Arriviamo cari amici di Zona Wrestling ai premi caldi della settimana partendo inevitabilmente dal miglior ppv dell’anno. In questo caso, è quasi scontato dirvelo, la WWE ha avuto una marcia in più potendo contare su una costanza di proposizione degli eventi a pagamento. Per questo la redazione è stata molto compatta nel votare il ppv Money In The Bank.

Il nostro NM Punk Danilo scriveva il 22 giugno: “Card assolutamente meritevole di menzione positiva a fine anno, con due match assolutamente ottimo ed un MITB adatto ad arricchire il piatto finale. Unico neo: un’undercard decisamente poco coinvolgente e mal distribuita”. Sicuramente queste parole possono spiegare benissimo il perché tanti ragazzi della redazione hanno deciso di andare a colpo sicuro su un evento che, oltre alla qualità di qualche match, ha avuto una alta qualità nei risultati – in particolare nel main event dove al termine di un match serrato, Seth Rollins ha strappato il WWE Title a Roman Reigns facendo scattare il plauso generale. Una gioia che non è stata affatto smorzata dall’arrivo a sorpresa di Dean Ambrose, vincitore poco prima del Ladder Match con in palio la valigetta e la title shot al titolo. Un colpo alle spalle ed uno al cuore, con l’inevitabile girandola di corsi e ricorsi storici sullo Shield e i suoi componenti. Gli sguardi amareggiati di Reigns e di Rollins a fine serata riassumono bene la sorpresa e il lieto fine, comunque potesse andare.

Attenzione però, a prendersi la scena sono altri due figuri di diversa estrazione ed esperienza ma che in WWE dovevano ancora dire tutto. Baron Corbin ha avuto un match serio e piacevole con Dolph Ziggler, una vittoria d’impatto che non gli servirà nel prosieguo dell’anno: Danilo scriveva infatti “Corbin non è male nel complesso, ma non mi fa impazzire: potrebbe essere tranquillamente uno dei personaggi in grado di popolare il nuovo midcard di Smackdown”. Una predizione poco azzardata visto quanto accaduto poi e visto il ricorso storico della scorsa settimana dove i due si sono ritrovati ancora contro ma in un match col titolo WWE in palio detenuto da colui che strappò di forza la scena di quel ppv: AJ Styles. Ricordate il suo avversario? Sì, quel John Cena che alla Royal Rumble rilancerà il discorso messo in stand by in estate e magari ci darà nuove sensazioni. Misero in piedi un match solido ed esaltante, e “vedere Styles che pinna Cena è una scena davvero surreale. Incontro che personalmente ho davvero gradito, nonostante tutto! Dream match” a detta giustamente di Danilo. Per fortuna quello non sarà l’unico dream match tra i due che si rifaranno a Summerslam con esiti altamente importanti.

Di seguito i voti della Redazione di Zona Wrestling.

Money In The Bank (9): Matteo Iadarola, Francesco Scudero, NM Punk, Matteo Bruno, Sergedge, Vittorio Pisapia, Marsupilami, Giuseppe Calò, Corey
Summerslam (2): Luca Grandi, Girolamo
Backlash (2): ChristiaNexus, Mauro Chosen One
Extreme Rules (1): Vincenzo Sabatino
Battleground (1): 8-Bit
ROH 14th Anniversary Show (1): Edoardo del Principe,
Payback (1): Giuseman
Survivor Series (1): GiovyPitz
Royal Rumble (1): Angelo Gatti

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".