Nello speciale WWE 365 di AJ Styles, di cui è stata rilasciata una clip, l’ex WWE Champion ha parlato dell’inizio della sua carriera e della sua conversazione con Vince al momento della firma del contratto.

Incredibile. E’ ancora sconvolgente vedere dove sono. Devo fare un passo indietro e guardare dove mi trovo, cosa sto facendo e perché lo sto facendo. E’ ancora difficile da credere. Non dovrei dirlo, ma molte persone arrivano qui perché amavano il wrestling da quando erano piccole e sono sempre volute diventare pro wrestler. Questo non è stato il mio primo pensiero. Mi sono detto che forse era qualcosa che avrei potuto fare, mi sono chiesto se ci avrei potuto fare dei soldi. Poi, quando ho realizzato che nel periodo in cui cominci non ci guadagni nulla, era troppo tardi. Me ne ero già innamorato.

Ero in ansia. Ero preoccupato per cosa ci si aspettasse da me. Ho parlato con Vince. Mi ha detto: ‘Abbiamo ragazzi che sanno fare quello che sai fare tu, non è una gran cosa. Mi serve un pitbull’. E io ho pensato: ‘Oh! E’ proprio ciò che sono io!’

Delle belle parole da un uomo umile ma al tempo stesso conscio del proprio talento. Siete contenti che il suo regno sia giunto al termine o avreste voluto averlo ancora come WWE Champion?

Ha ventiquattro anni e rimpiange di non averli impiegati bene come Randy Orton. Si consola scrivendo e nutrendo porcellini d'India. Legge i libri di Chris Jericho e ci trova anche lezioni di vita.