Nell’ultimo show televisivo di Raw tenutosi a Denver, Colorado, a un fan presente nell’arena è stato confiscato il proprio cartellone. Tale cartellone, come visibile nel tweet di protesta del fan in questione, recitava “Roman Sucks”, e perciò la security dell’arena ha ritenuto opportuno confiscarlo.

 

Già nelle scorse settimane la WWE ha fatto parlare di sé per provvedimenti simili. A due fan infatti, presenti all’arena dove si è svolto il recente Hell in a Cell, vennero confiscati i cartelli perché contenenti riferimenti esplciti a All In e messaggi sarcastici nei confronti della WWE.

Voi cosa ne pensate? Questa mossa può essere considerata legittima da parte della WWE o pensate che ciò non rispetti la libertà dello spettatore?

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”10″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”1″ thumbnail_width=”120″ thumbnail_height=”180″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”5″ number_of_columns=”5″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”1″ show_slideshow_link=”0″ slideshow_link_text=”[ Le foto dei protagonisti – Mostra tutte ]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

VIA411 Mania
FONTE411 Mania
Mattia Tamberi
Chiamato anche "Lo Scarso" dai suoi malfidati amici, vive nella ridente città di Torino dove frequenta il liceo classico. Appassionato di videogiochi e fumetti oltre al wrestling, con il tempo è entrato nel mondo delle indy coltivando un grande amore soprattutto per la NJPW. Wrestler preferiti: Tetsuya Naito e Chris Jericho