Buongiorno e buon sabato a tutti amici di Zona Wrestling.  Oggi è 15 Dicembre e fra poco più di 24 ore andrà in scena l’ultimo evento della WWE per quanto riguarda il 2018: Tables, Ladders & Chairs. Lo Show è anche l’ultimo per quanto riguarda gli eventi importanti in generale dell’annata, e segna l’inizio della vera Road to Wrestlemania, che passerà per la Royal Rumble e per i PPV secondari che divideranno quest’ultima da Wrestlemania 35. TLC avrà luogo al SAP Center di San José, California, e vedrà al suo interno ben 12 Match. Qualcuno probabilmente salterà per infortunio, come già ampiamente preannunciato, qualcun altro finirà nel Pre Show, poco ma sicuro, ma gli incontri più importanti di sicuro ci terranno incollati allo schermo per buona parte del Main Show. Bando alle ciance quindi e cominciamo con la nostra Preview. Da parte di Giovanni “GiovY2JPitz” Pitzalis, buona lettura a tutti.

 

ONE ON ONE MATCH

Buddy Murphy (c) vs Cedric Alexander for the WWE Cruiserweight Championship

Cedric Alexander torna all’assalto del titolo Cruiser dopo una pausa nella quale è stato Mustapha Alì a sbattere sul muro chiamato Buddy Murphy. Il lottatore australiano, infatti, è in grande spolvero e non sembra avere intenzione di abdicare presto. Dal canto suo Alexander rimane uno degli uomini migliori del Roster e adesso che Mustapha Alì sembra che resterà a Smackdown, almeno per un periodo, è il momento di provare a riportarsi a casa la cintura. Credo che sarà Alexander infatti, a strappare la cintura a Murphy, ma non credo che avverrà a TLC. L’incontro sarà gradevole e ben combattuto, due stili che possono amalgamarsi a meraviglia e che metteranno ancora una volta in luce le qualità di entrambi. Winner and Still WWE Cruiserweight Champion: Buddy Murphy.

 

ONE ON ONE MATCH

Natalya vs Ruby Riott (w/Liv Morgan & Sarah Logan) in a Tables Match

“Aggiuntina” della quale si poteva fare a meno, considerando che la faida non che sia stata costruita poi con parsimonia e con tempo. Natalya difende l’onore della famiglia, ritagliando a suo padre quello spazio che spesso e volentieri la WWE gli ha negato nei suoi Show, Total Divas a parte. Ruby invece continua a costruirsi un personaggio cattivo e spietato, che messo a confronto con la vecchia Heidi Lovelace della CHIKARA, è molto più credibile e meno bambinesco. L’incontro sarà breve e con diverse interferenze, soprattutto a favore della Heel, che secondo me, alla fine dei conti si porterà a casa la vittoria. Winner: Ruby Riott.

 

TRIPLE THREAT MATCH

The Bar (c) vs The Usos vs New Day for the WWE Smackdown Tag Team Championship

In questo Match c’è il succo della categoria di Smackdown. In questo Match ci sono i Tag Team che per anni hanno tenuto a galla lo Show blu, nella divisione, e che continuano a farlo. Non riesco a stancarmi del New Day, degli Usos e dei Bar, perché hanno grandi qualità e sono l’esempio vivente che con un buon lavoro, si può arrivare lontano. Che prendano esempio coloro che scrivono e decidono quello che va in scena a Raw nella categoria Tag Team. Non ho dubbi sulla qualità della contesa, una delle candidate a Match della serata. Certo, una stipulazione avrebbe potuto dare un tocco in più, però la WWE ha preferito affidarsi al talento dei Team senza sprecare stipulazioni da dare poi a altri Match. Forse non è un male, perché come dico sempre, la stessa stipulazione troppe volte svilisce il suo valore. Credo che i Bar perdano le cinture a questo giro e considerando che sia Usos che New Day sono coppie degne, quindi senza aver paura di cader male, sto tranquillo. E scelgo i primi. Winners and New WWE Smackdown Tag Team Champions: The Usos.

 

ONE ON ONE MATCH

Finn Balor vs Drew McIntyre

Questo è uno degli incontri messi nella Card giusto per tenere impegnati i contendenti, soprattutto Drew McIntyre. Uno di quegl’incontri che alla luce del numero finale dei Match, 12, avremmo anche potuto evitare. Ironia della sorte, forse lo eviteremo davvero, dato che Finn Balor non sembra essere in condizioni fisiche adatte al combattimento. Nel caso lo fosse, però, direi che dal Match mi aspetto una sufficienza piena, massimo sei e mezzo, con un finale pulito a favore dello scozzese, ormai nelle grazie di VKM. Winner: Drew McIntyre.

 

TAG TEAM MATCH

Fabulous Truth vs Mahalicia (w/Singh Brothers) In the Final of Mixed Match Challenge Tournament to Enter in the Royal Rumble Matches with Number 30

Terzo Match che ci potevamo evitare, ma che alla fine, vista la stipulazione, non solo vedremo, ma vedremo anche nella Main Card. I vincitori avranno il numero 30 nella prossima Royal Rumble e sinceramente, fra tutti quelli che vedo, l’unica che non mi fa storcere troppo il naso è Carmella. Comunque questo c’è e questo dobbiamo giudicare. Sarà un incontro breve e nonostante questo spezzettato, come tutti quelli di  Mixed Match Challenge, che ci restituirà la più classica occasione per recarci al bagno durante l’evento. Grazie WWE. Winners of the Mixed Match Challenge and Next Numbers 30s in the Royal Rumble Matches: Fabulous Truth.

 

ONE ON ONE MATCH

Elias vs Bobby Lashley (w/Lio Rush) in a Ladder Match

Sembra che Vince McMahon si sia “invaghito” di Lio Rush, cosa che proteggerà Bobby Lashley da una lenta decadenza, almeno nei prossimi mesi. La cosa lo porta quindi dentro la Card, nella quale entra proprio come Drew McIntyre, giusto per non starne fuori. Come Finn Balor anche Elias sarà una vittima sacrificale, cosa che mi dispiace enormemente, in entrambi i casi. Incontro lento, che sarà allietato ogni tanto soltanto dalle mosse del buon Rush e dal fatto che una chitarra verrà spaccata in testa a qualcuno. Winner: Bobby Lashley.

 

ONE ON ONE MATCH

Braun Strowman vs Baron Corbin in a TLC Match -If Braun Strowman Wins He will Recieve a Title Shot for the WWE Universal Title at Royal Rumble. If Baron Corbin Wins He Will Become the New Full-Time Raw General Manager

Altro incontro in dubbio, in questa serata falcidiata dagli infortuni. Probabilmente un Angle risolverà la situazione, ma difficilmente, per ciò che ho letto, la contesa avrà luogo. Baron Corbin non combatterà, non sarà General Manager definitivo e Braun si prenderà la sua Title Shot in un altro momento. Nel caso il Match ci fosse, però, vincerà Braun, dopo una quindicina di lunghi, logoranti minuti. Winner and First Contender for the WWE Universal Title at Royal Rumble: Bruan Strowman.

 

ONE ON ONE MATCH

Rey Mysterio vs Randy Orton in a Chair Match

Era troppo bello per essere vero. Ci avevo sperato di non vedere spazio occupato in un PPV nel 2018 per un Match fra Rey Mysterio e Randy Orton. Per carità, onore alle loro carriere, al loro Star Power e alle loro capacità di vendita, però col ben di Odino che abbiano, sarebbe meglio lasciare spazio, per lo meno quando questo non c’è. Discorso di sempre: Randy ha voglia? Può tirare fuori uni dei Match migliori dell’evento; Randy non ha voglia? Lentezza e tempi morti. Tante sediate, qualche 619, qualche RKO e la portano a casa. Speriamo bene. Winner: Randy Orton.

 

ONE ON ONE MATCH

“The New” Daniel Bryan (c) vs AJ Styles for the WWE Championship

Lo so cosa state pensando: ma questo non sarà il Main Event? Francamente non lo avrei scambiato per nessun altro Match se non per quello che invece, secondo me, sarà il Main Event, ovvero il Triple Threat TLC per il titolo femminile. Già, perché titolo WWE maschile e femminile devono avere lo stesso valore, cosi si costruiscono le categorie femminili, e siccome quello è un TLC, è giusto che finisca nel Main Event. Lo so, AJ e Bryan per un motivo o per l’altro il Main Event lo saltano sempre, però questa volta direi che la cosa è giustificata (sempre che poi il Main Event non sia qualcun altro. No, nemmeno Dean Ambrose contro Seth Rollins). Tornando al Match, direi che sul Ring abbiamo uno dei “duetti” migliori al mondo a livello potenziale. Entrambi conoscono il quadrato e si conoscono a vicenda. Non c’è molto da aggiungere quando il talento è tanto grande. La vittoria? Difficile. Sia uno che l’altro potrebbero vincere la Royal Rumble, come uscire vincenti da l’Elimination Chamber o prendere parte da campioni al Main Event di Wrestlemania. Insomma l’uguaglianza di Star Power, bravura, ecc, non lascia presagire qualcosa che non rientri nelle decisioni personali di Vince McMahon, come il vociferato Randy Orton contro AJ a WM. Ma anche in questo caso la cosa potrebbe svilupparsi in almeno tre modi diversi. Vado con la conferma. Winner and Still WWE Champion: “The New” Daniel Bryan.

 

ONE ON ONE MATCH

Ronda Rousey (c) vs Nia Jax for the WWE Raw Women’s Championship

Ronda Rousey e Nia Jax sono due che sul Ring si sono già incontrate e non hanno fatto poi cosi male. Stavolta, sperando di vedere dei miglioramenti soprattutto nell’alchimia, direi che non può che finire ancora a favore di Ronda, anche se stavolta non per squalifica. Nessuna Alexa Bliss a intervenire e nessuna scusa per la lottatrice di origine samoane. Ronda Rousey deve arrivare a Wrestlemania da campionessa, perché la vincitrice della Rumble, speriamo Becky Lynch, andrà a prendersi il titolo di Raw al Granddaddy of Them All. Nia farà volare Ronda da una parte all’altra, fino a che quest’ultima non si attaccherà al suo braccio come una belva alla preda e la farà cedere. Winner and Still WWE Raw Women’s Champion: Ronda Rousey.

 

ONE ON ONE MATCH

Seth Rollins (c) vs Dean Ambrose in a Ladder Match for the WWE Intercontinental Championship

Faida che lascia dentro di me il tempo che trova. Già vista, con due Character già visti, che avrebbero potuto essere invertiti per un qualcosa di più avvincente. Seth Rollins sarebbe oggi un Heel diverso, con una credibilità maggiore, e Dean Ambrose il pazzo di sempre, quello che è uguale sia da Heel che da Face. Invece c’è il sorridente Rollins, Wrestler che adoro, non fraintendetemi, e il solito Ambrose. Se fosse il titolo universale spererei in una vittoria di Rollins, ma il titolo intercontinentale può essere tranquillamente portato da Ambrose, che lascerebbe a Rollins libero di lanciarsi verso il titolo universale, se gli dei vogliono, a Wrestlemania. Pochi dubbi, di contro, sulla qualità della contesa. Sarà un grande Match che i due dedicheranno al buon Roman Reigns, che speriamo tutti di rivedere presto sui Ring accanto ai vecchi compagni. Winner and New WWE Intercontinental Champion: Dean Ambrose.

 

TRIPLE THREAT MATCH

Becky Lynch (c) vs Charlotte Flair vs Asuka in a TLC Match for the WWE Smackdown Women’s Championship

Eccoci arrivati a quello che secondo me sarà il Main Event. Becky Lynch è una grande campionessa e le lascerei quella cintura per due anni. Mi è sempre piaciuta, la adoravo anche quando tutti non vedevano niente in lei e le preferivano Sasha Banks o Bayley. Rimane per me una delle tre migliori lottatrici della WWE e adesso che è venuto fuori anche il suo carisma, non potrei essere più felice, anche perché nel CZW anche lei ha attraversato la fase “Dean Ambrose”, e con pazienza ho dato fiducia a tutti. Contento di aver avuto ragione. Detto questo, spero che perda. Spero che perda perché la voglio sul tetto del mondo a Wrestlemania, dopo averla vista battere Ronda Rousey. Per fare questo voglio però che vinca la Royal Rumble. Non deve essere schienata, può comunque farà una grandissima figura e non lascia il titolo in mani inesperte o poco meritevoli. Charlotte sarebbe una campionessa eccellente, esattamente come Asuka. Proprio Charlotte Flair spero che vinca la cintura, la stessa che può poi consegnarla ad Asuka, in un Rematch (però un Rematch vero) in quel di Wrestlemania, mentre Becky diventa campionessa di Raw sconfiggendo Ronda. Fantawrestling? Pazienza, la WWE in questo caso potrebbe prendere molte direzioni diverse, tutte buone, quindi è difficile capire ciò che faranno. Io scelgo la mia opzione. Winner and New WWE Smackdown Women’s Champion: Charlotte Flair.


 

LIVE EVENT

Il PPV finale non è che sia tradizionalmente un evento imperdibile, e non credo che nemmeno quest’anno lo sarà, almeno nella sua completezza. Penso però che diversi tasselli del mosaico possano dare davvero un bel colpo di coda al 2018: Bryan/Styles, Charlotte/Becky/Asuka, Rollins/Ambrose, e anche il Match per i titoli di coppia. Quindi non rinuncerò a vederlo, come mai faccio, e auguro a tutti voi una buona visione.

 

 

 

 

 

 

GiovY2JPitz
Appassionato di vecchia data, una vita a rincorrere il Pro Wrestling, dal lontano 1990. Studioso della disciplina e della sua storia. Scrive su Zona Wrestling dal 2009, con articoli di ogni genere, storia, Preview, Review, Radio Show, attualità e all'occasione Report e News, dei quali ha fatto incetta nei primi anni su queste pagine. Segue da molti anni Major ed Indy americane e non. Jerichoholic nel profondo!