Bully Ray non è più un wrestler della Ring Of Honor. La compagnia ha atteso la naturale scadenza del suo contratto per lasciarlo libero. La cosa particolare è che si tratta dell’unico wrestler a cui non è stato offerto un rinnovo. Segno che i dirigenti non vedevano l’ora di liberarsene dopo i tanti problemi sorti nell’ultimo anno.

Dopo tutto, l’ex campione del mondo della TNA era stato destituito a dicembre dal ruolo di head booker a favore di Marty Scurll. Pesano, evidentemente, nella mancata offerta di rinnovo i pessimi risultati ottenuti con le storyline e i ripetuti litigi violenti del wrestler sia coi fan che con i colleghi.

Uno dei motivi della scelta sembra sia dovuta alla necessità di risparmiare per poter mettere sotto contratto, una volta che la questione Covid sarà passata, giovani talenti delle indy come Alex Zayne (che lottava già in ROH a gettone) e Tony Deppen.

FONTERingsidenews
Simone Spada
Giornalista professionista ed esperto di comunicazione, dal dicembre del 2006 è redattore di Zona Wrestling. Negli anni è stato autore di rubriche di successo come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Il primo giornalista in Italia ad aver parlato diffusamente di TNA ed AEW su un sito italiano di wrestling.