Benvenuti a Philadelfia (PA), città di Benjamin Franklin e del sicuramente meno colto Rocky, oggi sede del nostro WWE Main Event. Il trio composto da Tom Phillips, Jimmy Uso e Byron Saxton al tavolo di commento e per voi, dietro la tastiera, LuchaKappa.

Pubblicità

Apre le danze Kevin Owens. Più tronfio di Giovanni Rana nelle sue pubblicità, sale sul ring. Cintura in spalla e microfono alla mano inizia a parlare.
Ci ricorda che a breve ci sarà la nomina della superstar dell’anno 2015 e che l’intero Universe è in trepidante attesa per questo evento. Ma chi si potrà meritare tale onore ? Cena, Reigns, Rollins, Lesnar, Taker, Cameron (speriamo proprio di no NDR) ? Owens conosce la risposta e ritiene che questa sia l’unica possibile: Lui !
Quest’anno è stato il suo anno: ha vinto il titolo ad Nxt; battuto Cena; sconfitto Ryback e diventato per la prima volta campione intercontinentale.
Se non fosse già abbastanza, sabato notte, nel prestigioso Madison Square Garden, ha sconfitto niente meno che Y2J Chris Jericho, nell’anniversario dei suoi 25 anni sul ring. Ci informa di aver lasciato il segno nella storia della WWE facendo il suo debutto assoluto al MSG da campione intercontinentale.
Ma quella splendida serata, la più brillante della sua carriera a suo dire, è stata oscurata da qualcosa: un irrispettoso commento.
Le attenzioni del Campione Intercontinentale si spostano verso Byron Saxton, reo di aver sempre oscurato, fin dai tempi di NXT, la stella di Owens.
Ma Kevin non ha finito, ora è il turno di Jimmy Uso, seduto dall’altra parte del tavolo di commento. Provoca il Samoano, accusandolo di essersi nascosto fin troppo a lungo dietro quella scrivania.
Jimmy non ci sta, si toglie lentamente le cuffie sale sul ring. Rapido come un serpente l’Uso superstite (mi si perdonerà la dotta citazione NDR) strappa il microfono dalle mani di Owens. Nel blaterare del Campione, secondo Jimmy, c’è solo una cosa giusta: lui è stato tutto l’estate dietro al tavolo di commento e ora è stufo di parlare!
Muso a muso trai due nel centro del ring e quando sempre che la tempesta sia per scoppiare, Owens fa marcia indietro, dirigendosi verso il backstage.
Ma sorpresa delle sorpresa: i due si affronteranno, one on one, nel nostro main event stasera.
Dopo un bel promo di Owens, che comunque pare sempre che stia masticando qualcosa ( Chew Owens Chew), siamo pronti per il nostro primo match.

Paige vs Naomi with Tamina (1/5)

L’ex Team PCB, in serie negativa, affronta Cameron, la ragazza promoter delle Lelly Kelly e esponente del team BAD.
Il match è la fiera dei roll-up, fatti male. Un azione confusionaria e ripetitiva che non lascia adito a scusanti di sorta, altro che Divas Revolution.
Il match finisce come è iniziato roll-up di Naomi e vittoria.
Paige perde di nuovo. Capire cosa vogliano farne di questa giovane e promettente atleta è ancora da scoprire.
Picco del match il twerking di Naomi in faccia a Paige e con questo ho detto tutto.

Voltiamo, per fortuna pagina, e torniamo per un momento a Raw, dove il buon Kane ordisce i suoi piani malvagi.
 Prima in veste di DOO sancisce un match tra i Dudleys e Seth Rollins, con lui stesso come partner, per poi, in veste di Demon Kane, al termine del match, schiantare su un tavolo nel centro del ring, il malcapitato, Rollins.
Caro Kane, trovatene una bravo.
Per ogni dettaglio vi rimando all’ottimo recap di Raw.

Tornati a Main Event siamo pronti per il match principale della carta:

Kevin Owens vs Jimmy Uso (voto 3/5)

I due contendenti sono pronti al centro del ring, ma il buon Byron ne dice un'altra delle sue su Owens.
Il campione intercontinentale scivola fuori dal ring e rendendo fiero di lui qualsiasi tamarro, si avvicina a muso duro al commentatore. Ma quando le cose paiono mettersi male, Jimmy corre in soccorso di Saxton colpendo alle spalle Owens.
L'azione si sposta sul ring, con Owens che sale per primo sul quadrato e attacca violentemente l'Uso superstite, mentre quest'ultimo tentava di salire.
Buono scambio di colpi trai due. I due atleti ci mostrano, da subito, ritmo e dinamismo.
Il primo scontro va in favore di Jimmy. Il Campione sfugge dalla contesa scivolando ancora fuori dal ring. Qui però il Samoano made in USA, si fa ingolosire: tenta una baseball slide verso Owens, che viene prontamente intercettata e ribaltata in una violenta schiacciata, di piena faccia, contro l'esterno del ring.
KO solleva di peso il povero Jimmy e lo scaraventa contro le barricate poste a protezione del pubblico. Kevin sale ring, sicuro di sentire quel "Ten" pronunciato dall'arbitro che decreterà la sua vittoria.
Ma il Samoano non ci sta: raccoglie le forze rimaste e sale nuovamente sul quadrato. Scelta coraggiosa ma sicuramente non saggia. Ad accoglierlo, infatti ci sono i colpi pesanti di Owens che stendono ancora una volta Jimmy, mettendolo in posizione ideale per la running senton bomb perfettamente eseguita da Kevin. Il Campione schiena, solo conto di 2.
Owens sfoga la sua frustrazione  sul malcapitato Jimmy. Clothsline e ancora conto di 2. Chin lock del Campione, ma forte del supporto del pubblico l’Uso riesce a liberarsi. L'offensiva del Samoano, tuttavia, dura poco: DDT di Owens e che gli vale, per l'ennesima volta, un conto di 2. Che l'anima di Cena abbia preso possesso del corpo di Jimmy ?!
L’ex Campione tag team riesce a liberarsi dall'ennesima presa statica di Owens, per connettere, di ritorno da un irish whip, con un fantastico enziguri.
Ora è il momento di Jimmy che sfodera il suo miglior repertorio: chop, super kick e infine il brevettato Samoan drop. Cover, ma niente da fare ancora un conto di 2, stavolta però a favore dell'Uso superstite.
Segue uno scambio di colpi e di reversal tra i due lottatori, con una parata degna del Gigi Nazionale da parte di Owens su calcio di Jimmy.
Kevin pare aver la peggio e viene scaraventato da Jimmy verso l'angolo del ring. La posizione è ideale per la culata in corsa. Jimmy prende la rincorsa ma Owens si sposta in tempo. È il campione stavolta a correre e a connettere con la sua cannon ball. Ma niente da fare, per l'ennesima volta solo conto di 2. A questo punto girerebbero anche a Gandhi.
Owens vuole terminare il match, tenta di andare a segno con la sua finisher ma si becca il super kick in piena faccia del Samoano. La situazione sembra ideale per volare dalle corde. Jimmy prende il coraggio a due mani, si inerpica sulla terza corda e Uso Splash. Ad accoglierlo, tuttavia, ci sono le ginocchia di Owens.
 Il Campione solleva di peso il suo avversario, lo spinge verso le corde e sfruttando il rimbalzo lo stende al suolo con la sua Pop-up Powerbomb. 1,2,3 Vittoria di KO.
Lo sguardo del Campione si sposta su Saxton, il quale farebbe bene a chiedere a Alex Riley cosa Kevin può fare ad un commentatore.
Owens si allontana verso il backstage, ricordando al pubblico che questo è il suo anno e il suo show salutando tutti con un bel, sarcastico, bacione.

Con questo match godibile ma nulla più, si chiude il sipario sul nostro Show.

Cosa mi è piaciuto:
Il promo di Owens l'ho trovato decisamente buono. Il Canadese è in grado di interagire perfettamente col pubblico e di sfoderare discrete prestazioni al microfono, qualità non comune trai suoi colleghi ultimamente.

Cosa non mi è piaciuto:
Mi pare ovvio: il match delle Divas. Altro che Divas Revolution, qui bisogna ripartire dai fondamentali e non permettere a Naomi e simili di calcare il ring. Speriamo che Sasha risollevi la categoria perché, onestamente, non confido minimamente sulla figlia del Nature Boy.

Da LuchaKappa è tutto, buon wrestling e Hasta la Lucha Siempre.

GiovY2JPitz
Appassionato di vecchia data, una vita a rincorrere il Pro Wrestling, dal lontano 1990. Studioso della disciplina e della sua storia. Scrive su Zona Wrestling dal 2009, con articoli di ogni genere, storia, Preview, Review, Radio Show, attualità e all'occasione Report e News, dei quali ha fatto incetta nei primi anni su queste pagine. Segue da molti anni Major ed Indy americane e non. Jerichoholic nel profondo!