Ric Flair, conseguentemente a quanto accaduto la scorsa settimana in quel di Raw, non era presente nel backstage dell’ultimo episodio dello show di punta targato WWE. Ora, la decisione di rimuovere dagli show il sedici volte Campione del Mondo è stata presa diverse settimane fa e, contrariamente alle voci circolate di recente, non si tratta di una punizione per gli atteggiamenti sopra le righe del 2 volte Hall Of Famer ma, piuttosto, di una semplice decisione creativa degli autori. Tra l’altro, pare che Flair sia destinato a tornare al fine di portare a termine l’intreccio narrativo che lo vede legato alla figlia Charlotte, attuale Women’s Champion.

 

FONTEEWrestlingNews.com & ZonaWrestling.net
ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.