GOLDBERG
Si possono fare tante congetture ma di certo non si può affermare che Goldberg sia una schiappa. Mi riferisco a chi ha realmente vissuto l’era di Da Man nel periodo WCW e del primo stint in WWE. La prestazione contro The Undertaker è stata chiaramente influenzata dall’infortunio corso durante il match, episodi che possono capitare a tutti. Ma Goldberg, da grande superstar qual è, non si è nascosto. Si è assunto le responsabilità per poi rispondere sul ring, lasciando gli hater annegare nella loro stessa merda. Chi pensa di aspettarsi ancora oggi match ad alto minutaggio, vuol dire che non sa chi è Goldberg. Stiamo parlando di Spear, Jackhammer e tutti a casa. Un moveset breve ma di alta intensità. Notevoli le spear su Dolph, così come notevole Ziggler nel vendere le mosse, caratteristica che lo contraddistingue da sempre. Il riscatto ci voleva, ma non per mettere a tacere qualcuno in particolare, ma per un fatto personale e professionale. Bill si è comportato da vero pro, la risposta doveva avvenire sul ring e così è stato. Voi cosa ne pensate? Era doveroso concedere a Goldberg il suddetto match? Avreste preferito un match differente?

SCONTRO GENERAZIONALE
Non c’è nulla da fare, il sapore che ti da è unico nel suo genere. Quando due atleti di diverse generazioni si affrontano, il match acquisisce epicità. Basta citare The Rock vs Hulk Hogan, oppure John Cena vs The Rock. A Summerslam è arrivato il turno per la divisione femminile e l’esito è stato il medesimo, grande spettacolo. Trish ha tirato fuori dal cilindro una prestazione lodevole, come se non si fosse mai fermata. La maternità, gli anni trascorsi al di fuori del ring…aspetti totalmente secondari. Come si suol dire, gli anni passano ma il talento rimane. La Stratus ha anche sfoderato un moveset inedito. Charlotte ha invece confermato la realtà, del livello che ha raggiunto, dello status attuale. Mentre le altre superstar vivono di alti e bassi, lei è la certezza assoluta, la regina incontrastata, così come lo era Trish negli anni 2000. Per questa serie di fattori, lo scontro generazionale era d’obbligo e Charlotte rappresentava la sola ed unica avversaria di Trish. La stessa Charlotte era la prescelta a sconfiggere la canadese, per il classico passaggio della torcia. E per chi non ha visto l’intervista post match della figlia di Flair, vada a a recuperare il video. Data, evento, luogo, ppv…tutto perfetto, compreso il tempismo. Ma qual è il vostro punto di vista? Approvate la decisione della vittoria di Charlotte? Avreste preferito vedere Trish nel suo probabilmente match di addio contro un altra superstar? Esprimetevi.

KEVIN OWENS SHOW
La scorsa volta ci chiedevamo l’impronta che potesse lasciare Kevin Owens in formato good-guy. A Summerslam abbiamo avuto uno riscontro convincente. Ovviamente il supporto del pubblico canadese ha giocato un ruolo importante ma anche durante SD il tifo non è mancato. KO ha la stoffa giusta per interpretare il “face” nei migliori dei modi. Il match ha visto giustamente il trionfo di Owens che riesce ogni qualvolta a trovare uno stratagemma per raggirare le regole. Il successo di colui che si ribella al potere girando a proprio favore le regole imposte dal boss. Mancava all’interno del roster un esponente del genere e il canadese rispecchia a dovere la personalità giusta per una carica di tale importanza. L’incontro stesso è stato uno show dall’inizio alla fine. La fase conclusiva come la ciliegina sulla torta. Siete d’accordo? Kevin Owens alla SCSA vi soddisfa? Quale futuro per un personaggio del genere? Preferite che il feud con Shane continui o meglio passare oltre?

THE BEAST SLAYER
Qualcuno ha visto i disperati e organizzatori di suicidi di massa after Extreme Rules?
Chi avrà gridato allo scandalo nel vedere Lesnar ancora campione ai danni di Rollins, avrà avuto una buona ragione per riprendersi. Come avevo detto nello scorso numero, l’incasso di Lesnar poteva essere una mossa per concedere a Seth una seconda vittoria ai danni di Brock, e proprio questo è accaduto. Grazie ad una storyline accurata, all’infortunio rimediato alle costole, il match è stato senz’altro diverso dai precedenti, puntando sulla efficacia di Seth che riesce a domare la bestia nonostante le sue condizioni fisiche. Lo scontro ha vottuo far emergere le qualità di Rollins che riesce in qualche modo a disinnescare le armi di The Beast. Pensiamo a come ha evitato i german suplex o come ha trasformato la F5 a suo favore. Una situazione paradossale ma che ha elevato allo stato successivo ciò che ad oggi Seth è, un campione a 360° capace di ribaltare anche le situazioni più avverse. L’exploit del match, l’esaltazione del pubblico, il tutto veniva trascinato come la potenza che uno tsunami può scatenare. In fin dei conti bisogna solo attendere l’evolversi del piano senza giungere a conclusioni troppe affrettate. E cosa ne sarà ora degli haters? Tranquilli, c’è già chi si lamenta di un Rollins in versione superman, così come lo era Roman Reigns…
Idiozia a parte, chi di voi ha fatto un passo indietro dopo le dichiarazioni post Extreme Rules? Geniale oppure no l’andamento del match? Quale futuro vedete per Brock Lesnar?

LET ME IN!
Quanto è importante la gimmick? Dipende dal personaggio, e nel caso di Bray Wyatt vale tutto. La sola entrata ha fatto si che il coro “this is awesome” risuonasse per tutta l’arena, raggiungendo i fan a casa che a loro volta hanno continuato ad inneggiare. L’atmosfera cupa, il sound micidiale e le parole della theme song, dettagliate nel minimo particolare. La lanterna incastrata nella testa del vecchio Bray Wyatt. Il resto è stato come un incanto, The Fiend all’opera all’interno del ring per poi uscire e andare via come in un lampo. La gimmick dicevamo, una sorta di poesia che prende vita e dove il pubblico non può fare altro che ammirare. Non credo ci sia da aggiungere altro, come non credo che qualcuno abbia una seria motivazione per muovere una critica. Bray si è manifestato come un messia che alla fine chiede scusa per quella che ha fatto, senza dimenticarsi di chiedere di farlo entrate. Abominevole.
Che ne pensate della mandible claw come finisher move? E vi aspettavate un ingresso simile? Quali sono state le vostre reazioni? A voi la parola.

Ora tocca a te…Fa’ la tua scelta!

Girolamo De Nicolo
La mia più grande passione? Il wrestling! Nata negli anni 90 con la voce di Dan Peterson e le immagini trasmesse in tv dalla emittente Tele+2! Ho avuto la fortuna di assistere Live a show delle federazioni italiane/europee e show della WWE nel nostro paese in più occasioni. Blogger ed editorialista, ho intervistato alcune superstar (passato e presente) ma ciò che mi piace sottolineare è identificarmi, prima di tutto, come FAN