Con un lungo post su Twitter, Cody Rhodes ha deciso di commentare e svelare i motivi che lo hanno portato a lasciare la WWE:

“Mettere un piede nel buon vecchio Greensboro Coliseum lunedì scorso può essere solo descritto come un mistico momento di chiarezza. Come molti di voi saprete, ho chiesto la risoluzione del mio contratto con la World Wrestling Entertainment ma una cosa importante è che i fans abbiano delle risposte sulla mia decisione, così da non lasciarli solo con delle domande. Molti aggettivi possono essere usati per descrivere il mio mentore nel wrestling, ma uno di cui mi dimentico spesso è senza paura..una cosa che speravo fosse più presente anche nella mia personalità

Così mentre mi trovo nello stesso spogliatoio in cui Ric Flair si è cambiato prima di modificare il business, e conquistare il titolo NWA a Starcade 83, è triste essere di nuovo esser messo in panchina durante uno show TV, costretto a guardare un monitor che promuove il ritorno di una grande star e prendendo a calci il mio borsone, con all’interno un costume lungo ed un kit per il face-paint. Sia HHH e Vince McMahon mi hanno sempre proposto delle sfide divertenti nella mia carriera ed io ho mostrato la mia gratitudine cercando di realizzare sempre il miglior segmento possibile, generare il massimo interesse. Mi hanno dato una chance di allenarmi insieme ad alcune delle migliori menti del business(gente come Arn Anderson e Fit Finlay). Avrei fatto questo lavoro anche gratis, ma questo non ha mai spinto la WWE a ricompersarmi con la stessa gentilezza. Il mio obiettivo nel pro wrestling è sempre stato quello di vincere il titolo WWE (mai vinto da mio padre) e per più di 10 anni ho cercato di convincere Vince e Triple H che potevo essere il loro top player, il loro quarterback, ma mi sa che abbiamo raggiunto quel momento in cui non hanno mai visto ciò in me. Apprezzo sinceramente il rispetto di HHH nei confronti di mio padre e come sia diventato un protettore della sua leggenda dopo la sua morte. Ma allo stesso tempo, non mi ha mai rispettato come quanto ha fatto con mio padre. Una delle ultime volte in cui abbiamo parlato mi ha detto “la WWE è un grande spettacolo, ognuno ha il suo ruolo e deve recitare al proprio meglio” Tutto quello che posso pensare è che “i migliori attori non accettano ruoli sencondari” Negli ultimi 6 mesi ho cercato di convincere il creative WWE ed entrambi i miei principali a mollare il personaggio di stardust per ritornare ad essere Cody Rhodes. Gli ho proposto diverse idee e scenari come un farebbe un venditore porta a porta..e credetemi che diversi hanno cercato di aiutarmi (Brian James, Nick, Faz, J Russo, Dave K, JBL & Cole che mi hanno permesso di esser me stesso durante il loro show su youtube) ma entrambi gli head writer di Raw ed SD (uno che pretendeva di essere Brian Gewirtz, e l’altro più interessato a provarci con le divas del settore di sviluppo) non hanno mai risposto alle mie e-mail o non mi hanno mai risposto faccia a faccia, facendo finta di essere occupati al computer..a volte facendo minimamente finta di esser interessati a quello che consideravo importante per più di un wrestler..cosa è quella frase? Non prendo un no come risposta..e quando non ottieni una minima risposta? E così..dopo aver fatto tutto quello che potevo per sfruttare al meglio le opportunita chè mi sono state date, quelle buone e quelle meno buone come “fatti un face-paint come tuo fratello”. La mia specialità era diventata trasformare idee di merda in buone idee e quando ho avuto una buona opportunità, le ho sfruttate. Ho avuto diversi match a wrestlemania ma ho anche visto un mio match a WrestleMania esser cancellato mentre stavo per salire sul ring, in attesa del segnale tramite il risuonare della mia theme song.

Così, come ho già detto, perchè mi sono sentito senza paure, anche per un minimo momento, ho preso una decisione. Mi sono reso conto che non devo vendere me stesso ad un sistema corrotto, a due writer incapi, dopo tutto quanto ho mostrato sul posto di lavoro, avevo bisogno di una via di uscita. Mi sono reso conto che il sangue conta più di un face-paint..non sono dusty rhodes..sono cody rhodes..sono un wrestler e sono fiero di esserlo. Si dice che non ha senso lasciare dei soldi su un tavolo, ma non ha senso prendere dei soldi se non riesci ad essere te stesso. Chiedete a mia moglie quante volte ho letto la cifra arrivata sugli ultimi assegni. Non ho mai fatto questo lavoro per i soldi, ma per i momenti che mi ha regalato e che io sia dannato se la leggenda di mio padre sarà “Stardust” o dei semplici video promo per NXT. Il mio compito non è prendere da dove ha lasciato mio padre, è soltanto un privilegio. Mi mancherà passare il tempo con diversi soldati in quello spogliatoio, ho guadagnato pure l’amicizia di alcuni di loro. Gente come Cesaro, Zack Ryder, Tyler Breeze, KO, Harper, Kofi, Tye, i wasteland ed NC..mantenete quello spogliatoio pulito e fate un match migliore delle aspettative che loro hanno nei vostri confronti. Credo che il meglio venga fuori grazie al duro lavoro. Il mio merita di essere altrove. Voglio ringraziare i fans ed anche quelli che mi hanno criticato. Non esiste nessuna migliore sensazione quando hai un fan che ha si aspetta di essere intrattenuto da te, o che prende un biglietto e trova qualcosa in cui sei carente ( considerando i miei primi anni da CAW della mia carriera, ho preso ogni critica e richieste di migliorare ogni volta il prodotto finale) Grazie ancora DAL PROFONDO DEL MIO CUORE. Un anno fa mi è stata portata via la luce più grande della mia vita quando ho perso mio padre..è tempo per me di cercare la mia illuminazione..questo non è un arrivederci. C’è un mondo nel cinema, nella televisione ed uno stage che potrei trovare dove esprimermi (forse ho già avuto una offerta). Per quanto riguarda il mio futuro, sono un wrestler ed è questo che farò…lottare.”

FONTEWrestlingInc & Zona Wrestling
Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 4 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista a tempo perso. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Ha visto i suoi Dallas Mavs vincere le Finals. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Drew Galloway Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Revival e tanti altri wrestler che non son tifati manco dai loro genitori. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.