Non nascondiamoci dietro un dito: nonostante non si abbia nessuna certezza sul futuro di Brock Lesnar, siamo ad un passo dal secondo divorzio tra The Beast ed il suo manager, ossia Paul Heyman. Una separazione che, molto probabilmente, deriva dalla volontà di Lesnar di lasciare la federazione per dedicarsi completamente alla sua carriera da artista marziale misto, percorso che, probabilmente, non vedrà coinvolto pure il fautore della ECW. Difatti, il manager ha ancora le sue ultime carte da giocarsi in WWE, considerando pure che, attualmente, ci sono molti profili interessanti da potergli affiancare. Per questo, oggi sono qui per cercare di individuare cinque profili che potrebbero diventare i nuovi “Paul Heyman Guy”, andando a nominare un wrestler di Raw, uno di Smackdown, due di NXT ed una lottatrice. Senza indugiare oltre, possiamo incominciare.

NXT

Lars Sullivan

Di questa speciale lista, l’attuale membro del roster di NXT è il wrestler che più di tutti mi sembra adatto a questo ruolo: infatti, a livello fisico, Lars Sullivan è imponente a dir poco, proprio come lo è Brock Lesnar. Diciamo che questa scelta potrebbe essere la più conservativa, ma si sa: squadra che vince non si cambia. Inoltre, non ho troppa fiducia su quello che potrebbe essere il futuro di Sullivan nel Main Roster: conoscendo Vince McMahon, non ho timore per quella che potrebbe essere la sua gestione, ma più per i fan, che potrebbero rigettarlo proprio come fatto con molti big man attuali. Per questo, affiancare al lottatore una figura così importante come quella di Paul Heyman potrebbe fargli sol del bene: in particolar modo, Paul potrebbe servire come uomo di esperienza affiancato ad un perfomer alle prime armi, in modo che quest’ultimo possa godere dei suoi consigli. Insomma, la coppia Sullivan-Heyman sarebbe perfetta.

EC3

In questo caso, ho preferito prendermi qualche rischio in più, dato che reputo che EC3 sia in grado di camminare con le sue gambe senza l’appoggio di un manager, tanto meno di Paul Heyman. E allora, perché ho scelto proprio lui? Perché credo che ci sia la possibilità di fare con lui ciò che è stato fatto con CM Punk. Infatti, nonostante lo Straight Edge sia stato affiancato a Heyman per diverso tempo, soprattutto a cavallo tra il 2012 ed il 2013, il wrestler di Chicago ha avuto modo di esprimersi al meglio sotto tutti i punti di vista, senza che Paul gli pestasse troppo i piedi. Quindi, con Ethan Carter si potrebbe intraprendere un percorso simile. Per quanto riguarda il manager, invece, sarebbe ottimo se si occupasse solo di “questioni burocratiche”, per esempio assoldare dei mercenari per far si che fili tutto liscio per il suo assistito, in modo da rinvigorire pure lo status di heel del wrestler. In più, la WWE potrebbe giocare sul fatto che Heyman abbia scovato e scoperto EC3 (ovviamente in chiave storyline), in modo tale da ripercorrere esattamente ciò che è stato fatto con Punk.

WOMEN’S DIVISION

Becky Lynch

Ho preferito non scegliere un nome scontato come Asuka, dato che, oltre a Lars Sullivan, ci sarà un altro nome molto telefonato più avanti nella classifica. Che dire: dopo aver raggiunto il top, Becky Lynch sta già vivendo la sua parabola discendente, trovandosi in una situazione nella quale una rivisitazione del personaggio farebbe più che bene. Per questo, un’alleanza con Paul Heyman potrebbe risultare la perfetta occasione per un turn heel, così da dare nuova linfa vitale alla Lass Kicker. Con l’avvicinamento di un manager come Heyman, la Lynch avrebbe l’opportunità di tralasciare i promo per concentrarsi di più sulla parte lottata, lasciando all’avvocato la responsabilità di sfornare sentenze al suo posto. In questo modo, l’irlandese avrebbe la possibilità di dare spazio ad un lato della sua personalità più rude e bellicoso, invertendo completamente la rotta rispetto ai suoi primi anni nel Main Roster. Becky deve ripartire da zero in un qualche modo, ed il manager di Lesnar potrebbe essere il giusto espediente.

SMACKDOWN

Big E

Dal mio punto di vista, il New Day non potrà durare per sempre: dopo aver dato un importante contributo alla compagnia, il trio sta calando sempre di più. Prima o poi, arriverà il fatidico momento nel quale la separazione sarà necessaria. Detto questo, se in Kofi Kingston e Xavier Woods vedo dei futuri mid/upper-carder, in Big E vedo un potenziale Main Eventer, considerando pure la fiducia che la dirigenza nutre in lui. Quindi, l’affiancare Paul Heyman all’ex campione di coppia potrebbe coincidere con la svolta decisiva per la carriera del performer. In più, concentrandoci sul fisico dell’atleta, pure il lottatore di colore è molto dotato, permettendo così ad Heyman di avere un cliente che segua la falsa riga di Lesnar. Dal punto di vista dei promo, l’ex campione NXT è migliorato notevolmente dal momento della formazione della stable, ma sicuramente potrebbe svolgere la parte di heel silenzioso senza troppi problemi. Che possa essere il fautore della ECW a far fare il definitivo salto di qualità a Big E?

RAW

Roman Reigns

Scelta molto scontata, ma, d’altronde, chi se non lui? Ragioniamo: prima di tutto, nel caso in cui venisse affiancato a Paul Heyman, Roman Reigns potrebbe risolvere uno dei suoi più grandi problemi, ossia la gestione dei promo. Si sa che quest’ultimo aspetto non sia il cavallo di battaglia dell’ex campione WWE, per questo Heyman potrebbe sicuramente sopperire a questa lacuna. In aggiunta, The Big Dog potrebbe ritrovarsi a ricoprire un ruolo che più si addice a lui, ossia quello del Powerhouse silenzioso. Guarda caso, come nello Shield, dove Roman fu in grado di mettersi in mostra, con l’unica differenza che avrebbe pure un manager come l’ex GM di Smackdown al fianco. Infine, non credo che sia necessario un turn heel in caso di avvicinamento a Paul Heyman: anche solo un ruolo da tweener potrebbe funzionare, il sindaco di Suplex City ne è la prova. In poche parole: lasciatemi sognare.

E voi, siete d’accordo con i miei cinque nomi? In caso non lo foste, chi non vi convince? Perché? Con chi lo sostituireste? Fatemelo sapere nei commenti.

The Notorious

The Notorious
Ho 19 anni. Seguo il wrestling da quando sono bambino, ed è tutt'ora la mia passione. Mi autodefinisco un WWE guy, perchè mi interessa soprattutto la federazione di Stamford, ma allo stesso tempo, quando ne ho modo seguo anche le indipendenti. F**k The Mayweathers.