Nei giorni scorsi, una serie di atleti e produttori della WWE sono stati licenziati. Nella lista spiccavano nomi noti (Rusev, Kurt Angle) e meno noti, alcuni dei quali presenti nella federazione da tantissimi anni (Mike Chioda persino dal 1989). Solo che i fan della compagnia si sono scatenati sui social ed hanno preso di mira Baron Corbin, non rientrato chiaramente nel gruppo degli epurati ma neanche tanto amato. A tal punto da dover rispondere per la prima volta con serietà alle critiche rivoltegli.

Alcuni fan avevano infatti scritto taggando la WWE per chiedere il suo licenziamento. In un momento così drammatico la seria richiesta è stata presa ovviamente con fastidio dal diretto interessato, che ha risposto chiedendo agli interlocutori (uno in particolare) di rivalutare la propria vita se è costretto ad arrivare a fare petizioni di questo genere.

Di seguito il suo tweet:

VIATwitter
FONTEWrestlingnewsco
Simone Spada
Giornalista professionista ed esperto di comunicazione, dal dicembre del 2006 è redattore di Zona Wrestling. Negli anni è stato autore di rubriche di successo come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Il primo giornalista in Italia ad aver parlato diffusamente di TNA ed AEW su un sito italiano di wrestling.