L’ex arbitro della WWE e della TNA Earl Hebner è stato recentemente intervistato da Sports Illustrated per lo show “Extra Mustard‘s Week In Wrestling” dove ha avuto modo di parlare del passato e del futuro nel wrestling per sé e suo figlio Brian.

Penso che la nuova compagnia che gestisce Impact avesse qualche problema finanziario e così ci ha chiesto una riduzione della paga. Riduci riduci, siamo arrivati ad esser pagati 100 dollari per serata: contando che facevano show ogni due mesi, la situazione si stava facendo drammatica. A mio parere è sembrato come se ci stessero schiaffeggiando. Sia mio figlio che Brian Stiffler hanno chiesto di potersene andare visto che il totale della paga veniva praticamente rimessa nelle spese necessarie per raggiungere il luogo dello show. Non era più possibile lavorare così. Tornare in WWE? Sì mi piacerebbe finire la mia carriera in WWE, sono in buoni rapporti con Vince McMahon, mi ha dato la possibilità di essere chi sono. Lo ringrazierò sempre per quello che ha fatto per me“.

FONTEWrestleZone & ZonaWrestling.net
Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".