Meno due settimane a SummerSlam signore e signori, Monday Night Raw vi da il benvenuto in una puntata ricca di . . . robe. Alla tastiera, Ysmsc

Pubblicità

Nota: per una serie di circostante fortuite e non preventivate, la puntata è stata recensita in diretta, la sottoscritta si scusa per eventuali traduzioni raffazzonate o eccessivamente riassunte, dimenticanze dovute all’impossibilità di una seconda visione, vari ed eventuali deliri dovuti alla fame notturna e al sonno incombente

Un video-recap ci mostra alcuni dei feud che si stanno svolgendo a Raw: il match tra Seth Rollins e Fìnn Bàlor per il WWE Universal Championship, la sfida lanciata da Roman Reigns a Rusev, l’invasione di campo di Lesnar ed Orton che hanno sconfinato l’uno nello show dell’altro; ci viene anche preannunciato un video-recap dedicato ad Orton e Lesnar intitolato “15 years in the making”, infine la presenza di Sean Combs (poteva presentarsi settimana scorsa, che ero assente giustificato?).

L’onore e l’onere di aprire la puntata spetta ad Enzo Amore e Big Cass, Enzo dice che settimana scorsa non stava facendo niente di male, solo insidiare una donna a un passo dall’altare, una tradizione a quanto pare consolidata in WWE, Enzo sostanzialmente dice che era a tanto così dal conquistarla quando John Bond Jericho è apparso a guastargli la festa rovinandogli l’home run, Jericho gli ha rifilato una Codebreaker, anche se l’unico codice che ha infranto è quello umano, presentandosi a petto nudo con una cravatta, ad ogni modo, c’è un conto da regolare, lui e Cass hanno preso la scala per il paradiso e Jericho sta imboccando l’autostrada per l’inferno (una disquisizione musicale, dunque)

Jericho si presenta sullo stage (con l’immancabile sciarpa) e dice che Enzo può permettersi di dire quello che vuole perché tanto ha Cassa/idy che lo protegge, ma stavolta anche Chris si è portato un aiuto, detto ciò Kevin Owens raggiunge il compare canadese e i due si avviano verso il ring, Jericho assicura che lui e Kevin ormai sono come fratelli e lui farebbe di tutto per guardargli le spalle, anche attraversare le fiamme dell’inferno (anche se Owens sembra aver rubato un biglietto per catzymieilandia dal portafogli di Randy Orton), Big Cass deride l’allenza tra i due e si becca uno “stupid idiots”, Owens rivela che Colin era uno dei pochi ad NXT che gli piaceva, entrambi avevano un legame d’amicizia che li bloccava, ma al contrario di Kevin, che ha strappato quel legame, Colin ha deciso di portarselo appresso e ora Enzo gli sta dando solo problemi, perciò ha perso la stima che nutriva per lui, Owens promette di fargli male e Big Cass lo sfida a farsi avanti, a quel punto Kevin ci ripensa e dice che sarà Jericho ad occuparsi di lui, Chris si sente vagamente fregato e prova a dire che in realtà ce l’ha con Enzo, anche se stava palesemente guardando Cass, come gli fa notare quest’ultimo, ad ogni modo anche Enzo si sente punto nell’orgoglio e, da che eravamo partiti con un Owens vs Cassa/idy ci ritroviamo con un Amore vs Jericho, ah! Le magie della supercazzola discorsiva

Enzo Amore(with Big Cass) vs Chris Jericho(with Kevin Owens) (2,5 / 5)

Dopo una iniziale fase di parità, Enzo prova a portarsi in vantaggio con una combo di Headscissor ma Jericho blocca l’offensiva con una Clothesline, Kevin Owens si tiene vicino all’apron e alla prima occasione utile tira uno schiaffo ad Enzo, il quale ci riprova con una serie di pugni, ma di nuovo Jericho lo atterra, stavolta con un Dropkick, il canadese prova a gettare l’avversario fuori ring ma Enzo si aggrappa alle corde, si tira coreograficamente su e riesce a buttare Jericho oltre le corde, ciò porta a un faccia a faccia tra i due team. Il barbatrucco pubblicitario viene giocato immediatamente da Jericho, il quale approfitta della pausa per portarsi in vantaggio, appena Raw torna in onda Enzo avverte la Forza del live ed esegue una DDT dal paletto, forse non perfettamente eseguita, ma comunque bella, segue un Crossbody dopo il quale Enzo continua a riempire Jericho di pugni (rubando, mi si stringe il cuore, una mossa dal repertorio di Nikki Bella, la ginocchiata in faccia), Enzo tenta un’Hurracanrana ma finisce dritto nella Walls of Jericho, dalla quale si libera a fatica raggiungendo le corde, Y2J crede che Amore abbia ceduto e si distrae a discutere con l’arbitro, Enzo può così eseguire un Crossbody dalla terza corda, ma è solo due, Jericho a questo punto vorrebbe prendersi una pausa fuori ring ma Amore si getta su di lui, Owens interviene a distrarlo e da così modo a Jericho di eseguire la Codebreaker, Cassa/idy non ci sta e colpsice Chris con un Big boot, facendo così scattare la squalifica

Vincitore: Chris Jericho via DQ

Owens e Jericho festeggiano la vittoria, ma Big Cass dice che se proprio Owens ci tiene a ficcare il naso negli affari degli altri allora hanno una sfida da lanciargli: Y2J e KO contro Enzo&Big Cass, i due canadesi accettano, mentre i ragazzi del Jersey si lanciano in un SAWFT

Nota: vi lancio una sfida, trovatemi un nome per il duo Owens-Jericho che non contenga riferimenti al Canada. Il vincitore otterrà l’ultimo frigo a legna disponibile in magazzino.

Ci informano che Lana e Rusev ci tengono a festeggiare il loro avvenuto matrimonio qui a Raw in nostra compagnia, #chebeimomenti. Dopodiché ci spostiamo negli Uffici, dove a quanto pare Stephanie ha regalato a Mick Foley un tablet nel disperato tentativo di modernizzarlo, la conversazione telefonica viene interrotta da Sasha Banks, la quale dice a Mick di essere certa che Dana Brooke interverrà nel suo match a SummerSlam, perciò chiede di rendere il suo match contro Charlotte un Handicap match, così che possa regolare i conti con le due una volta per tutte, Foley, per un ragionamento che ora mi sfugge, dice a Sasha che stasera avrà un match con Dana, se vincerà la Brooke sarà bandita dal match da SummerSlam, se perderà allora il match diventerà un Handicap match . . . fair enough, suppongo.

Torniamo sul ring, dove Braun Squashman si sta dirigendo verso il ring, il suo avversario odierno è Jorel Nelson, il quale durante l’intervista non sembra un grado di spiccicare una parola, ad ogni modo al signor Nelson viene concesso l’onore di un’entrata on screen con tanto di musica d’ingresso, non conosco il giovine che a primo impatto pare un David Otunga sottopeso

Braun Strowman vs Jorel Nelson (s.v.)

Nelson tenta di fuggire ma Strowman lo colpisce, lo riporta di peso sul ring ed esegue la sua finisher senza perder troppo tempo

Vincitore: Braun Strowman

Il cadavere di Jorel viene gentilmente lanciato fuori dal quadrato, ad ogni modo, se si fosse chiamato Jor-El la possibilità di gag sarebbe stata infinita.

Negli Uffici, Puff Daddy decide di molestare Mick Foley dicendo che Mick l’ha sempre trattato come uno di famiglia (really?) e dunque gli regala dei biglietti per un evento, Mick sembra entusiasta, il duo viene poi raggiunto da Kofi Kingston e Xavier Woods, orfani di Big E, che offrono BootyO’s a tutti, Combs si preoccupa delle condizioni dei gioielli di famiglia di Big E, la questione è seria ma i due non sono disposti a lasciarsi abbattere, hanno un conto in sospeso con A&G da saldare.

Passiamo al recap della faida (?) tra Darren Young e Titus O’Neil, da cui evinciamo che Young sta diventando decisamente troppo protettivo nei confronti di Backlund

Darren Young(with Bob Backlund) vs Titus O’Neil (1 / 5)

Volano pugni, schiaffi e colpi duri tra i due ex tag team partner, O’Neil ci va giù pesante e Young è in difficoltà, il protetto di Backlund prova a riprendersi con una gomitata, poi scivola alle spalle di O’Neil evitando una Poweslam e lo schiena di roll up aggrappandosi al costume come fatto da Titus la scorsa settimana

Vincitore: Darren Young

Da notare la nonchalance con cui Backlund, durante i festeggiamenti, solleva tranquillamente un giovane di circa cento kili, #chebeimomenti. Comunque, gente, eravate partiti bene con Young, non me lo sminchiate, per cortesia.

Promo sulla Cruiserweight division, fatto utilizzando, come sempre, scene dal Cruiserweight Classic (perdonatemi giappofili, ma la sottoscritta è una mark totale di Gran Metalik).

Passiamo al feud principale di Raw, con Seth Rollins che si presenta sul ring dicendoci che la New Era della WWE è qui tra noi, un’esperienza da cui tutti possiamo imparare qualcosa, anche Seth ha imparato qualcosina, pensava di sapere tutto del suo avversario Fìnn Bàlor, che è essenzialmente la sua brutta copia, un Jared Leto al confronto di un Heath Ledger per capirsi, tuttavia ultimamente Seth ha cambiato opinione, ci viene mostrato il video del confronto fisico e verbale tra i due, al termine del quale Rollins ammette che Bàlor è altetico e molto agile, ma Seth non è certo da meno, lui non è un uomo normale, se fosse alle olimpiadi avrebbe più medaglie di Michael Phelps, ma non parliamo di lui, parliamo di Bàlor, innanzitutto quello non è il suo vero nome, è un’accozzaglia di mitologia irlandese, Bàlor significa re dei demoni, nome poco poco altisonante, Seth a questo punto potrebbe farsi chiamare “Rambo Apocalypse”, ma Rollins vuole sapere chi è realmente Fìnn Bàlor e più indaga e meno gli piace, Raw è il suo show, il suo ring e nessuno può parlargli come se fosse un uomo normale, Bàlor è solo un arrogante che ha osato dirgli che lo batterà a SummerSlam, ma stiamo scherzando? Fìnn ha vinto due match da quando è a Raw e di sicuro i suoi avversari non erano Seth Rollins, Fìnn ha avuto il coraggio di dirgli che la chance al titolo gli è stata donata, come se non se la fosse meritata per tutto il lavoro che ha fatto? Decisamente troppo irrispettoso e troppo arrogante, Seth conosce il suo posto in WWE, che è al vertice, sa chi è e sa di cosa è capace e tra duecento anni si racconteranno storie su di lui, di come ha conquistato il Roman Empire e di come ha sconfitto Fìnn Bàlor ed è diventato il primo WWE Universal Champion, period, drop the mic.

Scopriamo che Mick Foley ha invitato Daniel Bryan a Raw per chiarire le loro divergenze . . . divisione dei roster un par di ciufoli.

Mentre al tavolo di commento si parla del nuovo film animato di Scooby-Doo, fa il suo ingresso l’uomo in crisi d’identità noto come Sheamus, alla disperata ricerca del suo posto nel mondo, il suo avversario è Cesaro, l’irlandese ovviamente combatte per l’onore dato che la title shot era in palio la settimana scorsa

Sheamus vs Cesaro (3,5 / 5)

Non corre decisamente buon sangue tra i due, inizio molto concitato, poi Cesaro si lancia a mo’ di missile attraverso le corde, ma Sheamus è un osso duro e si riprende velocemente, tentando di sovrastare Cesaro sul terreno degli Uppercut, lo svizzero risponde con un Vertical suplex, poi restituisce gli Uppercut subiti, l’irlandese però lo fa inciampare sul paletto e gli rifila una White noise, al tavolo di commento intanto Michael Cole pare affermare che Foley provi un qualche piacere sadico nel vedere i due scontrarsi, dato che ha insistito per avere un match in modo che uno dei due potesse sovrastare fisicamente l’altro, la crisi di mezz’età evidentemente fa strani scherzi. Il match prosegue ed effettivamente la contesa è molto fisica, colpi su colpi da parte di entrambi, con Sheamus che tira fuori una Neckbreaker, inusuale per il suo repertorio, tentativo di Giant swing ribaltato in un roll up, tentativo di Bodyslam ribaltato in una Neutralizer che non va a segno, Brogue kick ribaltato in un ennesimo roll up e infine Irish curse che porta solo a un conto di due, White noise per Sheamus ma è nuovamente due e questi inizia a spazientirsi e si sa che quando Sheamus si spanzientisce gli viene la malsana idea di salire sulle corde, Cesaro lo fa volare dal paletto con un Dropkick, a cui segue una serie di Uppercut, ci finisce di mezzo l’arbitro e Sheamus prova ad approfittarne colpendo Cesaro scorrettamente, ma l’arbitro, precedentemente colpito, non si riprende in tempo, si riprende invece quando è Cesaro ad eseguire un roll up di rapina su Sheamus

Vincitore: Cesaro

Dite quello che volete, ma mi piace alquanto vedere questi due uno contro l’altro . . . forse la fissazione di Foley non è così assurda.

Parte il filmato pheego su Lesnar ed Orton, il loro trascorso nella OVW, il loro debutto nel 2002, la loro vittoria dei titoli nonostante la giovane età, hanno condiviso tanto, ma Lesnar ha deciso di andarsene perché la gente non gli piaceva ed Orton si è sentito tradito da questo, Lesnar è molto meno romantico, dice che di Orton non gliene frega niente, Randy può solo sognare i traguardi che ha raggiunto Brock, Lesnar dice che Randy non ha speranze, Orton dice che Brock lo sottovaluta, entrambi promettono di distruggere in ogni senso l’avversario. Promo pheego, in effetti.

Torniamo sul ring, dove ritroviamo i Dudley Boyz, scopriamo che i loro avversari sono Neville ed un compagno scelto dall’inglese, scopriamo anche che questo match è nato da uno screzio avvenuto nel pre-show, il partner misterioso si rivela essere . . . Sin Cara (Negro)

Dudley Boyz vs Neville&Sin Cara (2 / 5)

Sin Cara (che è due volte più inquietante con quel costume) apre le ostilità, ma viene portato all’angolo avversario e mandato al tappeto, Bubba Ray già che c’è colpisce Neville per evitargli il tag, ma viene atterrato da un Moonsault di Sin Cara, sul ring Bubba Ray è ancora in difficoltà, D-Von riesce a distarre Sin Cara quel tanto che basta per permettere a Ray di lanciarlo contro le transenne, il wrestler mascherato è costretto a subire finché non riesce a dare il cambio a Neville, che si toglie la ruggine di dosso eseguendo una serie di mosse su D-Von (e imitando Karate Kid), Bubba Ray prova ad intervenire ma viene colpito dallo stesso D-Von, Neville non riesce tuttavia ad approfittarsi della distrazione per schienare D-Von, così si accontenta di volare fuori ring addosso a Bubba, Sin Cara impedisce a D-Von di riprendersi e Neville connette la Red Arrow

Vincitori: Neville&Sin Cara

La Coppia Improbabile festeggia, Sin Cara con quell’attire sembrava una copia di Mill Muertes, pheego, inquietante e disturbante allo stesso tempo

PS: ovviamente i Dudleyz si confermano il team in grado di rimanere unito nonostante non passi match senza che uno dei due colpisca involontariamente l’altro.

Passiamo alle celebrazioni nuziali: completo pantalone-gilet grigio per Rusev, musica floreale e abito da sposa tutto fronzoli per Lana, tre differenti torte nuziali sul ring (ecco, questo è più interessante, un’apoteosi di rose rosse e bianche e chi più ne ha più ne metta, Lana dice di essere la principessa di Rusev e che quando sposi una principessa devi donarle una luna di miele come si deve e Rusev ha mantenuto quest’impegno, il pubblico rumoreggia e Rusev intima a tutti di rispettare sua moglie, Lana ci dice che è il nostro giorno fortunato, dato che ricreeranno il loro matrimonio qui davanti a tutti noi, Rusev prima ci chiede se Lana non sia bellissima, poi ricorda che è solo sua, parte un filmato sul giorno delle loro nozze in modo che noi si possa comprendere cosa sia il vero amore (cori “boring” da parte del pubblico, giustamente), segue dialogo nel quale Rusev afferma di essersi allenato duramente per non far mancar nulla alla sua adorata moglie, su quanto costasse la loro spiaggia privata e sul prezzo di quelle tre torte nuziali (sono le 4 del mattino, ho fame, abbiate pietà di me, Jeeesus), etcetera etcera, Lana pretende che le si scattino foto e ci si metta tutti in piedi, al rifiuto del pubblico Rusev dice che siamo solo dei gelosi americani e . . .

E niente, Arriva Roman Reigns, il quale è evidentemente a dieta, oppure è geloso perché Rusev gli ha rubato l’idea del matrimonio in spiaggia (assieme al 90% della popolazione americana evidentemente), Romano si avvia a muso duro verso il ring, ma poi prova a fare il sympa dicendo ai due di rilassarsi e che non è qui per rovinare niente a nessuno, dice di aver notato che Rusev non aveva un testimone di nozze (credo che sia la traduzione di “best man”), tutti dovrebbero avere un testimone di nozze perciò Roman è qui per svolgere questo ruolo, Rusev ovviamente rifiuta e Roman gli chiede allora di accettare la sua sfida per SummerSlam (due cose equivalenti proprio, non vedo differenze), al secondo rifiuto di Rusev Roman inizia a versare spumante nei bicchieri e ne tracanna uno (vacci piano con le sostanze, Rommy), poi dice di essere fortunato a non aver assistito al loro matrimonio, Rusev inizia a sbottonarsi e Roman gli chiede di tenere la carne a posto (ok, funny enough), Reigns rincara la dose dicendo che da lui si aspettava di più, come Lana la prima notte di nozze

Colpito nell’orgoglio bulgaro Rusev, giustamente aggiungerei, parte all’attacco, facendo addirittura partire un coro “Rusev!”, #chebeimomenti

Ma nella colluttazione Lana viene urtata e finisce col la faccia in una torta, la neo-sposa inizia a urlare talmente forte che Roman trova più saggio battere in ritirata.

Nota: non riesco a fare ordine tra i miei sentimenti, definirlo so bad it’s good sarebbe troppo, ma anche totally bad sarebbe ingiusto. Fate vobis.

Nel backstage, Rusev pretende che Mick Foley faccia qualcosa riguardo Roman Reigns, ma Foley si limita a dargli l’occasione di sfogare la sua rabbia direttamente su Reigns, in un match a SummerSlam, per il titolo degli Stati Uniti . . . interessante come qualcuno possa ottenere una title shot a un qualsivoglia titolo semplicemente lanciando un’occhiataccia e rovinando una torta (ma non mi lamenterei più di tanto, dato che anche per il match per i titoli di coppia non è che ci sia stata tutta questa costruzione).

Passiamo alla Women’s division, Sasha Banks è pronta a regolare i conti con Dana Brooke, ricordiamo che in caso di vittoria di Sasha la Brooke sarà bandita dall’angolo di Charlotte a SummerSlam, in caso di sconfitta Sasha dovrà affrontare sia Dana che Charlotte . . . ma dunque il match sarà ancora per il titolo? Ma allora non sarebbe più corretto chiamarlo Triple threat? Explain Foley, EXPLAIN!

Sasha Banks vs Dana Brooke(with Charlotte) (1 / 5)

La Brooke mostra ancora diverse incertezze, Sasha non sembra temere affatto l’avversaria, nonostante Dana la metta in difficoltà dopo una Clothesline, Charlotte vorrebbe schiaffeggiare Sasha ma colpisce involontariamente Dana, poi si becca un Dropkick di Sasha, la quale finisce Dana in tempo zero con il doppio foot stomp, finale alquanto incasinato e mal eseguito, ma il tutto serviva solo a bandire Dana da SummerSlam

Vincitrice: Sasha Banks

Anche perché avrei voluto vederlo Foley a spiegarmi come un Handicap match potesse essere valido per il titolo, a meno che non si chiami Triple threat.

La gara microfonica tra Rollins e Bàlor vede l’irlandese pesantemente svantaggiato, dal momento che non si abbassa a rispondere sul ring, ma con un promo palesemente pre-registrato, in un set a metà tra i fumenti di Bray Wyatt e l’attività di pompe funebri di Undertaker, Fìnn ci parla di mitologia irlandica, le Banshee, il Durlahan, Bàlor, Seth sa chi è Bàlor, quando apre gli occhi il mondo finisce (eccheccos’è, il richiamo di cthulhu?), Bàlor sa che Seth ha i suoi demoni e che non riuscirà mai a batterli, perché a SummerSlam incontrerà il re dei demoni . . . primissimo piano sugli occhi demoniaci e stacco.

E . . . i dottori Anderson e Gallows ci introducono a una piega che sta investendo i tag team WWE, la Ringpostasi, la Ringpostasi colpisce all’improvviso, il primo a cadere è stato Big E (rappresentato da due uova in salamoia in un barattolo) e il secondo a cadere sarà Kofi Kingston, la cura è ancora sconosciuta.

Ennesimo senso di emozioni contrastanti.

Infatti dal ritorno dalla pubblicità scopriamo che Kofi dovrà affrontare uno tra Gallows ed Anderson, mentre Woods rimarrà a bordo ring, il suo avversario si rivela essere Gallows

Kofi Kingston(with Xavier Woods) vs Luke Gallows(with Karl Anderson) (s.v.)

Ricordiamo il match titolato tra i due team previsto per SummerSlam. Volo di Kofi su Gallows dopo neanche un minuto di match, tentativo di intromissione di Anderson, Woods prova a contrastarlo ma finisce lanciato contro l’angolo, mentre Kofi, distratto, si becca un Flapjack di Gallows e . . . e niente, conto di tre

Vincitore: Luke Gallows

Potrei porre un’obiezione sul fatto che un campione di coppia venga finito in modo così semplice, ma sono le 4 e 43, perciò limitiamoci a passare oltre, A&G provano ad attaccare la Ringpostasi anche a Kofi, ma Woods li caccia via con una sedia.

Segmento tra i Golden Truth e Scooby-Doo, andranno a vedersi il film mangiando Scooby-Snacks, contenti loro, io mi sa che mi faccio una spaghettata appena finisco qui.

Passiamo al “main event” della serata, Mick Foley raggiunge il ring per introdurre il suo ospite speciale, Daniel Bryan, la prima cosa che Daniel dice è che Mick sta facendo un ottimo lavoro come GM di Raw, Mick invece dice di apprezzare di più il suo lavoro come commentatore del CruiserWeight Classic, Daniel prova ad hypare il pubblico per la puntata di SmackDown, ma Foley lo interrompe, dicendogli di volersi scusare per l’invasione di campo perpetrata da Brock Lesnar ai danni di Randy Orton, Bryan risponde che Foley non deve scusarsi, dato che è stato Orton a scagliare la prima pietra e per questo è lui a scusarsi; il big deal viene presto rivelato: Daniel, durante il post-show di SmackDown, ha sostanzialmente preso in giro Raw per aver creato un suo titolo dato che erano rimasti senza campione, cosa che, a quanto pare, Daniel e Shane non vogliono fare per SmackDown, Foley si è sentito punto sul vivo dal momento che lui e Stephanie hanno fatto quella scelta perché Raw si merita un campione mondiale

Ma ecco che appare un Rusev selvatico, che afferma che Raw non ha bisogno di un altro campione, hanno già il miglior campione di tutti, lui stesso, pronto a proteggere Foley da “quelli di SmackDown”, per Daniel Rusev sta solo cercando di ingraziarsi Foley per far cancellare il suo match a SummerSlam

Ed ecco che si presenta un Cesaro selvatico, il quale dice di aver dimostrato che si merita un match titolato, Foley però non sembra convinto dato che Sheamus l’ha messo troppo in difficoltà, Daniel dice a Cesaro di abituarsi ad essere mal considerato in quel di Raw (ouch!), Foley, per non farsi mettere i piedi in testa, indice sul momento un match tra Cesaro e Rusev, proprio adesso!

United States Championship match Rusev(c.) vs Cesaro (4 / 5)

Rusev continua a volersi far annunciare per primo. Cesaro parte subito con gli Uppercut, Rusev fugge fuori ring ma viene colpito da una Rolling senton, Crossbody per lo svizzero, ma è troppo presto per uno schienamento, secondo Crossbody che questa volta non va a segno e apre ad una controffensiva del campione, che sbatte più volte Cesaro contro l’angolo, poi inizia a lavorare l’avversario alle braccia, la cosa va avanti per alcuni minuti, Cesaro riesce a tirare il fiato e a colpire il campione con un doppio foot stomp, per poi partire con una serie di Uppercut seguiti da una Tornado DDT, ma è solo due, Rusev non è disposto a cedere e continua a concentrarsi sulle braccia, tentativo di Accolade alla quale Cesaro resiste stoicamente, solleva Rusev di peso ed esegue una Electric chair, scambio di colpi al centro del quadrato, Springboard uppercut, seguito dalla Giant swing e dalla Sharpshooter, senonché . . . arriva Sheamus, Cesaro lascia andare Rusev e si becca un Superkick, tuttavia anche questo non basta a schienare lo svizzero, Rusev ritenta la Accolade ma Cesaro lo lancia contro Sheamus, peccato che nel mentre venga colpito l’arbitro, che così non può contare quando Cesaro esegue la Neutralizer e al momento nel conteggio tardivo Rusev alza la spalla, l’azione combinata di Rusev e Sheamus, dita negli occhi e Brogue kick non visti dall’arbitro, portano alla vittoria del campione

Vincitore: Rusev

Il miracolo, alla fine, non è avvenuto, Roman Reigns compare dal nulla e colpisce Rusev con la Spear, lasciando Rusev esanime al suolo e ritornandosene nel backstage da dov’è venuto

Sulle immagini di Steve Austin pronto ad intervistare Dean Ambrose si chiude la puntata odierna di Raw

Tabella di valutazione dei match:

* = da evitare
** = mediocre/appena sufficiente
*** = sufficiente o di più per il tipo di evento in questione (se è un PPV o uno show settimanale)
**** = match da vedere
***** = match da ricordare

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5.75
Qualità dei promo
6.5
Evoluzione delle storyline
6
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname