Ha fatto molto discutere la decisione della WWE di limitare l’accesso di numerosi atleti britannici alle federazioni mondiali. Ad esempio, al momento sarà pressoché impossibile poter vedere Pete Dunne, Mark Andrews, Wolfgang, Tyler Bate, Trent Seven e altri nelle federazioni italiane. A proposito di questo, tre wrestler di spicco della scena indy hanno voluto esporre il proprio pensiero su questa decisione.

 

Il primo è stato David Starr, da un anno impegnato in una spola tra UK e USA: “Il fatto che la WWE metta delle restrizioni agli atleti britannici non significa che la scena europea morirà. La scena rimarrà viva grazie al vostro (dei fan) supporto. Voi siete il sangue che fa circolare la vita nel wrestling. Attendete di rivedere quei ragazzi regalarvi le loro mosse e i loro spot quando torneranno liberi“.

Più ironici invece Will Ospreay e Mark Haskins. Il primo ha chiesto su Twitter: “Adesso con quale collega inglese posso lottare?“. Il secondo è stato più diretto postando su Instagram una propria foto con la maglia recante la scritta “Screw Indy Wrestling” e il messaggio “Atleti inglesi della WWE, ho una maglia per voi“.

VIATwitter.com & ZonaWrestling.net
FONTE411Mania & ZonaWrestling.net
Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".