La scorsa serata a Raw si è consumata una pesantissima sconfitta per Kurt Angle, che è stato letteralmente umiliato da Drew McIntyre, con tanto di sconfitta avvenuta per mano della sua stessa finisher, la ankle lock.

Si tratta certamente di un premio per il wrestler scozzese ma anche di una sconfitta oltremodo umiliante per Angle. L’ormai ex GM di Raw non partiva certo favorito nei confronti di un wrestler più giovane e in forma come McIntyre, eppure quella che si è vista è stata una vera e propria pubblica umiliazione, con Angle che è stato irriso con successo.

Secondo quanto raccontato dal Wrestling Observer Radio, questa potrebbe essere stata una sorta di punizione, anche se non è ben chiaro il motivo: “Non avrei trattato una leggenda in questo modo – ha spiegato il reporter Dave Meltzer – E’ stata una vergogna. Credevo che un wrestler come Kurt avrebbe conservato almeno un po’ di dignità, invece è stato proprio brutto. Mi è sembrata una punizione per non essersi recato in Arabia Saudita, come se Vince avesse preso lui al posto di Daniel Bryan.” Il problema, in effetti, è che Angle in Arabia Saudita c’era e che comunque non sembra che il rifiuto di John Cena e Daniel Bryan sia stato preso così male dalla compagnia, che anzi ha cercato di addolcire loro la pillola con un’offerta economica vantaggiosa, piuttosto che minacciare ritorsioni.

Come si può leggere questa clamorosa sconfitta di Kurt Angle? Ci sarà forse un seguito a questa umiliazione, o questa disfatta segna la fine, almeno per ora, della carriera lottata di Kurt Angle in WWE?

Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.