Ci siamo, sono pochi oramai i giorni che ci dividono dal prossimo PPV targato WWE e Smackdown si presenta con tre match. Segnale che si è scelto di puntare sulla qualità degli incontri presentati piuttosto che sulla quantità, ma effettivamente sarà così? Cosa potremo aspettarci dallo show blu? Andiamo a scoprirlo insieme

WWE Women’s Championship: Bianca Belair (c) vs Bayley. Prima difesa titolata della Belair e già questo basterebbe per rendere tutta la lotta scontata, così com’è poi effettivamente, ma la divisione femminile dello show del venerdì sera, e soprattutto grazie a queste due atlete e alla Boss, sta assumendo sempre più rilevanza ed attenzione, il tutto, ovviamente, è meritato e quindi, siam sicuri che, come sempre, il match femminile sia quello di minor interesse in un PPV? Io questa volta dico di no, ne vedremo delle bellissime

WWE Smackdown Tag Team Championship: The Dirty Dawgs (Dolph Ziggler e Robert Roode) (c) contro Rey Mysterio e Dominik Mysterio. Quando, in precedenza, mi riferivo al match meno interessante domenica notte, tra quelli di Smackdown e sempre secondo il mio modesto parere, parlavo di questo incontro qua. Massimo rispetto per i quattro lottatori, soprattutto i due messicani, a favore dei quali c’è il mio personale pronostico. Cosa mi aspetto da questo match? I campioni che tenteranno la fuga e la vittoria di rapina/ scorretta e sicuramente molte prese aeree dai due Mysterio. Non sarà probabilmente l’incontro della serata ma nemmeno la pausa bagno che irrimediabilmente c’è sempre in tre ore di show. Cambio campioni? Molto probabile!

WWE Universal Championship: Roman Reigns (c) vs Cesaro. Sicuramente il main event della serata e sicuramente tra i migliori match che vedremo, basti solo considerare i nomi dei due atleti impegnati in questo incontro, sicuramente tra i migliori attualmente spendibili nella federazione di Stamford, e no, non sto scherzando. Anche qui cambio titolo molto improbabile ma in lotte come queste vale solo come viene raccontata una storia e sicuramente ne uscirà qualcosa di molto ma molto bello, con interferenze (purtroppo) annesse, sperando che non rovinino quella “magia” che potrà esserci

Insomma, come accade spesso in WWE nei PPV il ruolo di brand che propone le cose migliori spetta a Smackdown e anche questa card conferma quanto appena detto. I risultati forse sono quasi tutti scontati, non dovrebbero esserci grandi sorprese ma questo Wrestlemania Backlash rimane comunque appetibile e quindi da guardare assolutamente

Rimanete connessi con ZW con la preview ufficiale dell’evento, io vi aspetto comunque nei commenti 🙂

Desil

Desil
Studentessa universitaria con la passione per la scrittura e le serie TV, qui vi faccio compagnia con i miei report e gli editoriali. Attualmente trovo molti atleti interessanti ma rimango fedele sin dal 2014 al mio 'credo' per il King Slayer Seth Rollins e il fu Dean Ambrose, motivo quest'ultimo per il quale ho aperto i miei orizzonti verso i lidi giapponesi e l'AEW