Durante il Raw post WrestleMania, con il debutto di Enzo Amore&Colin Cassidy e l’annuncio del debutto a SmackDown dei VaudeVillains, qualcuno ha ipotizzato l’imminente indizione di un classico n°1 contender tournament, questa volta dedicato ai titoli di coppia; le ipotesi si sono rivelate veritiere e il torneo si concluderà in quel di Payback. Come se la passa attualmente la categoria tag team del main roster WWE? Si avvicina un periodo d’oro? Oppure è troppo presto per gioire?

Pubblicità

Innanzitutto, il materiale a disposizione è ampio ed eterogeneo, con lati sia positivi che negativi: abbiamo un trio di campioni ottimi dal punto di vista dell’intrattenimento e discreti sul quadrato, i due team neo-promossi da NXT sono l’uno sempre ottimo per quel che riguarda character e mic skill e forse non così buono sul quadrato, ma sempre divertente da vedere, l’altro è un team che sul ring mi piace molto ed anche i VaudeVillains in quanto a character non scherzano, poi abbiamo i neo-acquistati Anderson e Gallows, che tuttavia potrebbero metterci qualche tempo prima di dedicarsi ai titoli di coppia essendo attualmente impegnati nel feud Styles/Reigns, poi ancora la Wyatt Family, che dal periodo del feud contro gli Usos non ha mai gareggiato realmente per i titoli di coppia e che attualmente stenta a trovare un senso alla sua esistenza, si continua con gli Usos, detestati dalla sottoscritta ma in generale apprezzati dalla gente e sicuramente onesti sul quadrato, un team di vecchie glorie che sul quadrato ultimamente non ha regalato granché ma che sicuramente ancora sa intrattenere le folle, si passa per i Lucha Dragons sulla cui gestione è, appunto, meglio passare oltre e si conclude con una stable di jobber ed un team al momento orfano di un componente a causa de “laaaa droga” (cit.). La League Of Nations no, quella si è già sciolta, probabilmente per non dover disputare quel match #caso contro la Family a Payback. Dei Fiori del Portorico penso sia troppo presto per parlare anche se attualmente il mio interesse verso di loro è più o meno quello che avevo per i Los Matadores.

Ok, dal punto di vista della scelta direi che ci siamo: gente brava sul ring, gente brava a intrattenere, gente discreta, gente divertente, gente più o meno importante, direi che in questa categoria tag team ci sono tutti i tipi di wrestler che di solito si trovano in un roster, dai maineventer ai comedy ai lowcarder. Detto ciò, di cos’altro ha bisogno la categoria tag team?

Punto primo: gente brava nel quadrato, in grado di offrire degli ottimi match degni di essere ricordati tanto quanto le dispute in singolo, da questo punto di vista direi che possiamo stare tranquilli, certo Cesaro e Tyson Kidd, a livello di puro e semplice wrestling, sono stati una perdita importante, ma direi che il livello di bravura generale resta più che discreto, confesso di non conoscere bene Anderson e Gallows ma credo che anche loro possano essere annoverati tra i “molto bravi” (correggetemi se sbaglio, per carità)

Punto secondo: faide. Vi ricordate cosa si è sempre detto per la Divas Division ora Women Division? Che l’unico feud esistente era quello per il titolo delle Divas e che le lottatrici o erano coinvolte in un feud titolato o al massimo avrebbero potuto sperare in match random settimanali o feud da uno-due incontri al massimo; ecco, stesso discorso si potrebbe tranquillamente applicare alla categoria tag team. Io ho la memoria di un pesce rosso, lo dico sempre, ma fatico a ricordare un feud tra tag team che non comprendesse i titoli, certo c’è stato il periodo Shield ed il periodo Wyatt Family, ma quelli mi sono sempre parsi match da “maciniamo un team di avversari dietro l’altro” piuttosto che dei veri e propri feud, gli ultimi che mi vengono in mente sono stati Ambrose&Reigns contro la Family (e non si può dire che sia stato questa gran cosa) e i Dudley Boyz sempre contro la Family, ci hanno provato i Dudleyz ad avere un feud con gli Usos, incentrato sul fatto di non voler essere associati soltanto ad un oggetto da mobilia per poi concludere il tutto in un Tables match, geniale. Dunque, penso che la categoria tag team si meriti le sue due o tre faide, che non devono necessariamente concludersi in PPV, ma ad esempio, con quattro show settimanali a cui pensare (NXT escluso), per facilitare il compito al booking team non sarebbe meglio prendere due team e farli scontrare per un po’ durante i vari show? Sempre meglio che venire usati e squashati a caso dall’ultimo arrivato

E qui si passa al punto tre: gestione oculata. Se la categoria dei tag team deve essere un magico mondo a parte, allora potremmo smetterla di usare i membri dei tag team come jobber dell’ultimo arrivato/pushato? Quante volte è successo? Un tizio X riceve un push e, come prova di forza, si diverte a sconfiggere prima un membro di un tag team e poi l’altro; personalmente è una cosa che non apprezzo, penso che vada a sminuire questi lottatori, come se non fossero capaci di vincere un match in singolo ma solo in team, questo a mio avviso non alza il livello dei wrestler, come a dire “da soli non valgono niente ma in team sono imbattibili”, è quel “da soli non valgono niente” che stona

Forse pretendo troppo, d’altra parte Raw ha cominciato solo in questo ultimo mese a mostrare dei leggeri segni di miglioramento, forse dovrei accontentarmi del fatto che stanno gestendo bene Enzo, Big Cass e i VaudeVillains e non pretendere altro, poteva andarmi molto peggio, forse dovrei imparare ad accontentarmi. Però sì sa, siamo fan di wrestling e non ci piace accontentarci, vogliamo sempre di più, se qualcosa va bene vorremmo che andasse meglio, è questo il bello, non si finisce mai di domandarsi quale sarà la prossima sorpresa

Che poi, in fondo, quest’anno c’è la concreta possibilità che lo Slammy Award per il miglior tag team non lo vincano gli Usos, ma cosa mi lamento a fare?

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname