Salve a tutti lettori di Zona Wrestling, sono The Notorious e quest’oggi vi presento la categoria “Best Match” dei ZW Awards, che ci fa vedere cosa è stato prodotto quest’anno in WWE, IMPACT e NJPW. Il vincitore della categoria Best Match di quest’anno è…

Kazuchika Okada vs Kenny Omega, Wrestle Kingdom 11.

Non c’è bisogno di inutili discussioni: questo è stato il match dell’anno senz’ombra di dubbio. Per questo, dal momento in cui, da quest’anno, pure la NJPW è presa in considerazione per i nostri Awards, la vittoria di questo incontro era più che pronosticabile. Un incontro svoltosi, come di consueto, il 4 gennaio al Tokyo Dome, dove Okada ha messo in palio il suo IWGP Heavyweight Championship contro il leader del Bullet Club. Un match che, nella sua fase iniziale, è stato caratterizzato da una prima serie di scambi più statici e corpo a corpo, ma che, una volta concluso questo momento dello scontro, non ha smesso più di accellerare. I due lottatori hanno messo davvero anima e corpo per la realizzazione di questo vero e proprio spettacolo, attraverso una serie infinita di mosse acrobatiche, ma anche grazie a numerosi colpi duri che hanno messo a dura prova la resistenza dei due wrestler. Su tutti, però, Omega può essere definito come il vero mattatore della contesa. Infatti, l’incontro è impreziosito da tre particolari manovre messe in atto da The Cleaner: il Suicide Dive da lui compiuto al fine di atterrare Okada fuori dal ring; lo Springboard Moonsault con il quale Omega è stato in grado di raggiungere e stendere il wrestler giapponese, che si trovava al di là delle transenne che dividono l’area dedicata agli spettatori e la zona di bordo ring; la grande manovra con la quale Okada ha scaraventato letteralmente il suo avversario su un tavolo, posizionato al di fuori del ring. In conclusione, Kazuchika Okada è uscito vittorioso dalla contesa, il quale si è riconfermato IWGP Heavyweight Champion grazie al suo marchio di fabbrica, la Rainmaker. Un match tanto bello quanto storico, soprattutto perchè è stato capace di ricevere una valutazione di 6 stelle su 5 da Dave Meltzer. Non poteva che essere questo l’incontro migliore dell’anno.

Precede il capolavoro del Tokyo Dome John Cena vs AJ Styles della Royal Rumble 2017, che si classifica come secondo miglior match dell’anno:

Il primo punto a favore di questo match sta nel fatto che l’incontro si è svolto in un’atmosfera molto simile a quella di Wrestemania, soprattutto perchè l’evento ha avuto luogo all’Alamodome, struttura che è stata capace di ospitare circa 50.000 spettatori. Uno scontro che segna la fine di un bellissimo regno da campione di AJ Styles, il quale perse la cintura a favore di “Mr. Hustle, Loyalty and Respect” proprio in questo match, dopo averla conquistata a Backlash ai danni di Dean Ambrose. Un incontro nel quale due stili di lotta completamente differenti sono stati coniugati alla perfezione: John Cena, infatti, ha svolto manovre molto più incentrate sulla potenza fisica, mentre Styles ha fatto vedere qualche azione più tecnica e d’agilità. Una contesa che, però, ha visto come suo punto focale i near-fall: per l’appunto, Cena ha provato più volte ad attuare la sua mossa risolutiva, ossia la Attitude Adjustment, sul fenomenale, senza ottenere, però, risultati effettivi, con Styles che è riuscito, per la maggior parte della volte, ad uscire al conto di due, suscitando al leader della Cenation sempre più esasperazione ed incredulità, cose che hanno reso questo incontro molto bello pure sotto il punto di vista psicologico. Nonostante tutto, The Phenomenal non ha potuto contrastare le ripetute AA svolte da Cena nel finale dell’incontro, il quale ha posto così la parola fine a questa incredibile contesa.

Gli altri incontri candidati al titolo di “Best Match” sono:

  • The Usos vs The New Day, Hell In A Cell 2017
  • Brock Lesnar vs Braun Strowman vs Roman Reigns vs Samoa Joe, Summerslam 2017
  • AJ Styles vs Kevin Owens, Summerslam 2017
  • AJ Styles vs Brock Lesnar, Survivor Series 2017
  • Tetsuya Naito vs Kenny Omega, G1 Climax Final
  • Tyler Bate vs Pete Dunne, NXT Takeover: Chicago
  • The Velveteen Dream vs Aleister Black, NXT Takeover: WarGames
  • Authors Of Pain vs DIY, NXT Takeover: Chicago
The Notorious
Ho 19 anni. Seguo il wrestling da quando sono bambino, ed è tutt'ora la mia passione. Mi autodefinisco un WWE guy, perchè mi interessa soprattutto la federazione di Stamford, ma allo stesso tempo, quando ne ho modo seguo anche le indipendenti. F**k The Mayweathers.