Sempre via Twitter, Ryback ha risposto questa volta direttamente alle dichiarazioni sul suo conto rilasciate da CM Punk durante l'ultima puntata del podcast di Colt Cabana:
"Per onor di cronaca, se mollassi per esser fragile ed insicuro, mi inventerei delle scuse anche per quello. Da molto tempo le cose non andavano come volevo ma ho continuato giorno dopo giorno. La diffamazione è una cosa potente ed affermare cose senza senso, senza alcun valido motivo,dimostra le sue insicurezze. Continuerò, ogni volta che potrò, ad impegnarmi a studiare i match ed a tenere promo persino quando mi trovo alla guida ed andrò avanti a spingermi fino al limite anche da infortunato. Grazie mille"
 
Fonte:LOP.net&Zona Wrestling.net
Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 4 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista a tempo perso. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Ha visto i suoi Dallas Mavs vincere le Finals. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Drew Galloway Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Revival e tanti altri wrestler che non son tifati manco dai loro genitori. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.