Bentornati ai lettori di ZW, siamo pronti per un nuovo episodio di AEW Dynamite! Lo show si apre con l’entrata di Adam Cole, Bobby Fish e Kyle O’Reilly, i tre raggiungono il ring.

PROMO: È tempo di storia con Adam Cole! L’ex NXT Champion parla del suo incredibile 2021, di come non sia mai stato schienato o sottomesso e ricorda di essere imbattuto in competizione singola. Come se non bastasse, Kyle e Bobby hanno esordito in AEW ed è tempo di una nuova era. A quel punto intervengono gli Young Bucks accompagnati d Brandon Cutler, Matt Jackson afferma di aver preso a calci in culo il COVID in appena due giorni ed ora sono tornati. I fratelli Jackson non apprezzano il fatto di non essere stati invitati questa sera, Kyle conferma queste parole ed aggiunge che non erano stati invitati nemmeno per il loro match contro i ‘Super’ Friends di due settimane fa a Dynamite. Matt Jackson riconosce la grandezza dei ReDragon ma ricorda ai due che questa è la LORO federazione e che gli Young Bucks sono i campioni di coppia più longevi nella storia della AEW e che hanno come buon proposito del 2022 quello di riconquistare le cinture di coppia. Kyle e Bobby affermano che questo è anche il loro buon proposito per l’anno nuovo ed aggiungono che nessun tag team al mondo è sul loro livello.. e questo vale anche per Matt e Nick Jacskon! Cole interviene per rilassare gli animi ed aggiunge che loro 5 insieme formerebbero il più grande gruppo nella storia della AEW, specialmente considerando le altre fazioni come ad esempio i Best Friends.. A quel punto i Best Friends si sentono tirati in causa ed effettuano il loro ingresso in scena. ‘Qualcuno fermi questa stupida musica’ afferma Adam Cole nei confronti dei Best Friends, ormai giunti sul ring. Cole si chiede cosa abbia da dire di così tanto importante Orange Cassidy, The Freshly Squeezed One preferisce non parlare e passare ai fatti: i Best Friends attaccano i rivali. Chuck, Trent ed Orange fanno piazza pulita degli avversari quando Adam Cole colpisce Cassidy con un Low Blow, Cole si prepara al Superkick ma Kris Statlander si frappone tra lui ed Orange. A quel punto interviene Britt Baker che colpisce la Statlander alle spalle per poi finirla con uno Stomp, la DMD mantiene la testa di Cassidy favorendo il Superkick di Cole ma non è finita qui per il Freshly Squeezed One che subisce anche il Boom finale. Gli Young Bucks, i ReDragon, Adam Cole e Britt Baker festeggiano e lasciano vittoriosi il ring.

Ci viene mostrata una vignetta riguardante Wardlow che viene definito come il ‘Maestro che orchestra la distruzione’, viene infatti elogiata la potenza della sua Sinfonia di Powerbomb. Il video si chiude con un quesito: finirà in tragedia (alludendo agli attriti tra Wardlow e Shawn Spears) o la Symphony of Powerbomb vivrà per sempre? Lo scopriremo nell’imminente incontro tra Mr. Mayhem e CM Punk.

Wardlow vs. CM Punk 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Test importantissimo per Wardlow in quello che al momento è l’incontro più prestigioso della sua carriera, The Wardog fa valere la sua potenza fisica ma CM Punk riesce a reagire e non si da per vinto. Il Best in The World riesce a sfuggire a ben due tentativi di Powerbomb e riesce a mettere al tappeto l’assistito di MJF con una serie di colpi capitalizzata da una Springboard Clothesline. Il Second City Saint sembra aver preso il controllo dell’incontro e colpisce Wardlow all’angolo con il suo classico Knee Strike, Punk si lascia distrarre da MJF e Mr. Mayhem approfitta dell’esitazione dell’icona di Chicago per colpirlo con una Powerbomb. Wardlow lascia partire la sua Sinfonia e schiena Punk apparentemente senza forze dopo ben 5 Powerbomb di fila, sembra tutto pronto per la vittoria dell’assistito di MJF quando proprio quest’ultimo ordina l’interruzione dello schienamento. The Salt of The Earth vuole una punizione ancora più dura per Punk e chiede a Wardlow di eseguire altre due Powerbomb, l’ordine è eseguito prontamente ma non basta: MJF vuole che l’ottava Powerbomb sia eseguita sul tavolo della time keeping area a bordo ring. Anche in questo caso The Wardog è costretto a seguire le direttive del suo capo, Punk sembra ormai finito. Il Best in The World batte il conteggio dell’arbitro sul nove e torna sul quadrato, MJF vuole una nona Powerbomb! Wardlow, più che stizzito per la situazione venutasi a crere dato che avrebbe potuto vincere l’incontro molto prima, mette in posizione CM Punk per la Powerbomb quando il Best in The World ribalta tutto con un Inside Cradle che vale il conto di tre finale.

Vincitore: CM Punk

Vittoria più che sofferta per il Best in The World che rimane imbattuto in AEW e porta il suo record sul 9-0. Nel post match MJF se la prende Wardlow e lo provoca dicendo che non è capace di vincere i big match, Mr. Mayhem non ne può più ed interrompe il suo capo. Sembra tutto sul punto di esplodere ma Shawn Spears interviene in ring per calmare gli animi, i tre lasciano il quadrato ma The Wardog sembra ancora infuriato.

Dopo la pausa pubblicitaria è gia momento per il prossimi incontro, Powerhouse Hobbes se la vedrà con Dante Martin

Powerhouse Hobbs vs. Dante Martin 3 out of 5 stars (3 / 5)

Hobbes e Martin si scontrano fuori dal ring ancor prima che l’incontro inizi, la rivalità tra il membro dei Top Flight e il Team Taz è sentitissima. Powerhouse Hobbes si crea un notevole vantaggio grazie ad una violentissima Spinebuster eseguita sul pavimento, questo apre ad una fase iniziale di dominio del membro del Team Taz. Non mancano gli interventi di Ricky Starks il quale approfitta delle distrazioni dell’arbitro per colpire Dante Martin ma quest’ultimo riesce a reagire e mette in difficoltà Hobbes con la sua straordinaria agilità. Nel finale Ricky Starks prova nuovamente ad interferire quando viene fermato da Jay Lethal, Martin riesce ad eseguire il suo Springboard Moonsault che lo porta alla vittoria.

Vincitore: Dante Martin

BACKSTAGE: Il collegamento ci porta dall’Inner Circle, Jericho si dice onorato ed entusiasta del fatto che il PWI abbia nominato l’Inner Circle come miglior fazione del 2021. Le Champion afferma che sono una famiglia e che il loro obiettivo è quello di dominare il mondo, Jericho aggiunge che stasera saranno al fianco di Sammy Guevara (non presente con loro nel backstage) nel suo match contro Daniel Garcia ma improvvisamente interviene Eddie Kingston. Il Mad King intima Jericho di non mettere il naso nei suoi affari perche i 2point0 e Garcia sono cose che non gli riguardano e si rivolge ai Proud ‘N Powerful alludendo che se i due non sono ancora campioni di coppia è solo a causa del Demo God. Jericho risponde che non gli interessa cosa accade nelle strade o nelle Indies, nelle grandi federazioni ciò che importa è dominare ed è ciò che fa l’Inner Circle ed i membri di tale fazione sono una famiglia. Santana ne ha abbastanza, interrompe Le Champion e va via, anche Ortiz e Hager fanno lo stesso lasciando soli Jericho e Kingston. Il leader dell’Inner Circle afferma che stasera sarà all’angolo di Sammy Guevara e che se Kingston interferirà lo prenderà a calci in culo, il Mad King risponde pregando che questo accada.

PROMO: MJF torna in scena ed afferma di essere dispiaciuto del fatto che è costretto ad interrompere lo show, anche se è l’unica stella presente nel programma. The Salt of The Earth afferma che CM Punk ha subito una punizione durissima ed è stato solo fortunato contro Wardlow, la prossima settimana si assicurerà che il Best in The World perderà nel match che tutti aspettano e non ci saranno più scuse. Settimana prossima a Dynamite ci sarà CM Punk contro.. Shawn Spears! Ancora una volta MJF si tira indietro.

BACKSTAGE: Torniamo dietro le quinte con i ReDragon, Adam Cole e gli Young Bucks. Kyle O’Reilly chiede, sbagliando il suo nome, a Brandon Cutler di riprendere e quest’ultimo prende parola venendo zittito da Matt Jackson. Adam Cole afferma che hanno battuto i Best Friends più e più volte ed aggiunge che è stata una brutta sorpresa anche per Kris Statlander. Britt Baker si aggiunge ai cinque ed annuncia la sfida per il Dynamite di settimana prossima: lei e Adam Cole affronteranno Kris Starlander ed Orange Cassidy in un mixed tag team match. La Baker dice a Brandon ‘Butler’ di interrompere il collegamento, Cutler corregge nuovamente l’errore nella pronuncia del suo nome e viene ancora una volta zittito ma questa volta da parte di tutti i presenti nel backstage.

PROMO: ‘Hangman’ Adam Page effettua la sua entrata, il campione del mondo AEW ricorda che nell’ultimo mese ha passato ben 90 minuti in ring con uno dei migliori wrestler al mondo ed ha sudato e sanguinato per mantenere il premio più importante di tutti: il titolo AEW. Tuttavia Secondo Page 90 minuti non bastano ed ora è tempo di nuovi avversari ma improvvisamente viene interrotto da Dan Lambert. Il manager dei Men of The Year ricorda tutti i grandi Cowboy del passato che da giovane idolatrava come ad esempio Terry e Dory Funk ed ora ha vergogna nel vedere chi ha ereditato questo soprannome. Hangman risponde che se Ethan Page o Scorpio Sky volevano un’opportunità titolata potevano chiederglielo direttamente, si rifiuta di sentire le parole di Lambert. Quest’ultimo aggiunge che il campione del mondo lo ha frainteso, lui è qui per complimentarsi con Hangman e prova stima per ciò che ha fatto ovvero guadagnarsi con merito la propria posizione e non con giochi di potere come Cody Rhodes. Lambert aggiunge che non riesce proprio a capacitarsi del fatto che uno come lui abbia ereditato il soprannome Cowboy andando ad infangare questa grande tradizione. Adam Page chiede se l’essere cresciuto in una fattoria non sia roba da Cowboy oppure se l’essere stato tra i membri fondatori della AEW per poi vincere il titolo non sia roba da Cowboy, Hangman afferma che può dimostrare di essere un Cowboy se Lambert lo raggiunge in ring ma quest’ultimo sembra sul punto di andarsene quando.. entra in scena LANCE ARCHER! The Murderhawk Monster torna a Dynamite dopo mesi e sale con molta foga sul ring, il suo ex rivale Dan Lambert è molto spaventato e sembra ormai spacciato ma le attenzioni di Archer sono tutte rivolte al campione del mondo. Lance Archer colpisce ripetutamente Adam Page e lo finisce con una terrificante Blackout su una sedia! Sembra esserci una nuova grande minaccia per il Cowboy.

BACKSTAGE: Il collegamento ci porta da Arn Anderson che presenta il nuovo tag team composto da suo figlio Brock e Lee Johnson e dice di essere fierissimo di loro. The Enforcer aggiunge che stasera si trovano nell’Horsemen Country, parlando di Four Horsemen Tully Blunchard e gli FTR interrompono Arn Anderson. Tully afferma che se vuole rivivere i tempi gloriosi degli Horsemen dovrà liberarsi dei pesi morti, Brock e Lee, per aggiungersi a lui e gli FTR. Arn risponde che sta parlando di suo figlio e deve fare molta attenzione, interviene Wheeler affermando che lui e Dax sono meritevoli del cognome Anderson più del suo stesso figlio. Harwood infierisce affermando di essere il figlio che Arn ha sempre voluto e lancia il guanto di sfida: la prossima settimana a Dynamite gli FTR affronteranno Brock Anderson e Lee Johnson. L’accordo viene formalizzato da una stretta di mano tra i due ex Horsemen Arn e Tully, Dax lascia le scene salutando suo ‘padre’ Anderson.

Parte una vignetta che ricorda la vittoria del titolo TBS di Jade Cargill, l’avvocato Mark Sterling aggiunge che tutto questo vuol dire solo una cosa: ancora più soldi. Jade conclude affermando di aver fatto esattamente ciò che aveva promesso ovvero dominare il torneo e vincere. Ora è tempo di un nuovo capitolo nella sentitissima rivalità tra Hikaru Shida e Serena Deeb.

Hikaru Shida vs. Serena Deeb 2 out of 5 stars (2 / 5)

Shida non fa in tempo a concludere la sua entrata che la Deeb la colpisce alle spalle ed inferisce pesantemente sul ginocchio della giapponese con l’ausilio di una Kendo Stick. Dopo aver scaraventato la gamba della rivale sui gradoni d’acciaio la Deeb sale sul ring, Shida la raggiunge ed il match può iniziare. Serena sfrutta l’enorme vantaggio dovuto all’agguato pre match e domina la contesa, la Deeb applica la Serenity Lock sul ginocchio danneggiato di Shida: la giapponese è in serissima difficoltà ma si ostina a non cedere, per questo motivo l’arbitro è costretto a chiamare la fine dell’incontro.

Vincitrice: Serena Deeb

Serena non è soddisfatta e nel post match torna ad attaccare il ginocchio della povera Shida con una Kendo Stick fino all’intervento dei soccorsi per la giapponese.

BACKSTAGE: Voliamo dietro le quinte, Tony Schiavone è con Christian Cage ed i Jurassic Express. Christian afferma di essere fiero del risultato raggiunto dai suoi pupilli ed insieme a loro rivolge gli auguri di pronta guarigione a Rey Phoenix che sta recuperando dopo il terrificante infortunio patito settimana scorsa. La parola passa a Jungle Boy il quale afferma di voler accettare la sfida di uno tra i top 5 tag team del ranking, intervengono John Silver ed Alex Reynolds i quali si candidano per un match per i titoli di coppia. L’incontro in questione si terrà durante il prossimo episodio di Rampage, ora però è tempo dell’incontro tra l’ex campione di coppia Penta ‘El Zero Miedo’ e Matt Hardy.

PROMO: Ci troviamo in North Carolina e l’eroe di casa Matt Hardy viene acclamato dalla folla, tra il pubblico c’è anche sua moglie con i loro figli. Il leader dell’HFO afferma prima del suo match che è dispiaciuto per l’infortunio di Rey ed aggiunge che la caduta rovinosa dei Lucha Bros è incominciata due settimane fa a Dynamite quando Matt ha battuto in un 5vs5 il team composto da Penta, Rey, Jurassic Express e Christian. Matt aggiunge che è fiero di poter combattere davanti alla sua splendida famiglia ed ha intenzione di cancellare (DELETE!) Penta per poi mandarlo all’ospedale in modo tale da raggiungere in infermieria suo fratello Rey.

Matt Hardy vs. Penta ‘El Zero Miedo’ 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

L’incontro si apre con lo scambio di taunt tra Matt Hardy e Penta, il ‘Delete’ del primo si contrappone al chant ‘Zero Miedo’ del secondo. Big Money Matt mette fine alle provocazioni attaccando il messicano e prendendo il controllo dell’incontro, Penta reagisce dopo la pausa pubblicitaria mettendo tutto nuovamente in equilibrio. Tra i colpi più duri della contesa menzioniamo una durissima Side Effect eseguita da Matt sull’apron, ma nonostante questo Penta alla fine riesce a portarsi a casa la contesa grazie alla Fear Factor.

Vincitore: Penta ‘El Zero Miedo’

Nel post match Penta manda un messaggio a Malakai Black ed afferma di volergli insegnare cos’è il rispetto. Le luci si spengono e compare Malakai il quale attacca prima Abrahantes e poi Penta che viene poi aiutato dai Varsity Blondes che mettono al tappeto il leader dell’House of Black. Julia Hart sembra mostrare pietà nei confronti di Black ed ordina a Pillman, Garrison e Penta di fermarsi. Black si rialza e mostra un sorriso, le luci si spengono e appare.. BRODY KING, l’attuale campione di coppia PWG aiuta il suo tag team partner Malakai Black e fa piazza pulita degli avversari. Gran colpo di scena a Dynamite!

BACKSTAGE: La linea passa dietro le quinte con Tony Schiavone che intervista Kris Statlander, Leyla Hirsch e Red Velvet. Schiavone chiede alla Statlander cosa ne pensa del match della prossima settimana che la vedrà coinvolta insieme ad Orange Cassidy contro Britt Baker e Adam Cole. Leyla interrompe Kris e dice che dovrebbe concentrarsi sul loro trios match che ci sarà nel prossimo Rampage piuttosto che il mixed tag team match di settimana prossima, l’atleta di origini russe accusa la Statlander di essere egoista e nasce un acceso battibecco tra le due che viene sedato da Red Velvet. Quest’ultima ricorda a Leyla e Kris di restare unite in vista del match di venerdì sera.

The Acclaimed vs. Bear Country 2 out of 5 stars (2 / 5)

Prima dell’incontro parte il solito freestyle di Max Caster in cui non solo ha provocato i suoi avversari di stasera ma ha anche mandato una frecciatina a Darby Allin e Sting, non manca un divertente riferimento al famoso tennista Novak Djokovic. I Bear Country fanno valere la loro prestanza fisica ed in seguito alla Double Flatliner di Boulder che riesce ad atterrare gli Acclaimed embrano essere in controllo dell’incontro. Gli Acclaimed mostrano la loro grande affinità di coppia riuscendo prima ad evitare la Bear Bomb, dopodiché Bowens sfrutta una distrazione dell’arbitro causata da Caster per colpire Bronson con l’ausilio delle corde. Platinum sfrutta l’occasione per eseguire la sua Mic Drop dalla terza corda che vale il conto di tre finale.

Vincitori: The Acclaimed

Caster e Bowens lasciano il ring quando si spengono le luci: Sting interrompe i festeggiamenti degli Acclaimed e attacca Bowens, Platinum viene sorpreso da un Suicide Dive di Darby Allin. Il pover Max Caster subisce l’offensiva dei due sul ring per poi finire al tappeto in seguito alla Scorpion Death Drop di Sting.

Ci viene mostrata un video package molto dedicato a PAC, The Bastard è momentaneamente cieco e la causa è Malakai Black. L’inglese non sa quando, e se, tornerà ma afferma che ora che si trova in questo stato il suo modo di pensare è totalmente diverso. Non può vedere ma ora ha le idee perfettamente chiare. Cosa avrà in mente PAC?

BACKSTAGE: Il collegamento ci porta da Matt Hardy ed i Private Party, Tony Schiavone chiede a Big Money Matt come si sente dopo la dura sconfitta davanti al pubblico di casa. Il leader dell’HFO afferma che è stato frustrante e qualcosa deve cambiare: si è interessato troppo al futuro della AEW, riferendosi ai Private Party e gli altri membri dell’HFO, ma ora è giunto il tempo di tornare a concentrarsi su se stesso. Improvvisamente interviene Andrade ‘El Idolo’, il messicano dice a Matt che ormai Penta non è più un problema perché adesso dovrà vedersela con Malakai Black ed è tempo di voltare pagina. Andrade sa che Matt, come lui, è un uomo d’affari e vuole proporgli un accordo: Matt Hardy sembra interessato e vuole parlare in privato con il messicano e non davanti alle telecamere. Big Money Matt va via lasciando soli i Private Party che sono sorpresi di quanto è appena accaduto. La linea torna sul ring, è tutto pronto per il main event della serata.

Sammy Guevara (c) vs. Daniel Garcia, Interim TNT Championship Match 4 out of 5 stars (4 / 5)

Grande spettacolo nella sfida tra due dei giovani più promettenti in AEW, i quali non si sono risparmiati ed hanno mostrato le migliori armi del proprio arsenale. Daniel Garcia sfrutta la sua grande tecnica per danneggiare la schiena dell’avversario, Sammy fa valere il suo incredibile atletismo con una Springboard Senton all’esterno del ring. The Spanish God manda anche un messaggio a Cody Rhodes eseguendo su Garcia la Cross Rhodes che però vale il conto di due, anche Daniel Garcia va vicino alla vittoria in ben due occasioni: in seguito ad una Scorpion Death Lock che ha messo in seria difficoltà Sammy Guevara ed in particolare grazie alla meravigliosa sequenza Sleeper Hold, Bulldog Choke, Piledriver. Nel finale i 2poin0 hanno attaccato Kingston e Jericho, entrambi erano presenti a bordo ring ed hanno provato a favorire Garcia con la loro interferenza ma senza successo: Sammy Guevara riesce comunque a connettere la GTH che lo porta alla vittoria.

Vincitore: Sammy Guevara

Sammy difende con successo l’Interim TNT Championship ma nel post match subisce l’attacco dei 2point0 e Garcia, Kingston e Jericho salvano lo Spanish God ma proprio in questo momento si riaccendono le tensioni tra il Mad King e Le Champion. Kingston ancora una volta sembra non aver gradito l’interferenza di Jericho nei suoi affari, anche il Demo God pensa lo stesso e sembra sul punto di nascere una rissa tra i due. Su queste immagini si chiude il secondo episodio di Dynamite dell’era TBS.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Evoluzione delle storyline
7.5
Qualità dei promo
7
Nato a Napoli, 22 anni, amo il Wrestling e.. non ho nient'altro da aggiungere!