Il successo ottenuto da “All In” ha acceso diverse lampadine all’interno della WWE. La compagnia ha infatti preso al balzo la sua mania da competizione e sta ragionando su come organizzare il più grande evento indy del 2019 da mandare in onda sul WWE Network.

L’idea prevede l’utilizzo di atleti che non sono sotto contratto con la compagnia. Saranno impegnati soprattutto quelli che presenti nelle promotion alleate come la Insane, la Progress, la NOAH, la Evolve e la WWN. Lo show dovrebbe sortire due effetti: il primo è quello di battere i numeri di All In, il secondo invece è quello di porre uno steccato verso una serie di wrestler che potrebbero interessare al circuito NJPW (quindi anche ROH) e Impact Wrestling.

VIAWrestlingObserver & ZonaWrestling.net
FONTEwrestlinginc & zonawrestling.net
Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".