Molti di voi, come me, avranno goduto alla grande nell’ultimo week-end di gennaio. Geo localizziamo il discorso nella città più importante dell’Hokkaidō, Sapporo, anche se una amata vecchia conoscenza ha ben figurato nella città dell’amore fraterno. L’evento composto da due serate consecutive, ha preso alla lettera il nome degli show: New Beginning.

Pubblicità

Due main event che aprono risvolti interessanti e difficilmente pronosticabili fino a pochi mesi fa; prima di incentrare la questione di oggi sul Bullet Club, come non spendere due parole sul maestoso Minoru Suzuki. Quasi alla soglia dei cinquant’anni regala una prestazione di livello altissimo e si porta a casa il titolo intercontinentale dal sempre verde Tanahashi, che se si vuole mantenere “sempre verde”, dovrà prendersi qualche mese per rifiatare e far riassorbire al suo corpo i numerosi infortuni degli ultimi anni.
Suzuki si prende alla vita il titolo numero due della NJPW e lo fa alla grande, come dicevo. Aprendo nuove opportunità, soprattutto tra i lottatori giapponesi. Con un titolo Heavyweight letteralmente saldato alla vita di Okada e il titolo US creato appositamente per i “gaijin”, il titolo intercontinentale ho come l’impressione diverrà cruciale per lanciare talenti nipponici nella categoria pesi massimi. E, parere mio, sarà inevitabile che presto o tardi da quelle parti passi un certo Sanada che a trent’anni è bene inizi a fare sul serio.
Ma dicevo del Bullet Club. Se siete da queste parti sapete perfettamente come è andata nel main event della Night 2, ma in breve: Jay White sconfigge Kenny Omega, che successivamente mostra nervosismo nei confronti dei Bucks, Cody lo attacca e infine interviene in sua difesa l’ex tag team partner Kota Ibushi.

Che scritta così in due righe, se pur si tratti di fredda cronaca, sul momento ci ha fatto interrogare aprendo varie strade ancora da chiarire. Kenny fuori dal Club? Cody nuovo leader? E gli altri cosa ne pensano. A dirimere la questione ci hanno aiutato un paio di episodi su YouTube di Being the Elite.
Probabilmente tra le migliori cose uscite dal circuito indy della storia del wrestling, sicuramente degli anni, il Bullet Club è nato proprio dalle parti di Tokyo e in New Japan ha raggiunto l’apice. Sia in termini di qualità dei leader che si sono alternati nel tempo, Prince Devitt, AJ Styles e Kenny Omega, sia per il buzz mediatico che è riuscito a creare, pur non avendo la forza del reparto marketing di una major a sostenerli.
E come tutte le grandi storie, per non far la fine della nWo sgangherata della WCW, si è arrivati al punto in cui è stato necessario aggiungere all’equazione i componenti interni della stable stessa. L’idea di Cody che scalza Kenny è grandiosa.

Per come è stata portata avanti silenziosamente per lungo tempo, per come è esplosa fragorosamente, per il fatto che la questione mette nella condizione ogni componente di rimettersi in gioco e soprattutto per come annunciato lo showdown (il primo?) tra i due nello show ROH-NJPW nel weekend di Wrestlemania, dopo tantissimi anni, si tocca con mano un match che al difuori della WWE, riesce a creare grande e reale interesse negli Stati Uniti. Per essere maggiormente chiaro, questo match non nasce per essere un competitor diretto di Wrestlemania, il pubblico che seguirà gli eventi è il medesimo, nasce per mandare un messaggio a tutti i fan del mondo che il duopolio ROH-NJPW è qualcosa di interessante da seguire.
Il Bullet Club è stato per anni la chiave di volta per il mercato US per la NJPW, che storicamente è rimasta trincerata nelle sue fazioni autoctone che non spesso hanno offerto spot rilevanti per gli stranieri e come tale un eventuale gestione di una fase molto critica della stable, deve essere gestita al massimo e orientata più per “noi” occidentali che per il mercato nipponico.

Il brand Bullet Club ha un valore economico gigantesco per la New Japan, avrà passaggi di testimone e resisterà per tanti anni ancora, ma trovo intelligente restituire quell’aura “pericolosa” alla stable che, sembra strano dirlo e prendetela come una provocazione, a suon di match di alta qualità di Omega, ha reso tutto il gruppo troppo amato. Il personaggio dell’Incubo Americano di Cody, va a toccare proprio questi tasti, va esattamente a bloccare gli entusiasmi rendendo Kenny Omega automaticamente un corpo estraneo.
Per arrivare a questo match ci sarà da sistemare diverse questioni, non mi stupirei neanche di vedere un Bullet Club “giapponese” guidato da Kenny e un Bullet Club “americano” guidato da Cody, la soluzione sarebbe esageratamente rischiosa e si correrebbe il rischio di fare tanta confusione, l’unica certezza è che la costruzione di questo incontro è qualcosa di nuovo e interessa studiarlo, che parte da Sapporo, passa su YouTube e continuerà in ROH. Unica certezza è che adesso il vento nuovo spira forte dall’est direzione New Orleans.

Luca Grandi
In allenamento per diventare un cattivo dei Cavalieri dello Zodiaco. Cerco di non perdere la salute tifando Arsenal. Tengo un occhio aperto sui fumetti e le serie tv come Tetsuya Naito.
  • Aj Rollins

    Bell’articolo, mi piace che tu ti stia occupando della NJPW… Mancano solo i report degli show principali, ma sono sicuro che prima o poi li farete!
    Comunque la situazione BC è molto interessante, vedremo come si evolverà la storyline…
    A proposito negli ultimi due eventi della “Road to NB” sono state portate avanti le storyline? Purtroppo non sono ancora riuscito a guardarli…

    • giovy2jpitz

      Di brutto, cerca la notte 2, la fine.
      Per i report francamente non servono, basta riportare gli angle importanti, non essendo show settimanali non è cosi importante fare un report completo.

      • Aj Rollins

        Non mi riferivo agli show principali ma agli eventi che la NJPW sta facendo per preparare lo show del 10/02. Cioè gli eventi della “Road to New Beginning” trasmessi ieri e oggi su NJPW world.
        Le due notti di NB di fine Gennaio già le ho viste, tutto molto bello!
        Comunque più che un report vero e proprio, che effettivamente non serve, non sarebbe male se inseriste anche la valutazione dei match della card. Una sorta di review dello show.

        • The King of the World

          Sul sito ufficiale trovi tutti i risultati dei Road To *evento qualunque*, il BC non sta apparendo perché è fuori dallo show di Osaka

        • giovy2jpitz

          E’ un grossissimo dispendio di energie farlo nei tempi adeguati. Arriverebbero sempre in ritratrdo. Per quanto riguarda gli show principali sicuramente si farà, come già fatto in passato. Per esempio per New Beginning, Osaka.

  • FuXas(inho)

    Mi sono chiesto, guardando il finale di New Beginning night 2:
    E il resto del Bullett Club? I Tama Tonga, Fale, Owens, etc., perché non sono intervenuti?
    Personalmente, escludendo alcuni match a squadre, avverto ormai le due componenti del BC, cioè quella che corrisponde a “Being The Elite” e quella più strettamente legata alla Njpw, sempre più staccate l’una dall’altra e non come un corpo omogeneo.
    Non è una cosa di cui parlo in termini negativi o positivi, solo che mi sembra strano come in quel particolare segmento non siano intervenuti proprio tutti. Economicamente non credo gli convenga, ma al livello narrativo ci starebbe eccome che The Elite divenga una cosa autonoma dal Bullet Club, a prescindere da chi ne siano i leader.

    • Filippo Benedetti

      Io penserei ad una sfoltita dei membri del Club che non siano i ragazzi del Being the Elite; sono troppi e come hai detto tu Fale, Tama Tonga e compagnia sono abitanti senza grande caratterizzazioe della low card e praticamente non fanno mai gruppo con gli altri.
      Prenderei esempio dai LIJ: pochi membri ma tutti caratterizzati, funzionali e credibili. Sullo stesso principio mi piacerebbe una ristrutturazione anche del Suzuki-gun.

  • Tenshi Neko

    In pratica, potrebbero fare Kubrick, sia lottato che a livello di storyline, in talmente tante maniere che è impossibile che non riescano ad attirare interesse 😀 persino io, che non seguo assiduamente la NJPW, ho un hype pazzesco! Veramente un ottimo editoriale 😀 ps: Suzuki tra qualche anno scopriremo che è un cyborg: è impossibile che uno della sua età possa essere così… incredibile… non mi vengono altri termini :3

  • Cole

    Gran bell’editoriale.
    Cody merd* comunque 😉

    • Aj Rollins

      Perché Cody merda??
      D’accordo sul ring non è un fenomeno ma nell’extra non è inferiore a nessuno.
      Come leader del Bullet Club sarebbe perfetto, ha delle trovate da heel interessanti!

      • Daken Akihiro

        Cody è figo solo in BTE, onestamente fuori da quel reame, come performer e come anche oratore, mi fa ca’a

        • Aj Rollins

          Ci sta che non ti piaccia… sul ring è sufficiente, ma nell’extra trovo che interpreti il personaggio benissimo. Lo reputo molto più bravo di tanti altri osannati dal web ma ognuno ha u suoi gusti c’è poco da fare…

  • The King of the World

    Questa è una storia molto interessante, che serve per scrivere un nuovo capitolo all’interno del Bullet Club ma anche per definirne i contorni: “aura pericolosa”, quella, con tutto il bene e amore per il bravissimo e grandissimo Kenny Omega, è sparita da quando il canadese è salito alla guida del gruppo.
    Il BC era una novità figa quando erano in 4-5, poi sono venuti i Bucks e AJ con Devitt in WWE, ma rimaneva comunque quella novità figa, il gruppo ribelle con il merch più cool………. adesso quel ruolo è preso dai Los Ingobernables de Japon, che erano 3, poi 4 con SANADA e ora 5 con Hiromu e così rimarranno, mentre il BC si è sempre più allargato.
    Quello che è il Bullet Club da quando AJ, Anderson e Gallows se ne sono andati lo descriverei come “CHAOS gaijin”, una parata di gaijin (più il Tokyo Pimp perché si) che formano varie fazioni, mi è saltato all’orecchio Okada che diceva “si, non ho quasi mai fatto niente con Goto in 2 anni di CHAOS”, e io non ricordo di aver mai visto Omega fare squadra con Tonga o Fale, è successo ma veramente di rado, serve quindi ricompattare il tutto.
    Penso che si andrà in 2 fazioni.
    Quello che non mi convince sulle due sezioni è la diversa identità dei membri, perché Kenny è amato ma gli altri sono tutti heel (anche se apprezzati come Scurll e i Bucks)……..
    La mia ipotesi è:
    – sezione Japan coi tongani e Takahashi, che sono in 4e basta per i road show, e magari si aggiunge quello sfigato di Chase Owens ogni tanto, e così volendo si da un push serio a Tama Tonga che un ruolo singolo se lo merita IMO
    – sezione Elite coi Bucks, Cody, Marty Scurll e Hangman Page, che hanno nella loro principale promotion la ROH e possono andare in NJPW ogni tanto a fare il loro, Cody a farsi qualche match titolato, Marty il titolo JH, i Bucks quelli di coppia e Page può entrare nel discorso per il titolo USA (ha già sfidato White)
    – Omega? Troppo over e face, penso sia destinato a tornare con Ibushi nei Golden Lovers e quando c’è da fare i match di coppia possa seguire Kota nella sezione dei buoni che ormai è raccolta nella Taguchi Japan
    Resta in generale un feud interessante e a mio avviso dovuto.

  • Lok23

    Ipotizzai lo scenario attuale molti mesi fà. Se i miei calcoli sono esatti dopo la faida con Cody e dopo aver chiuso la parentesi BC, Omega vincerà finalmente quel maledetto titolo massimo

    • Aj Rollins

      Eh… il titolo massimo è difficile che lo vinca fino a quando rinnoverà di anno in anno.
      La NJPW non può dare il titolo ad uno che potrebbe abbandonare la compagnia da un momento all’altro.
      Non credo che sarà lui a terminare il regno di Dio Okada!

      • Lok23

        Non aveva rinnovato per due anni a sto giro?

        • Aj Rollins

          Credo fino al 2019… ma non ne sono sicurissimo

  • Daken Akihiro

    non vedo l’ora del FATASS MASA on a pole match che chiuderà la faida tra Kenny e Cody

  • Omega Kane

    Curioso di vedere da che parte si schiererà il resto del club, a partire da Martin.