Bill Goldberg ha tenuto un’intervista con Raj Giri di WrestlingInc.

Pubblicità

Come ti senti fisicamente?
Sono 50 anni che il mio corpo sopporta di tutto, tra football e wrestling, è una vita che ho scelto e che non cambierei per nulla al mondo, ma al tempo stesso è una vita fatta di dolore. Dopo Wrestlemania 33 ho deciso di prendermi un mese di pausa da tutto. Il mio corpo lo necessitava, avevo bisogno di recuperare. E’ stata un’esperienza traumatica per il mio fisico quindi mi ci voleva proprio, solo pochi giorni fa ho ricominciato ad allenarmi in palestra e a praticare Muay-Thai.”

Come vedresti un tuo possibile ritorno in WWE:
Personalmente è qualcosa che prenderei in seria considerazione qualora mi venisse proposto un altro stint. Certo, sarebbe improbabile, ma non impossibile. Non si sa mai nella vita.”

C’è qualcuno di particolarmente promettente che ti piacerebbe sfidare in WWE?
Ci sono così tanti giovani talenti che potrebbero diventare delle leggende. Mentirei se dicessi che stare sul ring con qualcuno come Roman Reigns non sarebbe divertente. Ovviamente ora il ragazzo più pushato è Braun Strowman ed è un peccato che si sia infortunato, ha una grande etica del lavoro, un bel character ed è anche un bravo ragazzo. Il potenziale del roster odierno è senza eguali, ci sono molte stelle del futuro, credo sia solo una questione di tempo prima che esplodano completamente.”

VIAWrestlingInc
FONTEWrestlingInc
Irish Tommy
Ho 26 anni, seguo il wrestling dal lontano 2001, seguo principalmente la WWE, anche se ciò mi porta rancore e frustazione il più delle volte, una sorta di sindrome di Stoccolma. Quando trovo il tempo e non sono inghiottito dalle serie tv seguo anche RoH e NJPW. Wrestlers preferiti: Eddie Guerrero, Chris Benoit, Brock Lesnar e Steve Austin.
  • The Beast Incarnate

    Uhm capisco quindi il tuo corpo non sopporta di sgraccare e sputare in ogni santa entrata come un tempo… immaggino come sia stressato il tuo corpo dopo la moltitudine di sputi effettuati in questo ultimo stint.. Perché ragazzi io ho visto più sputi che spear e jackhammer!

    • Gilgamesh

      Gli sputi fanno parte del suo parco mosse.

  • Fessanger

    Sta messo peggio di taker, ha combattuto si e no 15 minuti in tutto e gli serve un mese per riprendersi?

  • m4p0

    “Perché no?” Perché no.

  • Eddie Guerrero

    rivederti sul ring anche no Goldberg e non per la tua leggenda che sei e perché sei un grande, ma perché comunque di te non c’è bisogno e poi l’età che hai che ti porta a molta stanchezza e i tuoi match durano pochissimo e poi fai la fine di Undertaker se non sei già messo peggio,e concordo che Strowman sta facendo un ottimo lavoro che merita di essere pushato ed è over col pubblico ai danni di Reigns e peccato che si sia infortunato non ci voleva che doveva vincere il titolo ai danni di Lesnar che è una vergogna dal punto di vista del lottato che non lotta quasi mai rispetto poi al punto di vista di marketing che fa bene alla WWE e a lui stesso che ci guadagnano un mucchio di soldi.

  • Thebigdog

    Io fossi in lui punterei alla pensione anticipata tanto è stata approvata

  • wakko

    HOF l’anno prox;poco ma sicuro

  • Gilgamesh

    Se jobba a Mahal ben venga lol

  • Stex14

    H.O.F. e via.

  • Contro Nessuno

    Chi ti piacerebbe sfidare? E perché proprio Roman?
    Semicit. aahahah

  • Matt16

    STAI
    A
    CASA

  • SunBro245

    Se è capace di garantire almeno 10 minuti di match potrebbe essere usato per mandare over qualcuno, purché non finisca di nuovo in orbita titolata. Se manca anche solo una di queste condizioni allora meglio che si goda la pensione. Concordo su Strowman, avessero tutti la sua etica del lavoro a quest’ora il roster WWE sarebbe fatto non solo da campioni, ma da autentici fenomeni viste le qualità individuali in ballo.

  • L’unica cosa che non capisco è il perché la WWE gli sta dando i soldi che chiedeva 13 anni fa, quando era in forma e all’apice ora che è meno popolare tra i fan (ovvio visto che le generazioni sono passate), sta morendo per combattere 2-3 incontri e che non può apparire sempre
    Capisco il grande ritorno dopo tanti anni ma mi risulta che siano scesi troppo poco per arrivare al compromesso ben voluto da Goldberg

  • Tony Dillinger Terry

    Se dei ladri rubano a casa di Goldberg e si fanno sorprendere, gli basterà correre per più di due minuti e la fanno franca.

  • Styles era

    Ma perché tutti vogliono sfidare Reigns?

    • JohnMorrison96

      Perché lui è il migliore di tutti in federazione, ROMAN REIGNS!

    • Aj Rollins

      Perché è il top name della WWE

  • JohnMorrison96

    E’ facilissimo fare il bullo con Goldberg, basta che gli dai uno schiaffo e poi scappi via, tanto per più di trenta secondo non riesce a seguirti e crolla a terra esausto ed in una pozza di sudore

  • Give me a Spell yeah! TFT

    Il problema è che bisognerebbe aumentare il minutaggio per rendere i match abbastanza intensi per permettere ai giovani sfidanti di elevare il loro status. Non si possono mandare tutti al macello.

    • DeanAyane

      “Lottato insufficiente, con solo 2 match su 10 che superano i 10 minuti e che valgano la visione. Saranno sempre meglio 5 match lunghi e ben strutturati, piuttosto che 10 mini incontri corti e raffazzonati”.

      Questo è l’inizio dell’analisi in calce alla review di Tenshi Neko del Raw di questa settimana… e mi ha fatto tornare in mente quando c’era la Monday Night War e WCW Nitro trasmetteva due ore di mini-match di 5 minuti cadauno (avevano un roster enorme sia a livello qualitativo che quantitativo) ed un main event che di solito finiva in no contest…
      Raw invece durava soltanto un’ora e trasmetteva oltre ai promo 3-massimo 4 match a sera e raccontava sempre qualcosa… Nitro invece era un’abbuffata che poteva piacere solo ai mark o ai casuali (io facevo parte dei primi).

      • Give me a Spell yeah! TFT

        Credo che gli spettatori fossero ben predisposti agli incontri lunghi, prendo l’iron match come esempio cristallino, prima della caduta definitiva della kayfabe e con l’arrivo della crash tv che dettava i tempi narrativi dell’attitude era. Il prodotto divenne più fresco e privo di tempi morti e al posto di una Headlock della durata di cinque minuti al centro del ring (esempio classico delle mie distrazioni cerebrali che m’inducevano a pensare alla partita iva) , avrebbero assistito a match più brevi interrotti da colpi brawl tra i vari contendenti che inasprivano ulteriormente le faide. Le vignette nel backstage sono state un altro piccolo passo verso il rinnovamento. Cose molto apprezzate dal pubblico fan smart dell’epoca che ancora non pullulava di puristi dalla barba imberbe che a me personalmente, paiono già più vecchi del sottoscritto. A noi piaceva l’azione condita da quegli eccessi salutari che ci facevano godere uno show veloce e sempre bollente. Non essendo un maledetto e lunghissimo minestrone, inoltre, ci lasciava il giusto appetito per la portata successiva che sarebbe arrivata il lunedì prossimo. La WCW stuzzicò l’ego di Vince che fu obbligato a creare uno show che a me personalmente divertiva di più. Personaggi e theme song erano inarrivabili e quelli non s’inventano con i soldi ma con le idee.
        Ora leggo di gente che si bagna per l’imminente arrivo di tornei cui parteciperanno illustri sconosciuti dalle (loro giurano) qualità eccelse ma dalla costruzione inesistente e dal carisma in ring tutto da verificare. Non mi sento di dare addosso a Orton quando punzecchia gli indy boys che hanno giustamente un po’ rotto con il loro spiccato integralismo. Abbiamo costatato quanto faccia dormire Raw nonostante la presenza di questi fenomeni e quale fenomeno mondiale diventò grazie agli “scarsi” Stone Cold, The Rock, Triple H e The Undertakler.