Continuiamo anche oggi i ZW Awards 2015, con la  categoria che più altre caratterizzano gli show settimanali che seguiamo in WWE.
E’ ciò che crea l’interesse verso gli special events e le tappe che questi portano nella storia che viene raccontata sul ring e fuori, le storyline quest’anno hanno abbastanza diviso la redazione, che premia NXT, ma in generale il nuovo che avanza.
Quest’anno vince il premio la faida tra Sasha Banks e Bayley, ammetto di seguire saltuariamente NXT per il poco tempo, ma a questa non ho saputo rinunciare nemmeno io. Si è voluto tributare il merito di un qualcosa di rivoluzionario, che potrebbe aprire le porte a una nuova concezione del wrestling femminile anche a altissimi livelli. Viene premiata la qualità pura, senza considerare il palcoscenico protetto di NXT, rispetto a quello con maggiori pressioni del main roster.

Appena un voto in meno per Kevin Owens vs John Cena, la faida del debutto per KO, che riesce anche a strappare delle sorprendenti vittorie contro l’inossidabile Cena e infilano una serie di match di altissimo livello negli special event del post Wrestlemania. Unica pecca che mi sento di far presente è stato l’aver sfruttato male il momentum per Kevin Owens dopo la faida, che non lo ha visto lanciato nella parte alta del roster come magari poteva meritare.

Owens Cena

La faida tra Undertaker e Brock Lesnar è quello che è più legato ad un tipo di wrestling che forse non c’è più, due anni di costruzione che culminano nel buon match di Summerslam e nell’emozionante main event di Hell in Cell. Una faida che ci restituisce Undertaker in splendida forma e fa felici i fan di vecchia data.

Un paio di voti per lo stint di Seth Rollins come campione, non una faida specifica, ma la legittimazione dell’ex campione WWE da Wrestlemania 31 in poi. Periodo nel quale ha inanellato oltre a grandi match quando necessario, anche una esposizione mediatica importante nel quale l’ex Shield, sembra essere a proprio agio, molto di più di un suo illustre collega…
Menzione speciale anche per Cena vs Rusev, che ci ha accompagnato nel primo semestre del 2015, con l’apice nella card di Wrestlemania, l’open challenge di John Cena che è servita a trovare una collocazione più umana al multi campione WWE e alla faida tra Dean Ambrose e Seth Rollins che ha visto il suo meglio a Money in the Bank.
Un anno questo che sicuramente non passerà alla storia per faide che superano i confini del pubblico appassionato, ma che gettano, speriamo, le basi per future opportunità.

Ambrose-vs-Rollins-MITB

6 voti – Sasha Banks vs Bayley: MarcoManiac83, Taigermen, YMSC, Marco Giannelli, NM PUNK, Matteo Iadarola
5 voti – Kevin Owens vs. John Cena: 8-Bit, Mauro The Chosen One, LuchaKappa, Bazinga HWF, Corey
4 voti – The Undertaker vs Brock Lesnar: Alex Silva, Sergio Poli, Luca Grandi, GiovY2Pitz
2 voti – Seth Rollins si afferma come l’uomo da battere in WWE: Vittorio Pisapia, ChristiaNexus
1 voto – Cena vs Rusev: Giuseman
1 voto – John Cena US Open Challenge: Marsupilami
1 voto – Dean Ambrose vs. Seth Rollins: Girolamo