L’ex Superstar WWE, John Morrison, è stato di recente ospite al The Buzzards Wrestling Podcast dove si è esposto su diversi argomenti. Il wrestler, che si esibisce attualmente in Lucha Underground con il nome di Johnny Mundo, ha parlato in particolare dell’ex campione intercontinentale, The Miz, e del confronto tra la WWE e lo stesso TV/Wrestling Show, Lucha Underground:

Sul lavoro di The Miz in WWE:

“E’ un ragazzo che si impegna davvero tanto. Una cosa che è davvero importante per avere successo nel mondo del wrestling, secondo me, è quella di riuscire a far vivere la tua gimmick agli spettatori, creando empatia tra loro ed il tuo personaggio. The Miz riesce a fare tutto questo. E questo penso sia dovuto al fatto che lui é ‘The Miz’ tutto il tempo, non si distacca mai dal personaggio, riesce ad immedesimarsi nella sua gimmick come se quella fosse la sua vera realtà, ovviamente tutto questo quando è sotto gli occhi dei fan e delle telecamere. E’ molto raro trovare qualcuno che riesca a calzare alla perfezione nel suo personaggio e penso che questa cosa rappresenti la chiave del suo successo”

Sul fatto che la WWE ed Impact abbiano preso idee da Lucha Underground:

Penso che Lucha Undrground sia stata la prima vera promotion che è riuscita ad integrare le emozioni ed il mondo dei film d’azione con il wrestling. In Lucha si girano segmenti che contribuiscono a tenere insieme tutte le trame dello show, con uno stile molto simile a quello delle serie Tv o a quello dei film”-Morrison ha poi continuato- “la Total Deletion e l’House of Horrors, in WWE, hanno tratto ispirazione da L.U. , cosi come altre cose in WWE. Penso che tanti trends siano partiti proprio da Lucha Underground”

FONTEdailywrestlingnews.com
Francesco Zel Celotto
The Phenomenal ZelOne. Studente universitario, appassionato musicista, amante del Wrestling sin dalla sua infanzia, con il culto per Star Wars e i supereroi. Combatte nella vita di tutti i giorni per difendere la propria fede bianconera in quel di Napoli. I suoi wrestler preferiti sono Seth Rollins, AJ Styles, Sami Zayn e Rob Van Dam.