoltre, il carattere di McGregor si sposerebbe alla perfezione con quello della Lynch, dato che parliamo di due personaggi provocatori e combattivi. Per questo, l’accostamento tra i due personaggi potrebbe risultare molto facile, e, così facendo, la WWE avrebbe la possibilità di formare un sodalizio perfetto in vista di Wrestlemania. Che dire, l’accoppiata McGregor-Lynch è un successo annunciato in termini aziendali.

Ma, se da un lato questo abbinamento può essere molto profittevole per la federazione, è necessario guardare pure il rovescio della medaglia.

Prima di tutto, se la WWE avesse davvero l’intenzione di portarsi a casa un personaggio come Conor, dovrebbe pagare un’ingente cifra di denaro per convincere l’irlandese a scendere a patti. Dicendo questo, non voglio insinuare che la federazione non sia in grado di fornire un accordo milionario all’irlandese, ma quello che mi domando è: è davvero necessario spendere una cifra spropositata per aggiudicarsi un personaggio pronto a svolgere solamente il compito di accompagnatore? Io non credo proprio. Certo, magari, se stessimo parlando di più apparizioni, questo investimento avrebbe un suo senso, ma dato che dovrebbe essere un “One Night Only”, allora è meglio lasciar stare.

Come seconda cosa, è evidente che questa sia una scelta forzata. I motivi principali sono essenzialmente due: in primis, una possibile alleanza tra i due irlandesi nascerebbe grazie a dei semplici botta e risposta avvenuti su Twitter; in secondo luogo, la federazione dovrebbe trovare un’espediente per giustificare la presenza di McGregor all’angolo della campionessa di Smackdown, ad esempio trovare un manager pure per la sua avversaria, rendendo il tutto più macchinoso e complicato.

Infine, se davvero lo scontro tra la Rousey e la Lass Kicker dovesse essere il Main Event di Wrestlemania, il coinvolgimento dell’ex campione UFC potrebbe risultare come una mancanza di fiducia verso le due atlete coinvolte. Difatti, avvicinare un personaggio così importante proprio in vista del match più importante dell’anno sarebbe come ammettere che un Main Event tutto al femminile non abbia le potenzialità di esistere. Siamo arrivati al punto cruciale della tanto decantata Women’s Evolution, quindi, dopo anni di cattiva gestione e match orribili, lasciamo che siano le donne a prendersi la scena, senza sentire il bisogno di dover chiamare un individuo come l’irlandese giusto per fare qualche ascolto in più.

Certo, è innegabile che Conor McGregor sia un personaggio dalle potenzialità enormi in un mondo come quello della WWE, dove spesso l’essere uomo copertina è più importante dell’essere un fenomeno nel ring. Ma, se si dovesse mai arrivare ad una possibile unione tra il fighter e la compagnia, questo non è il momento giusto. Lasciamo che Becky Lynch si prenda tutti i meriti. Lasciamo che Ronda Rousey si prenda tutti i meriti. Lasciamo che il wrestling femminile si prenda tutti i meriti. Ma, soprattutto, lasciamo che chi ama veramente la disciplina si prenda i meriti.

E voi, siete d’accordo con me? In caso non lo foste, perché? Aspetto le vostre risposte nei commenti.

The Notorious

The Notorious
Ho 19 anni. Seguo il wrestling da quando sono bambino, ed è tutt'ora la mia passione. Mi autodefinisco un WWE guy, perchè mi interessa soprattutto la federazione di Stamford, ma allo stesso tempo, quando ne ho modo seguo anche le indipendenti. F**k The Mayweathers.