Come oramai consolidata tradizione, il primo editoriale post-Takeover analizza come la sorte sia cambiata per cinque atleti (numero tanvolta variabile) nel corso dell’ultimo Special Event made in Orlando. Tuttavia, essendo stata una settimana piuttosto densa di wrestling, mi concederò qualche sparuto pensiero da condividere con voi che fedelmente leggete questo meandro luminoso del ruestling ueb.

 

Wrestlemania tutto sommato mi è piaciuta. Nonostante la lunghezza estenuante, molti dei risultati sono stati quelli giusti, vi è stato l’epilogo di alcune storyline interessanti e sono stato piacevolmente sorpreso della consegna dei Titoli di Coppia alle IIconics (che adoro per motivi ovvi e meno ovvi) e dal match tra Miz e Shane, che è andato ben oltre ogni legittima aspettativa di decenza…senza contare la prestazione assolutamente sensazionale di Bryan, capace di divenire un heel universalmente odiato nonostante la sua storia personale. Ma per me l’highlight della settimana oscilla tra venerdì e sabato.

La HOF è stata molto gradevole, con discorsi meh come quello di Honky Tonk Man e Brutus the Barber Beefcake ma anche con piccole perle come Torrie Wilson (che adoro per motivi ovvi ed ancor piu´ovvi) autrice del miglior speech in assoluto ed il siparietto della DX; assolutamente deprecabile, invece, l’attacco a Bret Hart da un invasato che ha accumulato in due minuti piu´cartoni di Disney Channel e Boing messi insieme in un anno. NXT Takeover, invece, è stato pura magia.

Nonostante i piani a lunghissimo termine rovinato dallo sfortunatissimo infortunio di Ciampa, il roster ha decisamente risposto in modo adeguato regalando, la settimana di Wrestlemania, uno show dove l’eccellenza rappresenta il minimo comun denominatore. Passiamo, dunque, ad analizzare per chi la fortuna cambierà a seguito di questa splendida serata.

 

  1. The Sky Pirates: le due atlete Giapponesi dovrebbero essere, da quello che si evince, le protette di Paige che sfideranno le IIconics la settimana prossima a Smackdown. L’accostamento Paige/debuttanti da NXT non puó che lasciar presagire, ovviamente, una vittoria delle due asiatiche ai danni delle ottime neocampionesse: il loro stint ad NXT come coppia puó essere definito comunque un successo, mentre tocca fare le dovute differenze per quanto riguarda la carriera in singolo. Avendo avuto un anno in piú a propria disposizione, Sane è stata capace di stabilirsi come top babyface femminile dello show nero/giallo a seguito del Mae Young Classic ed a vincere l’alloro massimo, mentre Shirai paga l’arrivo “tardivo” alla corte di Levesque: nonostante ció, il pubblico ha subito dimostrato di apprezzare il suo stile di lotta ed il suo innato carisma. Vi sono legittimamente grandi aspettative per queste due atlete, e l’accoppiamento con Asuka parrebbe essere sin troppo ovvio.

 

  1. War Raiders: Sono un tamarrock semplice: amo vichinghi, teschi, tamburi di guerra e musica rock, dunque amo i War Raiders. La loro entrata in quel di Takeover è stata decisamente fighissima, ed il loro match contro Ricochet (!!!) e Black è stato qualcosa di assolutamente eccellente. L’impressione che ho, ma potrei sbagliarmi, è che il loro possa essere un regno piuttosto lungo e duraturo, non intravedendo all’orizzonte nessun tag team in grado di poter seriamente insidiare la loro sete di razzie e dominio. Se dopo la loro emersione dal fumo non stavate gridando “WAR! WAR! WAR!” in piedi sul divano, avete l’immondizia al posto del cuore e dovreste guardare solo WCW Nitro 2000 con i vostri fruttini.

 

  1. Adam Cole: alla vigilia avevo pronosticato una sua vittoria, in modo da poter “liberare” Gargano e spedirlo nel main roster, sbagliandomi di grosso. Nonostante la sua Prestazione maiuscola in quel di Takeover e nonostante una risposta estremamente positiva sia dal pubblico che dalla “giuria tecnica” degli smartoni da tastiera, Cole a questo punto della sua carriera ha bisogno di vincere. Questo dato potrebbe stupire alcuni di voi: il suo ruolino di marcia in match uno contro uno in quel dei Takeover è un impietoso 0-3, le sue vittorie sono state raccolte sono con la UE in tag team o in formazione completa, ed il suo unico trionfo in singolo è stato il 6 man Ladder Match dello scorso anno per l’inaugurale North American Championship. Per il resto sconfitta contro Black a TO Philadelphia in un Extreme Rules, sconfitta contro Ricochet a TO Brooklyn e, recentemente, sconfitta contro Gargano in un 2 out of 3 falls. Cole è un futuro Campione, un personaggio sul quale la WWE vuole e deve investire, ma ha bisogno a questo punto di vittorie che solidifichino e rafforzino il suo status anche in chiave mark: DEVE uscire imperativamente vincitore dalla sua prossima faida.

 

  1. Johnny Gargano: per usare le parole della divina (per motivi ovvi e meno ovvi) Cristina D’Avena…”Gioooonni, è quasi magia, Giooonni, dai prova e riprova Giooonni e come sempre riuscirai”. Dopo numerosi tentativi falliti, occasioni mancate, chances defraudate finalmente Gionni Ruestling è riuscito nell’impresa gargantuesca di conquistare il Titolo NXT, in un match a 5 stelle dal grande pathos. Certo, come tutti sappiamo il tutto avrebbe dovuto concludere la bellissima storia raccontata da lui e Ciampa, ma alla luce degli imprevisti ed infortuni che hanno martoriato il povero Sicilian Psycho, direi che questo epilogo costituisce piu´di quanto non fosse lecito sperare. Una volta conquistato il Titolo, tuttavia, paradossalmente Mr. Takeover oramai non ha piu´niente da raccontare o da fare in quel di NXT: non penso che Ciampa possa tornare in tempi brevi per rinverdire la faida (non penso nemmeno che sia il caso di farlo a questo punto) e non penso che il suo regno possa protrarsi oltre l’estate. Sono convinto che Cole sia l’uomo giusto per spodestarlo in tempi medio/brevi, magari in un match a piu´uomini, e sono convinto che l’apporto che Gargano potrá fornire al Main Roster sará altrettanto grandioso, Vince permettendo.

 

  1. Ricochet: One and Only, mai appellativo fu coniato in modo maggiormente calzante. Inimitabile non solo in quello che fa, ma soprattutto per come lo fa (la shooting star press è stata davvero perfetta) credo fortemente che la WWE possa aver messo, dopo anni ed anni, finalmente le mani sul legittimo erede del ruolo che fu occupato piu´di due lustri or sono da Rey Mysterio (non fu un caso il loro accoppiamento come maestro ed allievo in quel di Lucha Underground). Ricochet, senza fronzoli, è giá un main eventer pronto per vittorie importantissime in palcoscenici importanti, l’unica cosa di cui ha bisogno è la volontá della WWE di proporlo come tale sin da subito. Ricochet vs Rollins, Bryan, Styles, Orton, Cena, Owens, Reigns: tutti questi nomi potrebbero regalare vere e proprie perle di wrestling, ed ognuno dei sopracitati grandi nomi farebbe carte false per poter lottare assieme ad un performer che, onestamente, sarebbe capace di cavare un match decente anche da Bray Wyatt o da quella chiavica di Baron Corbin.

 

Wait, forse ho sparato una Dimaiata.

Danilo
Atarassico, eclettico, nuotatore tendenzialmente pigro, amante dei fagioli con le cipolle, delle serie tv, dei manga e delle botte di Natale. Lavora anche, ma solo nel tempo libero.