San Josè, California.

Pubblicità

UFC on Fox 12, Lawler e Brown si giocano la title shot e vedremo anche il ritorno nell'Ottagono di Anthony “Rumble “ Johnson. Come è andato l'ultimo evento in casa UFC? La review qui di seguito.

Pesi leggeri, John Thomson vs Bobby “King” Green

Round iniziale piuttosto bloccato, i due si muovono molto, avanzano con qualche calcio, ma non ci sono grandi contatti ed il match viene fermato per un minutino perchè Green pizzica nell'occhio Thomson, generando qualche problema di vista a quest'ultimo. Poco altro da annotare, Thomson aggredisce con qualche combinazione il suo avversario nell'ultimo minuto e mezzo, trova un bell'high kick che va a segno in modo non pieno mentre Green ad ogni colpo, scalda la sua lingua con un po' di sano “trash talking”.

Non un grande match nemmeno nel secondo round, Green continua a controllare molto bene il centro dell'ottagono ed è in netto vantaggio nel computo dei colpi totali, l'atleta di colore continua un fastidioso trash talking mentre Thomson quando riesce ad aggredire, arriva a colpire, ma è spesso impreciso ed i suoi colpi risultano inefficaci.

Green connette una bella ginocchiata nel terzo round che apre una ferita sul sopracciglio destro di Thomson, il quale riesce a difendersi da un tentativo di takedown dell'avversario, ma il match non decolla alla grande nonostante i due grandi talenti che si affrontano. Green ha fatto di più, pur senza emozionare e dominare, ma a livello di colpi, ha nettamente prevalso contro l'idolo di casa.

I giudici senza indugi danno la vittoria per split decisione a Bobby Green che ottiene una grande affermazione contro il numero 3 del ranking in un match in cui partiva sfavorito.
Winner by split decision: Bobby “King” Green

 

Pesi piuma, Clay “The Carpenter” Guida vs Dennis “The Menace” Bermudez

Solito stile frenetico e con tanto movimento per Guida, ma il primo round di Bermudez è un capolavoro di precisione, potenza, tecnica. Tante ginocchiate, combinazioni, takedown, Guida è costretto a difendersi, non attacca, si salva dal knockout, ma è ferito sotto l'occhio destro e sanguina parecchio. Per ora match saldamente nelle mani dello sfavorito Bermudez.

Troppo superiore Bermudez anche nel round centrale, Guida non riesce a rispondere al dinamismo e la forza di Bermudez che dopo tre minuti trova un bel takedown, seguito da un rear naked choke che costringe l'ex campione pesi leggeri della Strikeforce al tap out.

Settima vittoria a fila di Bermudez che ora guarda al futuro con grande convinzione, è pronto per un topo 5.

Winner by submission (Rear naked choke): Dennis “The Menace” Bermudez

 

Co-Main Event, Pesi massimi-leggeri, Antonio Rogerio “Minotauro” Nogueira vs Anthony “Rumble” Johnson

45 secondi…Johnson trova subito una raffica di colpi, con un paio di uppercut pazzeschi, manda a “dormire” il brasiliano con un knockout bellissimo e pesantissimo. Johnson è una mina vagante in questa divisione, credo che lo vedremo sempre più su nei prossimi mesi e nel mirino avrà sicuramente il campione. Nogueira è ora che si ritiri oppure che venga licenziato, ormai è un ex fighter.

E' il quarto knockout nel primo minuto per Johnson, mai nessuno come lui in UFC. Attenzione a “Rumble”…pericolossimo per tutti.

Winner by TKO: Anthony “Rumble” Johnson

 

Main Event, pesi welter, Matt “The Immortal” Brown vs “Ruthless” Robbie Lawler

Un grande main event in questa notte UFC, chi vince, si prende la title shot.

Due lottatori spettacolari, tostissimi, attaccanti nati, mani di granito e mento d'acciaio, due tra i più emozionanti fighter UFC in questo momento. Favorito Lawler, ma Brown è un serpente sembra pronto a distruggere la sua preda con il veleno.

Ed il primo round parte subito ad alti giri, molto meglio Lawler che puntualmente arriva al viso ed al corpo di Brown, gli apre una ferita, Brown non sembra in grandi condizioni fisiche mentre Lawler è concentratissimo e vuole chiudere la pratica il prima possibile.

Brown vive su qualche fiammata, ma i colpi che stanno arrivando da Lawler lo mettono in difficoltà, lo stordiscono, lo fanno barcollare. C'è anora un match per carità, ma Lawler ha già acquisito un buon vantaggio ed ha fiducia elevatissima.

Lawler abbassa in ritmo nel secondo round, è meno concreto e aggressivo rispetto l'inizio, mentre Brown prende fiducia, trova un bel calcio girato, una gomitata, una combo destro-sinistro che impatta sul viso di Lawler. Ora la contesa è molto ravvicinata.

Ritorna ad attaccare molto bene Lawler nel terzo round, Brown non trova tante armi per contrastare l'avanzata dell'avversario ed in più il sangue dal sopracciglio destro sta scendendo copiosamente.

Round 4 che parte sempre a favore di Lawler, ma poi trascina verso la fine, i due si stanno tenendo per l'ultimo è deciso round. Brown nonostante non stia facendo benissimo, è incredibilmente in vantaggio nel conteggio totale dei colpi portati a segno. Si decide tutto nell'ultimo scorcio di match, comunque match intensissimo e si sente che la posta in palio è piuttosto alta.

Fantastico il quinto round, i due non si risparmiano, calci al corpo, pugni, gomitate, Brown sanguina vistosamente, ma ha vinto questa ripresa, Lawler appare stanco. Non è una facile decisione l'assegnazione della vittoria, una grande battaglia fra due talenti clamorosi, due fighter eccezionali, 25 minuti di intensa e piacevole “guerra” fra le parti, a chi andrà la title shot?

I giudici danno la vittoria a Lawler in modo unanime, ma i punteggi sono veramente vicini a dimostrazione che il match è stato serratissimo.

Winner by unanimous decision: “Ruthless” Robbie Lawler

 

Bonus della serata:

Performance of the Night: Anthony “Rumble” Johnson & Dennis “The Menace” Bermudez

Fight of the Night: “Ruthless” Robbie Lawler vs Matt “Immortal” Brown

 

Commento Evento:

Un evento decisamente gradevole dall'inizio alla fine.

L'inizio non è eccellente, Green e Thomson potrebbero regalare maggiori emozioni invece ne viene fuori un incontro sufficiente, ma quanto si vede dopo è sicuramente uno spettacolo valido.

Bermudez riesce a battere prima del limite il coriaceo Guida, “Rumble” Johnson annichilisce e probabilmente chiude la carriera di Nogueira, infine il main event propone 5 round di battaglia super intensa che provoca la vittoria meritata di Lawler che si aggiudica la title shot contro Johny Hendricks.

Voto: 7

 

Appuntamento al 17 agosto, UFC Fight Night: Bader vs St. Preux.

 

E' tutto, alla prossima!

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!