Lunedì sera, più o meno nelle ore in cui si teneva la puntata di RAW in cui la WWE temeva che l’ex wrestler potesse “infiltrarsi”, Enzo Amore ha tenuto un concerto al Whisky a Go Go. L’audience non è stata delle migliori, in quanto pare che fossero presenti circa ottanta fan (la capienza del locale è più o meno di cinquecento), ma Enzo ha comunque voluto dire la sua sul licenziamento da parte della Federazione di Stanford.

Sto affrontando un gigante in questo momento, ma sono l’unico figlio di p*****a con le palle per andare contro questo gigante ed è un dato di fatto. Se avete mai sentito storie su di me che vengo cacciato dallo spogliatoio, questa m***a viene fuori, perché ero l’unico figlio di p*****a che si ribellava ai bulli e dava un pugno in faccia a qualcuno, ma di questo non avete saputo niente. Avete sentito quello che hanno lasciato uscire, ma Enzo è il real one!

Per concludere, un paio di video dal concerto:

Al solito, non sapremo mai da che parte sta la ragione. Forse nel mezzo, forse da qualche altra parte. Enzo ha detto la sua e magari ora sarà soddisfatto.

Ha ventiquattro anni e rimpiange di non averli impiegati bene come Randy Orton. Si consola scrivendo e nutrendo porcellini d'India. Legge i libri di Chris Jericho e ci trova anche lezioni di vita.