Bentornati amici di ZonaWrestling, siamo qui anche questa settimana pronti a raccontare le vicissitudini di NWA Powerrr. Sempre dai GPB Studios di Atlanta, il main event della serata che vedrà Eddie Kingston e Homicide sfruttare la loro title shot ai titoli di coppia dei Wildcards. Alla tastiera per voi anche questa settimana c’è Nino De Maio.

Dopo la sigla e il consueto recap di quanto accaduto nella scorsa settimana, ad aprire lo show sono come sempre Jim Cornette e Joe Galli che ci fanno una presentazione di quanto accadrà in questo episodio, prima di cedere la linea a David Marquez che è in compagnia dei Rock & Roll Express. I due si dicono subito entusiasti per il match titolato ottenuto da Homicide ed Eddie Kingston, che li raggiungono e dicono di non vedere come possano perdere il match dopo aver ricevuto la benedizione di quello che ritengono il miglior tag team al mondo.

Single Match:Trevor Murdoch vs Caleb Konley 2 out of 5 stars (2 / 5)

Le immagini si spostano immediatamente sul ring, dove Trevor Murdoch e Caleb Konley sono pronti a dar via al primo match  della serata. Il match è una sfida tra due stili diversi con Konley che, dopo aver effettuato un bel dropkick nelle prime fasi dell’incontro, è costretto a subire la potenza di Murdoch per tutte le fasi centrali del match. Murdoch assesta, tra le altre cose, una spinebuster e una serie di tre body slam consecutive, prima di subire il contrattacco del suo avversario, che però si fa sorprendere quando Murdoch riesce ad alzare le ginocchia dopo un tentativo di lionsault. Subito dopo seguono una Full Nelson Slam e una Bulldog dal paletto che permettono a Murdoch di chiudere il match.

Winner: Trevor Murdoch via pinfall

Ci vengono mostrate le immagini della vittoria di Ricky Starks della scorsa settimana ai danni di Aaron Stevens. Quest’ultimo sopraggiunge sullo stage e ci annuncia il suo ritiro dalla NWA e dal wrestling professionistico perché quella della scorsa settimana è stata un’ingiustizia e ci saluta parafrasando il suo avo Shakespeare, dicendosi pronto a tornare a Hollywood.

Abbiamo un altro recap della scorsa settimana che ci ricorda quanto accaduto la scorsa settimana tra la campionessa Allisyn Kay, Thunder Rosa e Marti Belle. Queste ultime due faranno tag team questa sera per affrontare Crystal Rose e Brooklyn Creed.

Tag Team Match:Marti Belle e Thunder Rosa vs Crystal Rose e Brooklyn Creed 1.5 out of 5 stars (1,5 / 5)

Match breve, in cui Marti Belle si libera del tentativo di offensiva delle due ragazze bionde e dà il tag a Thunder Rosa, che ci mostra ancora una volta un piccolo saggio delle sue qualità prima di chiudere l’incontro con una double stomp dal paletto.

Winners: Thunder Rosa e Marti Belle via pinfall

Le due vincitrici dell’incontro si dirigono immediatamente al microfono di David Marquez e si esibiscono in un promo bilingue inglese e spagnolo. La prima a prendere la parola è Marti Belle che dice che non le interessa del suo passato e sa con certezza che il suo futuro è Thunder Rosa, quest’ultima invece prima apostrofa David Marquez chiamandolo “Gordito” e ci racconta di aver avuto una visione in cui c’era un fuoco che non poteva essere estinto e c’era una donna che era una fenice pronta a tornare. Le due chiudono lanciando un messaggio ad Allisyn Kay dicendole che non sa quello che l’aspetta.

Dopo un video package di Question Mark, abbiamo un recap della vittoria del Nation Title da parte di Colt Cabana. James Storm dal backstage dice di essere stato derubato e chiede un rematch, salvo cambiare immediatamente idea e annunciare che andrà a caccia di Nick Aldis e del suo titolo del mondo. Al ritorno in studio abbiamo David Marquez con Colt Cabana. Il National Champion dice che la sua vittoria è la vittoria di tutti, prima di ricordare a James Storm di essersi riuscito a riprendere il titolo alla prima occasione utile dal ritorno dopo l’infortunio, che era stato sostanzialmente la causa della sua precedente abdicazione. Cabana si definisce un “fighting champ” e si rivolge ancora a Storm guardando la telecamera, quando giunge al suo fianco Ricky Starks, che gli dice di puntare all’oro, lasciando dunque intendere la volontà di puntare alla cintura di Cabana.

Single Match:Question Mark vs Dan Parker [s.v]

Il terzo match della serata vedrà Dan Parker affrontare Question Mark, incitatissimo dal pubblico. Il match non è un squash totale, ma ci va molto vicino con Question Mark che chiude la pratica in appena un minuto.

Winner: Question Mark via pinfall

Dopo un video package del debutto (con sconfitta) di Thunder Rosa nelle MMA torniamo in studio con Jim Cornette e Joe Galli che si interrogano sulla situazione di Kamille, quando al microfono di Dave Marquez arriva Eli Drake. Drake dice che a lui non frega nulla del motivo per cui Kamille non parli. Tuttavia spiega che Nick Aldis potrebbe non volere che Kamille parli perché dalla sua bocca potrebbe uscire una grande verità, ovvero che  c’è un unico uomo davvero con il fiato sul collo del campione e pronto a privarlo della cintura. Il pubblico canta il nome di Question Mark, ma Drake afferma che, ovviamente, si stava riferendo a lui stesso. L’ex TNA viene poi interrotto dai WildCards, che gli dicono di farsi gli affari suoi e se ne vanno quando sopraggiunge Anderson che chiede a Eli Drake di pronunciare il suo nome,questo vuol dire che vedremo un match tra i due nelle prossime settimane?

Abbiamo poi un promo registrato del patron della federazione Billy Corgan, che si dice soddisfatto del risultato dei primi cinque episodi, annuncia che i prossimi tapings sono già sold out, crea hype per il PPV del 14 Dicembre e dice di avere in cantiere un annuncio che cambierà il mondo del wrestling.

Abbiamo un recap della situazione di settimana scorsa tra Tim Storm e Nick Aldis, che al ritorno in studio è pronto ad essere intervistato da Joe Galli. Galli chiede ad Aldis delle parole di James Storm e il campione spiega che il wrestling, la gente e la NWA non devono nulla a nessuno, tutti devono guadagnarsi le proprie opportunità, proprio come ha fatto lui. Dice poi di essere lui la ragione per cui la NWA è arrivata al punto in cui è adesso, prima di annunciare che sarà a bordo ring per il prossimo match della serata, quello valevole per i titoli di coppia, per assicurarsi che tutto vada per il verso giusto.

NWA Tag Team Championship Match:The WildCards vs Homicide e Eddie Kingston 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Il match parte subito forte con i quattro che si attaccano al suono della campanella. I campioni riescono poi a isolare Kingston al loro angolo, dominando tutta la parte inziale del match, fino a quando Kingston non riesce a liberarsi di Lattimer e dare l’hot tag a Homicide. La situazione si ribalta e gli sfidanti vanno anche vicini ai titoli con Isaacs che riesce a liberarsi al conto di 2 dopo aver subito una Xploder. I campioni però riescono a tornare nel match con lo stesso Isaacs che connette una DDT su Eddie Kingston, che viene salvato solo dall’intervento del compagno di team. Ci avviciniamo nelle fasi finali del match quando Kingston nel tentativo di sollevare Lattimer per un suplex cade male su un ginocchio, permettendo ai WildCards di tornare in comando del match. I campioni riescono anche a mandare Homicide fuori dal quadrato e dopo una combinazione di powerbomb e german suplex schienano Kingston riuscendo a mantenere le cinture.

Winners and still NWA Tag Team Champions: The WildCards via pinfall

Al termine del match arriva Kamille che comincia subito a discutere con Nick Aldis. A quel punto arriva anche James Storm, seguito immediatamente da Eli Drake, Colt Cabana, Anderson, i Dawsons e altri membri del roster. Nel frattempo la sigla è già partita e questo vuol dire che per noi anche questa settimana è giunto il momento dei saluti, l’appuntamento è tra sette giorni, sempre su queste pagine, per il report di un nuovo episodio.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
6
Nino De Maio
Nato nel 1991, appassionato di wrestling dal 2003, newsboarder dal 2017. Esteta del wrestling e dello sport in generale. I miei lottatori preferiti sono Eddie Guerrero, AJ Styles, Kurt Angle e CM Punk. Burn it down!