Come tutti ricorderete, Roman Reigns fu costretto a lasciare la WWE per mesi, a causa della sua lotta contro la leucemia, malattia con cui aveva già avuto a che fare. The Big Dog fece il suo ritorno mesi dopo e il 25 febbraio del 2019 annunciò la sua remissione e la possibilità di tornare a combattere a tempo pieno. Oggi ha affidato a Twitter la celebrazione di questo importante anniversario.

“Al resto penso io”

Anche se ora il suo personaggio da Tribal Chief non è molto incline alla confidenza con i fan, Roman Reigns ha voluto comunque dare un segnale di riconoscenza e voglia di lottare. L’atleta si è espresso con parole di ringraziamento verso Dio che lo fa svegliare ogni mattina, per poi potersi prendere cura di tutto ciò che riguarda la sua vita e portare avanti il suo ruolo di capo dominante.

Tutti ci auguriamo che Reigns non debba mai più fare un annuncio di ritiro come quello che spaventò il WWE Universe e che possa continuare ad esibirsi in piena forma per gli anni a venire, anche con questo nuovo personaggio che lo ha portato a regnare in lungo e in largo SmackDown e che lo porterà a difendere il suo Universal Title da Edge a WrestleMania.

FONTEringsidenews
Max Heenan
Ciao, ho 44 anni. Seguo il wrestling dai tempi di Hogan, Macho Man e Jim Duggan. Dopo un'interruzione di una decina d'anni, ho ripreso a seguire nel momento di splendore di Cena, Edge e Orton, diventando spesso critico verso il prodotto WWE, ma sviluppando una vera passione per personaggi heel o borderline (Punk, Owens, Wyatt) e per i cosiddetti ciccioni volanti (Umaga, Keith Lee, Samoa Joe). Mi piace molto scrivere e ho una laurea in lingue e letterature straniere. Per vivere, faccio il bibliotecario e l'attore di teatro, forse anche per questo del wrestling apprezzo molto le storie e la recitazione.