UFC Fight Night 58: Machida vs Dollaway

Pubblicità

Baruqeri, San Paolo, Brasile

 

Si torna in Brasile, ultimo evento UFC per il 2014, Barao e Machida in azione, vediamo se si sono fatti sorprendere o se hanno fatto il loro dovere in questa review dell'evento qui di seguito:

Pesi medi, Antonio dos Santos Jr. vs. Daniel Sarafian

Primo round poco indicativo, solo un bell'high kick di Sarafian seguita da un takedown, mentre Dos Santos si difende con un jab, una gomitata ed un gancio. Round iniziale non proprio entuasiasmante.

Il match si conclude nel secondo round quando Dos Santos dopo un gancio, si rompe/lussa un dito della mano sinistra ed il match finisce qui per la vittoria non proprio pulita e limpida di Daniel Sarafian.

Winner by TKO: Daniel Sarafian
 

Pesi welter, Mike Rhodes vs. Erick Silva

Match concluso in un minuto e mezzo, Silva mette a terra con un bel takedown Rhodes e poi chiude una strettissima Katana Kami choke per lo svenimento di Rhodes che non ha modo nemmeno di battere il tap out. Grande affermazione per Erick Silva, uno dei migliori pesi welter della UFC.

Winner by subsmission: Erick Silva
 

Pesi leggeri, Rashid Magomedov vs. Elias Silverio

3 round di battaglia in cui il russo fa meglio che il brasiliano e chiude il match proprio poco prima della sirena della terza ripresa grazie ad un bel TKO dovuto a ganci, jab e montante.

Winner by TKO: Rashid Magomedov
 

Pesi massimi-leggeri, Antonio Carlos Jr. vs. Patrick Cummins

Tre round di battaglia che premiano il lavoro di Cummins, più attivo e con alcuni takedown all'attivo. Carlos jr. mostra una gran tecnica a terra, va vicino un paio di volte alla sottomissione decisiva, ma Cummins di difende bene, è più grosso e continua con il suo incedere di pugni e gomitate a terra. I giudici premiano l'americano con decisione unanime in modo corretto.

Winner by unanimous decision: Patrick Cummins
 

Co-Main event, pesi gallo, Renan “The Baron” Barao (#1) vs. Mitch Gagnon (#14)

Si parte con questo co-main event che vede il ritorno nell'ottagono dell'ex campione pesi gallo, Renan Barao, nel suo Brasile…tanta pressione per lui dopo la sconfitta con annesso titolo perso. Gagnon può fare l'upset.

Molto più attivo Barao nel primo round, calci bassi, buona aggressività e controllo dell'ottagono, Gagnon guardingo e poco propositivo, alla fine rischia pure di subire il knockout a causa di un pesante gancio sinistro del brasiliano, il quale però non riesce a chiudere l'incontro.

Secondo round decisamente brutto, almeno 3-4 lunghi clinch che spezzettano in modo decisivo e stucchevole l'incontro. Takedown a favore di Barao, Gagnon però non resta a guardare ed inserisce qualche gancio a suo favore. Match in equilibrio, ma vantaggio Barao all'alba dell'ultima ripresa.

La contesa si decide nel terzo round, altro lungo clinch che infastidisce il pubblico, poi Barao quando manca circa un minuto alla fine, trova un takedown per la arm triangle che costringe Gagnon al tap out. Barao torna a vincere, ma non convince, non pare più il Barao arrembante, aggressivo, devastante di qualche tempo. La sconfitta con Dillashaw è stata pesante da sopportare e digerire. Vedremo se nel 2015, Barao proverà a tornare sul trono dei pesi gallo o se confermerà questa minima involuzione che lo sta vedendo protagonista.

A fine match, Barao dice che vuole tornare campione, vuole la cintura indietro, vedremo se la UFC lo accontenterà con un'altra title shot.

Winner by submission: Renan “The Baron” Barao
 

Main Event, pesi medi, C.B. “The Dobermann” Dollaway (#10) vs. Lyoto “The Dragon” Machida (#4)

Il main event dura un minuto, schermaglie iniziali, solito sfuggente Machida e poi…BOOM! Calcio devastante del brasiliano sulle costole di Dollaway che accusa pesantemente con una gran smorfia ed è finito da una raffica di colpi che costringono l'arbitro allo stop.

L'audio del colpo è incredibile, un calcio di una durezza e pesantezza incredibile, grande vittoria per il Dragone della UFC che prova di nuovo la scalata alla title shot. Sicuro futuro Hall of Famer.

Winner by TKO: Lyoto “The Dragon” Machida

 

Bonus della serata:

Performance of the Night: Lyoto “The Dragon” Machida, Renan “The Baron” Barao, Erick Silva & Vitor Miranda

Fight of the Night: N/A

 

Commento Evento:

Niente di straordinario, niente di inguardabile.

Il Brasile vince nettamente nel computo dei match, a parte Carlos jr. e Silverio, gli altri carioca trionfano tutti. Sarafian grazie ad un infortunio, Silva si sbarazza in un minuto del suo avversario con una tecnica da gran maestro. L'americano Cummins invece porta a casa l'incontro grazie ad un maggiore controllo dell'ottagono, mentre Magomedov trova il TKO decisivo a pochi secondi dalla sirena anche se va detto che il russo aveva condotto un buon match ed ai punti probabilmente avrebbe vinto.

Barao vince, faticando un po' contro Gagnon e mostrando ancora della ruggine dovuta alla sconfitta contro Dillashaw ed infine l'infinito Machida, il quale non mi piace per niente, ma tira fuori un grande knockout in poco più di un minuto sul molle Dollaway.

Voto: 6+

 

Appuntamento alla notte fra il 3 ed il 4 gennaio 2015, primo ppv dell'anno UFC, di fronte nel main event, Jon “Bones” Jones e Daniel Cormier! OMG!!!

 

E' tutto, alla prossima!

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!