Lettori di ZW, bentornati ad un nuovo appuntamento con Dynamite, oggi a raccontare le gesta dei nostri eroi c’è Dorian, in veste di sostituto del solito Corey. In programma abbiamo diversi match tra cui spiccano la difesa del titolo TNT da parte di Cody, Kiharu Shida contro Diamante e il Tornado Tag Team Match tra Darby Allin e Jon Moxley, contro Brian Cage e Ricky Starks. Direi che di ingredienti ne abbiamo abbastanza e possiamo cominciare.

The Inner Circle vs. Jungle Boy, Luchasaurus, Orange Cassidy, Trent e Chuck Taylor (w/Marko Stunt) 3 out of 5 stars (3 / 5)

Fase iniziale parecchio confusa che sembrava non portare a niente di che, a causa di un probabile overbooking che non ha fatto rimanere attaccati allo schermo. Il ritmo è decisamente migliorato nella seconda parte del match dove più o meno tutti hanno fatto abbastanza bene. Nel finale si aprono nuovi scenari, infatti risuona la musica di Matt Hardy che distrae Guevara pronto a lanciarsi dal paletto. La via della vittoria la trova Luchasaurus che prima schianta Guevara con una Chokeslam e poi gli rifila una Roundhouse Kick che vale il conto di tre.

Winners: Jungle Boy, Luchasaurus, Orange Cassidy, Trent e Chuck Taylor (w/Marko Stunt)

Vediamo un video di Moxley dove dice che preferisce rimanere fuori dagli affari degli altri, ma non in questo caso. Vedere uno come Cage che vuole affrontare uno grosso la sua metà, facendo il bullo lo fa arrabbiare e parecchio.

TNT Championship Match: Cody vs. Warhorse 3 out of 5 stars (3 / 5)

Il match è stato abbastanza sufficiente, anche se la storia del difendere il titolo contro nomi non conosciuti da già l’idea di come andrà a finire. Rimane quindi una vetrina di 10 minuti per Warhorse che qualche buona mossa la fa vedere, ma ovviamente la vittoria va a Cody che dopo un secondo tentativo di Figure Four fa cedere il suo avversario.

Winner and still TNT Champion: Cody

Dopo la campanella Cody cerca di stringere la mano a Warhorse, ma arrivano i Dark Order. Warhorse prova ad attaccarli ma non c’è niente da fare. Arriva Matt Cardona (Zack Ryder) che fa piazza pulita e si ricongiunge all’amico Cody.

Tony Schiavone parla del 5 Settembre 2020, giorno in cui andrà in scena All Out, ma viene interrotto dall’Inner Circle. Jericho dice di essere stufo della piega che sta prendendo la situazione. Sammy Guevara insulta Matt Hardy per la distrazione durante il match di apertura. Jericho dice che affronterà nuovamente Cassidy il 12 Agosto e se dovesse vincere, Cassidy dovrà pagare 7000$ per la giacca che gli ha distrutto. Jericho dice a Cassidy di presentarsi la prossima settimana nel ring per parlare con un moderatore a sorpresa.

Vediamo poi la firma del contratto degli FTR con Arn Anderson come supervisore. Arriva anche Hangman Page e festeggiano tutti con uno shot di Whiskey.

Vediamo un video della scorsa settimana dove gli FTR salvarono Adam, mentre Stu Grayson ed Evin Uno fanno il loro ingresso sul ring, Brodie Lee si siede al tavolo di commento.

Page arriva sul ring e mentre Omega fa il suo ingresso i dark Order attaccano Page prima del sono della campanella.

Tag Team Championship Match: Kenny Omega & Adam Page vs. Dark Order 3.3 out of 5 stars (3,3 / 5)

La parte più interessante del match è la sottile linea psicologica tra Omega e Page e per quanto i Dark Order abbiano messo in piedi un match buono, non sono mai stati credibili per vincere il match e i titoli. Sicuramente il tutto serve per la storyline che c’è dietro che porterà a qualcosa di più importante nelle prossime settimane. Dopo quasi 15 minuti Page trova la via della Buckshot Lariat che vale il conto di tre.

Winners and still Tag Team Champions: Kenny Omega & Adam Page

Dopo il match Brodie Lee se la prende con i suoi ragazzi urlandogli e tirandogli dei fogli di carta in faccia. Mentre Page se la ride nel ring, Brodie gli dice che quello che hanno visto stasera è solo una parte del Darlk Order, perchè loro sono ovunque. Chiude dicendo che è l’ultima volta Page si prende gioco di loro. Tutto il Dark Order arrivano mentre i Bucks raggiungono il ring. Arrivano anche gli FTR che rimettono in sesto la situazione.

Vediamo Britt Baker che vuole parlare di Big Swole. Dice che la sua sospensione non sarà infinita e che sicuramente quando tornerà, andrà a cercarla. Britt dice che le concederà un’occasione, ma solo se batterà un’avversaria di sua scelta, perchè questa è ancora la sua divisione.

Hikaru Shida vs. Diamante 2.7 out of 5 stars (2,7 / 5)

Match rapido e indolore per la campionessa che nel giro di pochi minuti chiude la pratica. Diamante prova a mettere in scena qualche buona mossa, ma il lavoro che deve svolgere è ancora troppo grande per risultare un minimo credibile. Running Knee nel finale e pin vincente.

Winner: Hikaru Shida

Mentre Hikaru festeggia veniamo informati che il torneo femminile per le cinture Tag Team sarà composto da squadre casuali e non scelte prima.

Nel backstage vediamo Nyla Rose con Vickie Guerrero scegliere il colore che assegnerà in automatico la compagna. Il viola indica Ariane (Cameron in WWE) e Nyla sembra disgustata.

Dal suo camerino vediamo uscire MJF pronto per il suo comizio elettorale al suono di ”We deserve it Better”.

Il suo comizio parte a suon di hashatag, #NOTMYCHAMPION e #MJF2020. In un discorso molto alla Kanye West, MJF dice di essere qui perchè in tanti lo vedono come colui che può portare il cambiamento in questa federazione e che lui non si sente minimamente rappresentato dall’attuale campione Jon Moxley. Ovviamente non può dire che Moxley non è uno dei più grandi, a chiede di pensare a cosa ha fatto fino ad ora: ginnastica in ring, mosse solo per i fan e per fare views. Per lui questo non è wrestling e dice che il campione dovrebbe essere un esempio per tutti, e che Moxley non lo è. Dice di essere imbattuto e, ma lui non guarda molto i ratings e le analisi, mentre Jon è qui solo per fare un favore a se stesso. Chiede anche se i dati di ascolto cambierebbero se non ci fosse Jon come campione e ovviamente dice di no. Dice infine che qui la struttura è traballante, e solo un uomo come lui può far diventare questa azienda una vera alternativa del wrestling. Lancia quindi la sfida al titolo AEW.

La musica di Darby Allin risuona, ma lui non esce fuori. Parte la theme di Moxley e il campione arriva. Dal backstage vediamo Cage, Tazz e Stark chiedere a Moxley dove sia andato Darby. I due arrivano sullo stage, ma ovviamente è una trappola e Darby li attacca alle spalle e parte la rissa.

No DQ Tornado Tag Team Match: Darby Allin & Jon Moxley vs. Brian Cage & Ricky Starks 3 out of 5 stars (3 / 5)

Dopo diversi colpi fuori dal ring, Cage e Starks dominano i primi minuti prendendosela con Moxley. I loro attacchi poi si riversano anche su Allin, ma i due poi si riprendono e insieme riescono a riprendere il dominio del match. Nonostante la stipulazione avesse fatto pensare ad un qualcosa di più rapido e interattivo, ci sono stati diversi momenti vuoti in nemmeno 9 minuti di match. Nel finale Jon chiude Cage in una Armabar mentre Darby si lancia sulla schiena di Starks con lo skateboard, che gli vale il conto di tre.

Winners: Darby Allin & Jon Jon Moxley

Prima della chiusura viene annunciato che Jon Moxley difenderò il suo titolo contro il compagno di questa sera, ovvero Darby Allin.

Su queste immagini si chiude questa puntata di Dynamite e io vi do appuntamento alla prossima settimana, sempre qui, su Zona Wrestling.


PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Evoluzione delle storyline
6.5
Qualità dei promo
7
Dorian
Metallaro appassionato di Musica Classica, deve la scoperta di uno dei suoi gruppi preferiti a Edge e sogna di poter rivedere Kurt Angle con una bottiglia di latte