Superati i voti della redazione di Zona Wrestling, iniziato l’anno con le prime puntate di Raw e di Smackdown, può essere interessante guardare al futuro della WWE e a come saranno questi dodici mesi in arrivo. Un unico obiettivo: saper proseguire il buon lavoro iniziato nel 2016. Il livello non è del tutto alto, ma è chiaro che il processo abbia avuto diverso materiale importante, giustamente premiato dai ragazzi che popolano questo sito ogni giorno. Quello che leggerete ovviamente sarà fantawrestling, non vi troverete una parvenza di necessaria realtà.

Pubblicità

1) FINN BALOR VINCITORE DELLA ROYAL RUMBLE
Un infortunio gli ha privato la gioia di potersi gustare un giusto regno titolato. Tutti si aspettavano chissà quali sfide ed invece nulla, messo kappao da un fisico che per molto tempo non aveva subito cedimenti nonostante alcuni match ad alta tensione disputati nelle indy. Allora si pensa ad un ritorno e quale ritorno migliore se non alla Rumble? Magari con un numero d’ingresso di mezzeria, sul 15/16, ed una prestazione anonima fino agli ultimi eccitanti dieci minuti. Quindi la vittoria, salutata col massimo degli onori e del tifo. Cosa succede dopo? Con la divisione dei brand, potrebbe sfidare o Kevin Owens o AJ Styles. Due heel. Lui, face, sarebbe lo sfidante ideale, soprattutto con AJ dove si sprecherebbero i riferimenti al recente passato e dove i due potrebbero prendersi la scena di Wrestlemania.

2) TURN HEEL DI ROMAN REIGNS
Quando un ragazzo perde le sue opportunità titolate e vede il pubblico girargli la faccia, inizia a pensare. E inizia a pensare il booking team che forse, forse, occorre cambiare qualcosa. Roman è grande e grosso, ha il fisico adatto per sovrastare avversari grandi e piccoli, e magari prendersi quel regno da campione peso massimo che da buono non è riuscito a godersi. A quel punto per i tifosi non ci sarebbero più scuse: dovrebbe odiarlo a tal punto da dar ragione alla WWE, per una volta.

3) ROBERT ROODE CAMPIONE NXT
Shinsuke Nakamura sta lavorando discretamente a NXT con l’ausilio di Samoa Joe, un feud che ha tirato fuori due cambi titolati. E per il 2017? Robert Roode, al secolo Bobby, sta crescendo piano piano, catturando il supporto del pubblico seppur da heel. E se ci dovrà essere un nuovo cambio al vertice, col nipponico pronto al salto nel main roster, “The Glorious Guy” è sicuramente l’elemento migliore nelle mani della WWE. Un ragazzo esperto di regni titolati, esperto di rapporto con tv e pubblico. Un ragazzo che ha scelto il salto in WWE perché conscio di rappresentare il crack di cui la federazione avrebbe bisogno in qualunque show. Può rappresentare con Ciampa e Gargano il nuovo corso di NXT in questo lungo 2017.

4) I GRANDI MATCH DI JOHN CENA
Evitiamo di pensare al turn heel del fu rapper e marine di Boston. Oggi abbiamo un wrestler solido, esperto, che ha dato tutto e più di tutto per dieci anni, e che si può permettere di rallentare i ritmi e concedersi qualche sfizio. Come i grandi match. Quali? Il primo dovrà essere quello con The Undertaker: non importa dove, come e perché, ma questi due si dovranno sfidare almeno per una volta prima che si guardi al passato con qualche rimpianto. Sarebbe il match che consegnerebbe definitivamente alla storia il buon John come una icona del wrestling mondiale. Un rispetto dovuto e ricevuto da Taker che potrebbe essere rivolto ad un altro wrestler, un amico e collega che a breve salirà di grado: Samoa Joe. Il feud tra i due potrebbe essere incandescente, pieno di soluzioni nuove per entrambi e papabile a match dell’anno. Sarebbe un percorso interessante per Joe quanto l’ennesima dimostrazione della capacità di Cena di saper reggere i ritmi dei migliori interpreti della disciplina.

5) BROCK LESNAR vs KURT ANGLE… AGAIN
La maggior parte dei fan italiani di wrestling di oggi sono cresciuti con negli occhi le sfide tra Lesnar ed Angle trasmesse su Italia 1 o in ppv. Sfide dall’alta adrenalina, di alto tasso tecnico e dagli ampi riconoscimenti. Poi qualcosa è cambiato: Lesnar ha lasciato la WWE per passare in Giappone prima e in Ufc poi; Angle ha fatto il salto della barricata passando alla fu concorrenza della TNA, sfornando prestazioni e feud eccellenti, scrivendo altre pagine della sua straordinaria storia wrestlingstica. Lesnar è poi ritornato all’ovile, presto farà lo stesso pure l’eroe olimpico visti i flirt ottenuti negli ultimi tempi con la dirigenza WWE. E allora perché non riprovarci? Perché non scrivere altre pagine di grande storia? Sarebbe un nuovo match da grandi acquisti, dove entrambi potrebbero vincere/perdere senza perdere un punto del loro status. Sono sicuro che nessuno dei due ci farebbe pentire di averli rivisti assieme.

Questi sono solo alcuni esempi. E voi cosa vorreste da questo 2017? Quali sarebbero i fatti rilevanti che vorreste vedere sugli schermi WWE?

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".