Pubblicità

The Undertaker, Brock Lesnar, WrestleMania XXX. Un primo giudizio su questa faida appena sbocciata, come poteva andare, come sta andando e come finirà.

Alla fine è andato tutto come previsto. Si è parlato di Batista, di Randy Orton, di Daniel Bryan, di un rematch con CM Punk, di un Kane 3.0, ma alla fine non ci sono state sorprese: l'avversario di quest'anno dell'Undertaker sarà Brock Lesnar.

In realtà, nella ipotetica scaletta delle ultime WrestleMania dell'Undertaker, Brock Lesnar avrebbe dovuto essere il suo avversario designato già nella scorsa edizione, il tutto finché intorno all'estate del 2012, con la faida con Triple H in corso, le voci si sono affievolite ed il match tra The Undertaker e Brock Lesnar è stato, ancora una volta, rimandato.

Rimandato perché, in effetti, possiamo dire che Mark Calaway attende la restituzione del job a Lesnar sin da No Mercy 2002. Sono poche, pochissime, le faide che Undertaker non ha portato a termine da vincitore e quella con Lesnar è sempre stata una porta mai definitivamente chiusa, causa anche la defezione di Lesnar verso altri lidi dopo WrestleMania XX.

Prima ancora di analizzare questa faida e dove potrebbe portarci, credo sia necessario rendersi conto che Lesnar è stata la scelta migliore. Si era parlato di Batista, ma abbiamo visto tutti quali sono le attuali condizioni dell'Animale, non sarebbe stato un match che poteva costruirsi sulle basi di tanti screzi passati come con Lesnar e dal punto di vista del lottato avrebbe lasciato l'amaro in bocca. Si era parlato di Kane, magari con Undertaker che cerca di riportare il fratello sulla retta via dopo la svolta come Director of Operations; qui i punti sono due: il primo è che, personalmente, un Undertaker vs Kane III non mi entusiasmava affatto, ma anche i più nostalgici concorderanno che un finale con i due fratelli che si riconciliano, o scompaiono per sempre, sarebbe stato più adatto per l'ultimo match del Deadman e sappiamo che questo, a meno che Lesnar non lo stronchi in due frantumandogli l'anca per la millesima volta, non lo sarà. Taker ha almeno una, se non due cartucce ancora da sparare allo Showcase of the Immortals. In ultimo si era parlato di un interessante Undertaker vs Daniel Bryan, interessante perché per la seconda volta si sarebbe parlato di un uppercarder, o comunque di un main eventer non totalmente affermato, come avversario, piuttosto che le varie leggende sue pari come HBK ed HHH, una sorta di secondo CM Punk, stavolta però in versione face, con ancora più pubblico dalla sua parte (sebbene credo che i più avrebbero tifato Taker). Le difficoltà tecniche su cui basare l'incontro si sarebbero fatte sentire, anche se Undertaker sarebbe semplicemente potuto spuntare dal nulla per sfidare Daniel Bryan; il problema tuttavia per me è un altro: io sono del parere che la Streak non debba essere interrotta, ma anche se avessimo voluto trovare in Daniel Bryan l'uomo giusto questo sarebbe stato, come con Kane, più uno scenario da ultima WrestleMania, cosa che questa per Taker (si spera) non sarà; in caso contrario, ovvero di vittoria del Becchino, sebbene Daniel Bryan avrebbe potuto giovarne molto, meglio lasciare la faccia da capra libera di battere (anche qui, si spera) Triple H a WrestleMania e concludere la sua faida con l'Authority piuttosto che subire una sconfitta dal Becchino.

Dunque, per me, Brock Lesnar era la migliore delle opzioni. Adesso vien da chiedersi che cosa ci regalerà questa faida.

Ho aspettato fino all'ultima puntata di Raw per ottenere altro materiale, sfortunatamente Undertaker non si è presentato, probabilmente era a casa di CM Punk a restituirgli i pantaloncini e a sfondarsi di coppa Malù, perciò arrangiamoci con quel che abbiamo.

La faida poteva iniziare diversamente, un mio esimio collega ha affermato che Paul Heyman avrebbe potuto tenere un promo in cui spiegava che, non essendo riuscito a sconfiggere l'Undertaker con CM Punk, causa l'inadeguatezza del ragazzo di Chicago, quest'anno ci avrebbe riprovato con qualcuno di ben più temibile, ossia Brock Lesnar; poi la dipartita di Punk ha evidentemente reso impossibile un segmento di questo tipo e dunque siamo andati con l'opzione B. A me ha soddisfatto, ma probabilmente avrò semplicemente poca immaginazione, so che a molti è sembrata la solita storia del “io batterò la Streak”, se non altro c'è un piccolo cambiamento di mezzo, ossia è stato Undertaker, di fatto, a sfidare Lesnar, questo già sarebbe un buon punto di partenza.

Già l'anno scorso mi ero augurata che con CM Punk si sarebbe verificato un abbattimento della quarta parete, con richiami alla vita reale del Becchino, e la direzione sembrava essere quella, poi la tragica scomparsa di Paul Bearer ha rimescolato le carte dando vita ad un altro tipo di faida (e comunque Punk che rovescia le ceneri di Bearer rimarrà una delle mie scene preferite di sempre); quest'anno sarà diverso?

In molti sono contrari al fatto che Mark Calaway possa uscire, anche solo di poco, dal suo personaggio ed entrare in una dimensione più umana, chi mi conosce abbastanza sa che invece io mi auguro che questo accada presto. Non dico di far perdere alla gimmick dell'Undertaker ogni richiamo sovrannaturale e metterlo a fare segmenti comedy per il WWE Shop, giusto smussare qualche angolo e ricordarci che, alla fine, lui è un wrestler, un essere umano come noi

Mi domando se a Calaway non sia pesato un po' in tutti questi anni il doversi calare nel personaggio il più possibile, il rilasciare poche, pochissime interviste, il non poter mai presenziare alla Hall Of Fame perché c'è un personaggio da portare avanti. Brock Lesnar è l'uomo giusto per tirar fuori il lato umano di Calaway, staccarlo dal Becchino che ha interpretato per tutti questi anni, e magari regalarci qualche promo inaspettatamente gradevole? I presupposti ci sono, a partire dalla loro faida quando Taker era ancora un biker, passando per l'abbandono frettoloso di Lesnar dalla WWE fino alla vera e propria sfida lanciata da Calaway a Lesnar in quel di UFC 121.

Se portassero on screen anche solo un decimo dei loro trascorsi, ci sarebbe da divertirsi.

E non dimentichiamoci che di mezzo c'è sempre Paul Heyman, il Signore assoluto dei promo, che se l'anno scorso era limitato dalla storyline di Bearer (limitato per modo di dire, si è truccato come lui santo cielo), quest'anno sarebbe libero di agire senza limiti. Nell'ultima puntata di Raw l'atmosfera di Chicago ha costretto Heyman ad un volo pindarico per legare il necessario promo su CM Punk all'Undertaker, ottima la scelta di attribuire la sconfitta a WrestleMania come l'inizio dell'incrinatura del suo rapporto con il Best In The World (ed in effetti è stato così), vedremo poi nelle prossime settimane che cosa ci riserverà Heyman. E se la quarta parete non verrà infranta resteranno comunque contenti i puristi delle faide “in gimmick”, che per un personaggio come Undertaker possono essere ancora ben accetti.

Dulcis in fundo, il match in sé.

Stando agli ultimi aggiornamenti, la compagnia avrebbe fatto i complimenti a Brock Lesnar per essersi mostrato più disponibile del previsto a collaborare con Taker, incluso il provare il match con il Becchino nei minimi dettagli, come è ormai consuetudine per i suoi avversari. Questo vuol dire che i due si metteranno d'accordo per dar modo a Brock di sfogarsi senza mettere troppo a repentaglio la salute del Deadman? Dovremo aspettarci un solo spot memorabile, magari un'unica F-5 sul tavolo di commento e nulla più? Oppure lasceranno scorrere l'adrenalina dando vita a un match semi stiff? Per quel (poco) che so di Undertaker, so che non esita a mettere a repentaglio la sua salute fisica per il bene dello show, perciò credo che vedremo un Lesnar non troppo limitato e un Taker che, come sempre, darà il massimo possibile, (cito un altro mio esimio collega: “si daranno certe mazzate . . .”), ovviamente Heyman ancora una volta starà all'angolo del suo protetto ma spero che i suoi interventi si riducano all'osso, lasciando liberi Undertaker e Brock Lesnar di raccontare la loro storia sul ring, come sempre.

In definitiva, questo è un match per nostalgici, i nostalgici che aspettano da anni il rematch tra Undertaker e Brock Lesnar, i nostalgici che vogliono finalmente rivedere i due scontrarsi, ma è un match anche per i sognatori, di chi sogna una contesa in stile MMA, di chi si lascia affascinare da quel misto di finzione e vita reale che una faida come Undertaker contro Brock Lesnar può offrire. Probabilmente non è un match per chi cerca la faida dell'anno, o per chi fa molta attenzione alle storyline che portano a un incontro, non sarà un match per quelli che ripensano all'ultima parte del feud tra Lesnar, Heyman e Taker (mani rotte, amanti e donne incinte) e rabbrividiscono al solo pensiero, anche se questa faida a rigor di logica dovrebbe essere molto diversa . . . e non comprendere attentati alle mogli con pancione, a meno che Michelle non sia di nuovo incinta e io mi sia persa qualcosa.

E voi cosa ne pensate? Siete soddisfatti della scelta di Brock Lesnar come avversario di The Undertaker? Si tratta sempre di un dream match o di una contesa tutto sommato evitabile? Come credete andrà avanti la loro faida? E che tipo di match ci regaleranno a WrestleMania?

Stretta è la foglia, larga è la via, dite la vostra che ho detto la mia.

Ysmsc.

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname