Siamo arrivati come ogni anno, come ogni Gennaio, a quello che è sempre stato, è e probabilmente lo sarà ancora a lungo, uno dei PPV più attesi dell’intero calendario della World Wrestling Entertainment: la Royal Rumble. L’evento di quest’anno, oltre alla consueta battaglia reale a 30 uomini, vedrà anche un’altra mega rissa a trenta, ma fra donne. La Women’s Revolution ha portato anche questo e per la prima volta, in quel del Wells Fargo Center di Philadelphia, Pennsylvania, assisteremo a una Royal Rumble con trenta donne, alcune delle quali molto in alto nel Ranking mondiale. Tutti pronti quindi, Zona Wrestling non manca e Giovanni “GiovY2JPitz” Pitzalis vi guida nella Preview dell’evento. Buona lettura.

 

KICK OFF

ONE ON ONE MATCH

Bobby Roode Open Challenge for the WWE United States Championship

Ho sentito tanti nomi in questi giorni, ma non mi aspetto né un Wrestler che da poco ha avuto a che fare con Bobby Roode, né un Wrestler al ritorno, quindi escluderei Jinder Mahal e Dolph Ziggler. Penso che la WWE proponga un Wrestler di medio profilo che per la prima volta va a combattere per la cintura. Il mio nome è Mojo Rawley. Winner and Still WWE United States Championship: Bobby Roode.

 

TAG TEAM MATCH

Kalisto, Lince Dorado and Gran Metalik vs TJ Perkins, Jack Gallagher and Drew Gulak

Passerella anche per i Cruiserweight, che probabilmente non avranno troppo spazio durante il Royal Rumble Match. Il titolo purtroppo non c’è, perché un uomo che lo porti alla vita non esiste, quindi un bel tre contro tre (che stranezza) ce lo piazzano nel Pre Show. Sarà un incontro di pochi minuti, stile Main Event (lo Show) che dopo qualche bella manovra e qualche repentino cambio di fronte vedrà i Face trionfare con TJ Perkins a prendersi lo schienamento. Winners: Kalisto, Lince Dorado and Gran Metalik. 

 

TAG TEAM MATCH

Luke Gallows and Karl Anderson vs Revival

Gallows and Anderson al momento sono funzionali a Finn Balor, in quest’ottica li vedo e credo che anche la WWE faccia lo stesso. I Revival hanno bisogno di una “rivincita” dopo i fatti di Raw 25 e questa vittoria, magari sporca, può essere l’inizio del rilancio. Altro Match breve, buono per mandare uno Spot pubblicitario e regalare qualche buon saggio di chimica di squadra. Winners: Revival.


 

MAIN SHOW

 

ROYAL RUMBLE MATCH

30 Women Royal Rumble Match to Determinate the WWE Raw or Smackdown Women’s Championship First Contender at Wrestlemania 34

La storia sarà scritta in questa edizione della Royal Rumble. Un Match che per anni ha potuto soltanto godere di qualche comparsata femminile, prima virtualmente, in un video gioco del 1994 nel quale Luna Vachon poteva essere utilizzata anche nel Royal Rumble Match, poi con Chyna, due volte, con Beth Phoenix e con Kharma, quest’anno sarà tutto dedicato al gentil sesso, che sicuramente, domani notte sul Ring, tanto “gentil” non sarà. E’ la prima, quindi ci sono un’infinità di possibilità. Potrebbe vincere la lottatrice affermata che viene premiata degli anni di duro lavoro, come Sasha Banks o Becky Lynch. Potrebbe vincere l’imbattuta, ovvero Asuka. Potrebbe vincere la lottatrice che nessuno si aspetta, ma che grazie a questo entra di diritto nella zona alta della categoria, come Ruby Riott o Nia Jax. O potrebbe vincere, mai dire mai, anche una debuttante, sia da NXT che in assoluto, per esempio Ronda Rousey o Candice La Rae. Francamente è difficile fare un pronostico, anche perché la favoritissima, Asuka, se dobbiamo dirla tutta non avrebbe nessun bisogno di una Royal Rumble per diventare una delle migliori, in tutti i sensi, della compagnia. Credo che però, alla fine, per preservare la sua imbattibilità fino a Wrestlemania, e probabilmente oltre, sarà proprio la giapponese a essere l’ultima sul quadrato, con buona pace di Becky Lynch, Sasha Banks, Bayley, Nia Jax e di tutto il resto del Roster, nel quale francamente non vedo, dopo l’infortunio della povera Paige, un nome papabile. Certo, ci sarebbe Ronda, ma ci sarebbero anche degli impegni cinematografici che, a quanto dice, non le permetterebbero di essere al Wells Fargo Center domani notte. Quindi mi prendo il sicuro, che poi sicuro non lo è affatto, e pronostico Asuka. Non escluderei nemmeno un suo ingresso con il numero 27, numero che tanto ha dato in termine di quantità di vincitori della rissa reale e che credo possa essere un buon richiamo al passato che si congiunge al presente. Bayley sarà la numero 1, insieme a lei Natalya con il 2. Se dovesse esserci Ronda, allora sarebbe la numero 30, troppo acerba per un Match cosi lungo e complicato e nel quale, di sicuro, comunque sia sarebbe nella Final Four. Suggestioni a parte però, una Final Four deve esserci, ed escludendo l’ex UFC, realisticamente fuori dalla contesa, vado con loro: Asuka, Sasha Banks, Bayley e  Nia Jax, con quest’ultima che probabilmente avrà l’onore e l’onere di eliminare Santina, a mio avvisa entrante a sorpresa. Sorpresa che probabilmente non sarebbe l’unica, Lita, Beth Phoenix, Trish Stratus, Kharma, e Ivory, le candidate per quanto mi riguarda. Winner and First Contender for the WWE Raw Women’s Championship at Wrestlemania 34: Asuka.

 

TAG TEAM MATCH

Seth Rollins and Jason Jordan (c) vs Cesaro and Sheamus for the WWE Raw Tag Team Championship

Ormai è chiaro, Jason Jordan è un Heel, sta cercando di trascinare con lui Seth Rollins ma lo Split è vicino e il vociferarsi di un Match a Wrestlemania fra i due, che potenzialmente potrebbe tranquillamente rubare la scena in termini di Wrestling lottato, non fa che confermare quello che di qui a poco sarà un fatto. La domanda è: sarà qui che avverrà la rottura completa? Secondo me no, ma con questo non voglio dire che manterranno le cinture. Jason Jordan e Seth Rollins perderanno probabilmente per un altro inconveniente come quello che abbiamo visto a Raw, e allora, ecco che la rottura si avvicina, con culmine, magari, in quel di Elimination Chamber. Dall’altra parte mettiamo i titoli in cassaforte, consegnandoli a un Tag Team solido, affermato e preparato come Sheamus e Cesaro, che già in passato hanno dimostrato di sapere perfettamente che cosa fare. Sarà un bell’incontro e nonostante il tempo a disposizione non sarà esagerato, impacchetteranno una contesa per lo meno ben oltre la sufficienza. Winners and New WWE Raw Tag Team Champions: Sheamus and Cesaro.

 

HANDICAP MATCH

AJ Styles (c) vs Kevin Owens and Samia Zayn for the WWE Championship

Quindi la WWE ha deciso che il titolo WWE può essere condiviso, come successo in passato con il titolo delle Divas, le Laycool, e come successo e succede per i titoli di coppia quando si parla della famigerata Freebirds Ruls. Non so perché e non voglio saperlo, dico solo che non mi piacerebbe per niente. Dico anche che non credo che la WWE faccia alla fine questa scelta, perché significherebbe creare un pericoloso precedente, oltre che dividere la gloria a metà per un premio, che sempre e comunque, deve essere di un singolo: stiamo parlando del titolo più importante della compagnia. Alla fine quindi, in un modo o nell’altro, grazie a Shane McMahon o Daniel Bryan (credo che la situazione cambi qualcosa più in questo senso che in altri), AJ Styles conserverà la cintura e la difenderà a Wrestlemania, magari contro Shinsuke Nakamura, magari contro John Cena, magari non saprei, però penso andrà cosi. Kevin Owens e Sami Zayn andranno avanti con i loro giochetti e Shane e Bryan gli andranno dietro fino a Wrestlemania. Chissà, magari Owens e Zayn poi entreranno nella Rumble e diranno la loro. Sarà un incontro particolare ma per questo non brutto, credo che anche in questo caso, se ben bookato, potremmo andare ben oltre il sei. Winner and Still WWE Champion: AJ Styles.

 

TAG TEAM MATCH

The Usos (c) vs Chad Gabel and Shelton Benjamin in a Two Out of Three Falls Match for the WWE Smackdown Tag Team Championship

Altro incontro di coppia e altro titolo in palio. Stavolta da una parte ci sono gli Usos, campioni Heel che tanto bene stanno facendo, e dall’altro i nuovo American Alpha, Wrestler tecnici come pochi se ne vedono in giro. Francamente non so se i contendenti siano pronti a portarsi a casa le cinture, non mi sembra che l’affiatamento sia dei migliori, ma sicuramente sarebbe un bel cambio, che darebbe aria alla categoria e contribuirebbe a quella che deve essere la crescita continua di Chad Gable, un ragazzo che a mio avviso ha potenziale e talento da vendere.  La stipulazione si sposa a meraviglia con le caratteristiche di entrambi i Team, che bene se la cavano in contese lunghe e hanno abbastanza fantasia da poter mettere insieme un incontro ben assortito. Per questa volta gli Usos manterranno secondo me, ma sono sicuro che la vittoria di Gable e Benjamin è soltanto rimandata. Winners and Still WWE Smackdown Tag Team Champions: The Usos.

 

TRIPLE THREAT MATCH

Brock Lesnar (c) (w/Paul Heyman) vs Braun Strowman vs Kane for the WWE Universal Championship

Match senza squalifiche, che con tre pesi massimi è quello che serve per sopperire alle mancanze tecniche. Brock Lesnar inonderà gli avversari di Suplex, che però dal canto loro risponderanno a suon di tavoli sfondati e gradoni smontati. Potrebbe uscire fuori una ciofeca di incontro, ma anche no. I tempi brevi e l’azione senza pause, se non quelle a effetto, possono anche regalarci quei dieci minuti di intrattenimento godibile e forse più. Per quanto mi riguarda attendo questo incontro con trepidazione, dato che a livello di percentuali è secondo me quello fra i due con il campione che ha le possibilità più basse di mantenere, ma con questo non voglio dire che queste possibilità siano inferiori a quelle degli sfidanti. 60% Brock Lesnar, 39% Braun Strowman, 1% Kane. Credo che alla fine la bestia manterrà perché a Wrestlemania ci sarà Roman Reigns ad aspettarlo, che vinca o no il Royal Rumble Match. Sta di fatto che non escludo e non voglio escludere sorprese, che quando vengono sotto forma di novità, sono sempre ben accette. Winner and Still WWE Universal Champion: Brock Lesnar. 

 

ROYAL RUMBLE MATCH

30 Men Royal Rumble Match to Determinate the WWE or Universal Championship First Contender at Wrestlemania 34

Ci siamo. Il Royal Rumble Match è tornato anche in questo 2018. Fare un pronostico non è mai facile quando si parla di rissa reale e quest’anno la difficoltà aumenta. Aumenta in primis perché ad ogni nome c’è una scusante dietro che potrebbe farci desistere dal pronosticarlo, in secundis perché come dimostrato l’anno scorso, può sempre uscire fuori qualcuno che nessuno immaginava avrebbe potuto vincere, se non qualche centro scommesse che non guardo e non voglio guardare. Partiamo con i nomi papabili di Smackdown, principalmente due: Shinsuke Nakamura e Kevin Owens. Sul primo ho quasi perso ogni speranza, un po’ perché il suo profilo si è abbassato, un po’ perché sembra che il futuro del Main Event si incentrerà ancora sulla faida che vede coinvolti Commissioner e General Manager. E questo ci porta al secondo nome. Kevin Owens è il classico sbruffone che arriva al momento decisivo, perde e poi si prende con la forza, o no, il suo numero per entrare nella rissa reale e comunque sia, diventarne un protagonista. Ora, è vero che per essere un protagonista non è detto tu debba vincere, perché in passato certe rivalità che hanno caratterizzato la battaglia, hanno poi sfociato in grandi faide, ma la sua vittoria, per il suo Status attuale, non può essere completamente esclusa. Raw invece: Roman Reigns, Braun Strowman e John Cena. Roman Reigns è il volto della WWE, o comunque quello che la compagnia vuole continuare a proporci come tale, quindi non inserire il suo nome fra i papabili, anche alla luce dei Rumor che da praticamente un anno lo vogliono contro Brock Lesnar nel Main Event di Wrestlemania, sarebbe da pazzi. Per Braun Strowman invece vale il discorso fatto per Kevin Owens, ovvero che perde e entra nella rissa reale per prendersi il Main Event del Granddaddy of Them All e poi la cintura. Non sarebbe male, considerando gli enormi miglioramenti  e il modo nel quale tutti, al giorno d’oggi, lo apprezzano e lo acclamano. John Cena, che si in realtà è un Free Agent ma va bene uguale, invece è quel nome sempre spendibile, che al contrario di Randy Orton l’anno scorso non può non far pensare a se stesso come vincitore fra i trenta. Questo perché comunque lui deve essere in un Match di Cartello a Wrestlemania e nel momento in cui hai altri programmi per altri Wrestler, o magari non ti fidi a dare questo fardello a qualcuno che non ritieni pronto, lui è sempre li ed è capace di qualsiasi cosa in questo Business. I nomi sono cinque per quello che credo e francamente anche a poche ore dall’inizio del Match non saprei su chi spendere un centesimo, ma devo farlo e presto lo farò. Prima però il discorso sorprese, che a parte qualche vecchia gloria, e magari qualche nome da NXT (Roderick Strong? Killian Dain? Lars Sullivan?) , non credo ce ne saranno di grosse. L’unico nome che se vogliamo possiamo considerare “grosso” sarebbe quello di EC3, che però francamente, non sposterebbe poi tanto gli equilibri, almeno per quanto riguarda la reazione iniziale, poi in futuro si vedrà. Speriamo in un buon Booking, in un giusto numero di interazioni interessanti e speriamo soprattutto nello sfruttamento del Match per l’inizio di belle rivalità, che da qui a Wrestlemania dovranno svilupparsi e sfociare nei Match più importanti della Card. Numero 1 Seth Rollins, numero 2 Shinsuke Nakamura, numero 30 Braun Strowman. Winner and First Contender at Universal Championship at Wrestlemania 34: Roman Reigns.


 

SPECIAL EVENT

La Royal Rumble come ogni anno è uno degli eventi più venduti, seguiti e attesi. Troppo spesso ultimamente lo Show con la battaglia reale protagonista è deludente, speriamo che non sia cosi quest’anno. Ci sono tante possibilità per far venire fuori un evento da leccarsi i baffi, e non parlo soltanto del Main Event. Le sorprese, che purtroppo ho imparato a non aspettarmi, sono sempre gradite e con un pizzico di inventiva e di voglia di rischiare, quest’anno potremmo davvero vedere un cambiamento nelle menti di chi comanda. Speriamo bene e forza Shinsuke. Godetevela.

 

 

GiovY2JPitz
Appassionato di vecchia data, una vita a rincorrere il Pro Wrestling, dal lontano 1990. Studioso della disciplina e della sua storia. Scrive su Zona Wrestling dal 2009, con articoli di ogni genere, storia, Preview, Review, Radio Show, attualità e all'occasione Report e News, dei quali ha fatto incetta nei primi anni su queste pagine. Segue da molti anni Major ed Indy americane e non. Jerichoholic nel profondo!