Durante una recente intervista, Roman Reigns, al giornalista che gli chiedeva quanta importanza avesse la preparazione mentale per creare un grande match ha risposto così: "A volte non c'è nulla di psicologico in un match, devi solo andare là fuori e fare qualcosa che attiri l'attenzione della gente; non c'è un senso, devi solo impressionare e far sobbalzare le persone". comunque poi ha sottolineato il duro lavoro psicologico che c'è dietro "nel primo periodo in WWE è stato molto importante avere i miei cugini (gli Usos) al mio fianco: passavamo le notti a parlare di wrestling! Ora, invece, guardo e riguardo i match come ho sempre fatto nella passata esperienza nel football!"

Pubblicità

Fonti: 441Mania.com & ZonaWrestling.net