A poche settimane dal suo annuncio ufficiale sono stati resi noti i partecipanti e i primi match della Young Lion Cup, torneo che verrà riproposto dalla NJPW dopo 12 anni.

Pubblicità

Gli Young Lions hanno spesso occupato la parte bassa nelle card degli eventi NJPW, molte volte in match a squadre, ma circa due anni fa la federazione nipponica decise di iniziare ad organizzare una serie di show chiamati Lion’s Gate Project dove questi giovani talenti potessero mettersi in evidenza anche in match singoli, affrontandosi fra loro, ospitando wrestler da altre promotion come la NOAH o la AJPW oppure sfidando alcuni dei migliori veterani della New Japan come Satoshi Kojima, Hiroyoshi Tenzan e Yuji Nagata.

 

Sembra sia stato proprio Yuji Nagata a voler riproporre questo torneo dopo ben 12 anni dall’ultima edizione che fu vinta da un giovane Hirooki Goto. Tra gli altri vincitori ci sono nomi importanti come Jushin Thunder Liger, Manabu Nakanishi, Ryosuke Taguchi e Masahiro Chono. Quest’anno il torneo sarà dedicato alla memoria di Kotetsu Yamamoto, ex wrestler e trainer della NJPW scomparso nel 2010 e che assieme a Karl Gotch e ad Antonio Inoki si può ritenere responsabile per l’espansione dello Strong Style in Giappone.

 

Il format del torneo sarà pressochè lo stesso che vediamo nel G1 Climax o nel Best Of Super Juniors, un round-robin o, se preferite, un girone all’italiana. I partecipanti saranno sei: Ren Narita, Tetsuhiro Yagi, Katsuya Kitamura, Shota Umino, Hirai Kawato e Tomoyuki Oka.

 

  1. Ren Narita: con i suoi venti anni è il più giovane membro del roster della NJPW, si allena dal 2016 ed ha fatto il suo debutto soltanto a Luglio collezionando una decina di match. Non è di certo un possibile vincitore, ma questo torneo lo aiuterà di certo a fare esperienza.
  2. Tetsuhiro Yagi: 25 anni, ex giocatore di Baseball che ha debuttato ad Aprile e che per ora può vantare una trentina di match, molti dei quali in coppia o contro un altro Young Lion, ovvero Shota Umino.
  3. Shota Umino: 20 anni, figlio di un famoso arbitro della NJPW, Hiroyuki Unno. Ha già una cinquantina di match all’attivo pur avendo debuttato solo 6 mesi fa, ha trovato un’ottima reazione da parte del pubblico ed ha mostrato di avere una buona presenza sul ring. Potrebbe essere la sorpresa del torneo.
  4. Hirai Kawato: un altro ventenne ma con molta più esperienza rispetto ai suoi coetanei avendo debuttato a soli 19 anni nel Gennaio del 2016. Più di 150 match disputati ed una grande connessione con il pubblico che sembra già amarlo alla follia. Magari non vincerà, ma di certo farà ottima figura.
  5. Tomoyuki Oka: un atleto completo e non potrebbe essere altrimenti per chi ha nel suo background esperienze di Judo, Karate, Ju-Jitsu, Kickboxing, Grappling, Pancrazio e Mixed Martial Arts. Yuji Nagata è il suo mentore e in meno di 100 match disputati è riuscito a dimostrare al suo maestro le sue ottime capacità sul ring, pur peccando di carisma. E’ uno degli Young Lions più grossi di stazza, con i suoi 115 kg distribuiti per 1 metro e ottantacinque. Uno dei due favoriti alla vittoria.
  6. Katsuya Kitamura: il più ‘vecchio’ degli Young Lions con i suoi 31 anni. Ex-Campione di wrestling amatoriale con un fisico mostruoso, 1 metro e ottantrè per ben 120kg. E’ arrivato ad un passo dal partecipare alle Olimpiadi di Londra del 2012, ma un anno prima fu trovato positivo al Drostanolone e dovette rinunciare alla sua carriera olimpica. Nel 2015 accettò di allenarsi nel Dojo della NJPW per poi debuttare a Marzo dell’anno dopo. Ad ora può vantare una settantina di match in NJPW, con qualche sporadica apparizione in All-Japan Pro Wrestling. Penso sia lui l’uomo su cui la New Japan potrebbe affidarsi negli anni a venire vincendo il torneo e ‘uscendo’ dalla categoria degli Young Lions.

I primi match si svolgeranno il 12 ottobre durante l’evento Lion’s Gate 8 e saranno:

  • Hirai Kawato VS Ken Narita
  • Katsuya Kitamura VS Tetsuhiro Yagi
  • Shota Umino VS Tomoyuki Oka

 

 

VIAZonaWrestling
FONTEZonaWrestling
Irish Tommy
Ho 26 anni, seguo il wrestling dal lontano 2001, seguo principalmente la WWE, anche se ciò mi porta rancore e frustazione il più delle volte, una sorta di sindrome di Stoccolma. Quando trovo il tempo e non sono inghiottito dalle serie tv seguo anche RoH e NJPW. Wrestlers preferiti: Eddie Guerrero, Chris Benoit, Brock Lesnar e Steve Austin.
  • Elia Notari

    Senza dimenticare i vari Henare e Teruaki Kanemitsu fuori per infortunio, comunque con questa ondata di Young Lions la NJPW si dovrebbe assicurare un futuro radioso, specie se la sommiamo a quella precedente formata da Tanaka, Komatsu, Finlay e White.

  • King Cuzzy

    Vince ha già gli occhi sull’ultimo, il fisico bombato già c’è, adesso via Nakamura e andiamo a conquistare il Giappone! Già me lo vedo: The Modern Day Samurai, Katsuya Kitamura!

    • Cole

      Si droga quindi è perfetto

      • King Cuzzy

        Dope The Machine Gun avremo The Drug Machine, almeno fino a che la WWE non lo metterà sotto contratto per avere il big muscled samurai. Potrà formare un tag team con Ginger, The Asian Muscled Dudes, oppure Da Foreign Muscled Threat, can you smell da ratings??????

  • Cole

    Vado con Kawato anche se i Young Lions di solito non li seguo

  • Fringe

    Per la vittoria andrei su Kitamura, anche se non lo vedo ancora come possibile crack per il futuro. Farei comunque arrivare Kawato in finale (senza vincere il torneo). Lui sì che ce lo vedo bene tra i top name del futuro

  • LANSE ARCIAAAAA !!!

    Direi Kitamura.

  • m4p0

    I primi quattro potrebbero metterli in una stable e chiamarla “CRTL+C CRTL+V”