Carissimi lettori di Zona Wrestling ben tornati con un nuovo report di Impact Wrestling, l’ultima puntata prima dell’attesissimo Bound For Glory e l’ultima puntata che si tiene in Messico. Alla tastiera, Matteo Iadarola.

Il primo match della serata è un Fatal Four Way che coinvolge coloro che la scorsa settimana hanno cercato di impressionare Scarlett Bordeaux.

Match 1: Trevor Lee vs. Jack Evans vs. Puma King vs. Petey Williams (3 / 5)

La parte iniziale del match contiene sequenze tipiche di un match della X-Division e poi passiamo a Williams che si confronta prima con Puma e poi con Lee. Williams prova a chiudere con la Canadian Destroyer, ma Lee riesce a evitare; però poi viene imprigionato nella Sharpshooter e interviene Evans. Crossbody dalla terza corda di Puma su Lee e poi volo su Evans che si trova fuori dal ring. Rientra e Springboard Codebreaker su Lee. Schienamento, due. Ora è il turno di Evans che connette con un Dropkick su Puma e un Crossbody su Lee. Puma sale sulla seconda corda, ma viene steso da un Acrobatic Handspring Kick di Evans. Lee mette fuori dai giochi Evans, ma poi subisce il Canadian Destroyer di Williams.

Winner: Petey Williams

Nel corso della puntata avremo il summit finale tra il LAX e l’OGz.

Nel backstage McKenzie Mitchell intervista Rich Swann chiedendogli se abbia trovato per Bound for Glory il suo partner contro Matt Sydal ed Ethan Page. Swann dice che ha trovato un partner e a Bound for Glory potrebbero esplodere. Il suo partner è al suo stesso livello e ha il suo stesso talento e il suo stesso carisma. Sydal e Page avranno bisogno di qualcosa in più dello yoga a Bound for Glory. Swann fa mandare in onda un video e viene annunciato che il suo partner sarà WILLIE MACK.

Match 2: Grado vs. Maximo (2 / 5)

Maximo è un wrestler messicano con degli atteggiamenti effeminati e indossa una canotta con su scritto “Baciami”. Il messicano cerca di baciare Grado, ma quest’ultimo rifiuta e tenta un Roll Up, solo due. Dopo una breve fase di controllo del match da parte dello scozzese, Maximo inizia a reagire e connette con una serie di Clothesline. Grado viene spedito fuori dal ring e Maximo prende la rincorsa e connette con un Flying Headbutt. Torniamo sul ring dove Maximo riesce finalmente a baciare Grado e poi vince il match grazie a un Roll Up.

Winner: Maximo

Dopo il match stretta di mano tra i due, ma poi Grado decide di baciare Maximo!

Eddie Edwards sta parlando nel backstage con la sua kendo stick, mentre Johnny Impact e Fallah Bahh cercano di richiamare la sua attenzione. Finalmente Edwards si volta verso la telecamera e dice di essere furioso con Quinn (il vero nome di Moose) per aver coinvolto sua moglie in questa rivalità.

Eli Drake viene intervistato nel backstage e dice che La Parka avrebbe dovuto essere stato squalificato la scorsa settimana e lui non ha perso. Ha falciato tutta la concorrenza e sarà a Bound for Glory per una open challenge per chiunque provenga da New York.

E’ il momento di scoprire chi è l’anello debole della Desi Hit Squad. Per alzare la posta in palio, Gama Singh annuncia prima del match che lo sconfitto non farà più parte della stable.

Match 3: Gursinder Singh vs. Rohit Raju (2 / 5)

Gama distrae entrambi e Gursinder ne approfitta per prendere il controllo della situazione e connettere più tardi con un Flying Knee. Rohit reagisce con un Jumping Foot Stomp. Schienamento, solo due. Front-Face Slam e ritenta lo schienamento, ma ancora due. Gursinder si riprende e connette con un Hacker Slam. Rohit sembra essersi infortunato alla spalla e Gursinder decide di fermarsi, nonostante Gama lo inviti a terminare Rohit. Ma Rohit si rialza e connette con un High Knee, seguito da un Flatliner, vincendo così il match.

Winner: Rohit Raju

Dopo il match Rohit Raju sembra rimpiangere le sue azioni, ma viene schiaffeggiato da Gama Singh. Gama scorta immediatamente Rohit nel backstage e lascia da solo sul ring Gursinder Singh.

Match 4: Johnny Impact, Fallah Bahh & Eddie Edwards vs. Austin Aries, Killer Kross & Moose (3,5 / 5)

Il match viene iniziato da Kross e Impact dove il primo ha la meglio fisicamente sul secondo. Per pareggiare i conti su quel piano, Impact dà il tag a Bahh. Serie di Forearm da parte di Bahh, ma poi viene steso da una Clothesline in corsa. Tag per Moose, mentre dall’altro lato tag per Edwards. Edwards è bello carico e connette con delle chop, uno Snap Suplex e un Hurricanrana dalla terza corda. Aries distrae Edwards e Moose lo spedisce fuori dal ring dove viene attaccato dal World Champion. Edwards reagisce e riesce a dare il tag a Bahh che connette con una serie di colpi su Aries vendicando così il suo amico KM. Bahh sale sulla terza corda, ma subisce un calcio dall’apron da parte di Moose. Torniamo dal break pubblicitario e vediamo che Bahh è ancora in difficoltà. Bahh reagisce e dà il tag a Impact che inizia a scambiarsi colpi con Aries, un assaggio di quello che vedremo questa domenica. Impact ha la meglio dallo scambio e connette con uno Sliding Knee, seguito da uno Sliding German dalla seconda corda. Tenta il Countdown to Impact dalla terza corda, ma Aries evita e lo imprigiona nella Last Chancery; Impact però è in grado di raggiungere le corde e poi connette con una serie di Superkick. Interviene Moose che tenta la sua Go To Hell, ma Impact la ribalta in un Hurricanrana. Però poi viene steso da una Roaring Clothesline. Eddie fa finire Moose fuori dal ring e viene sollevato da Kross che però viene steso da un Superkick di Bahh. Edwards prende la rincorsa e connette con un Suicide Dive su Moose. Ora è Bahh a tentare un volo dalla terza corda, ma viene buttato giù e spedito fuori dal ring con un Roaring Elbow da parte di Aries. Aries prende la rincorsa per il suo Heat Seeking Missile, ma viene steso dall’Impact Kick. Impact posiziona Aries e Starship Pain a segno. Tenta lo schienamento, ma Kross lo tira fuori dal ring e connette con un Doomsday Saito Slam. E intanto Moose connette su Edwards una Powerbomb sull’apron. Impact viene trascinato all’interno del ring e Aries termina il match col Brainbuster.

Winners: Austin Aries, Killer Kross & Moose

Viene riepilogata la card di Bound for Glory e viene annunciato un nuovo match: Allie vs. Su Yung.

Andiamo in una stanza dove Father James Mitchell sta suonando l’organo e viene interrotto da Allie. Mitchell le chiede se l’oscurità l’abbia consumata ancora e Allie dice che doveva tornare nel regno dei non morti. Mitchell le chiede se voglia riprendersi la sua anima, ma Allie dice che capisce l’accordo che ha fatto. Mitchell dice che Allie, in cambio dell’uscita dal regno dei non morti, ha lasciato la sua anima lì. Allie prega  il suo aiuto perché aveva bisogno di Kiera Hogan. Mitchell chiede se sia disposta a fare tutto il necessario per salvare Kiera.  Mitchell le dice di incontrarlo domenica sera, dove lui dovrebbe aprire la bara e Allie dovrebbe essere in grado di raggiungere il regno dei non morti, ma non promette che sarà in grado di salvare Kiera Hogan.

Viene annunciata quindi questa piccola variazione nella card di Bound for Glory: niente Allie vs. Su Yung, ma la canadese andrà nel regno dei non morti.

Match 5: Keyra vs. Tessa Blanchard (2,5 / 5)

La lottatrice mascherata parte subito col botto e connette con un Hurricanrana, un Michinoku Driver e Moonsault dalla seconda corda. Schienamento, due. Tessa si rifugia fuori dal ring, ma Keyra la segue e la colpisce con un Superkick. Tenta un volo dall’apron, ma Tessa la prende al volo e la schianta contro il paletto. Si ritorna sul ring dove Keyra si libera da una presa di sottomissione e connette con una Clothesline e un Running Dropkick all’angolo. Schienamento, solo due. Tessa è in pericolo, ma incredibilmente riesce a ribaltare la situazione con un Flatliner dalla seconda corda e il classico Buzzsaw DDT.

Winner: Tessa Blanchard

E’ il momento del summit finale tra il LAX e l’OGz prima del Concrete Jungle Deathmatch che si terrà a Bound for Glory. King dice che mancano solo pochi giorni prima che metta fine alla leggenda di Konnan. Ammette che Konnan lo ha messo in gioco, ma Konnan non lo avrebbe ripagato e non si sarebbe fatto da parte anche quando era vecchio e aveva perso terreno. Poi ha usufruito di Homicide e Hernandez e ora inganna Santana e Ortiz per aiutarlo. Non è colpa sua, Konnan è un vecchio cane che ha bisogno di essere sparato e messo fuori dalla sua miseria. E’ orgoglioso di averlo colpito perché non ha rimpianti; ha riportato il LAX originale e da allora lo mette in imbarazzo. Ha mostrato a tutti che Konnan deve andarsene e tra pochi giorni, nella sua città, distruggerà tutto ciò che Konnan ha costruito e tutto ciò per cui ha sempre lavorato. Ortiz non sarà in grado di crescere il suo nuovo bambino perché distruggerà il LAX e l’OGz vivrà per sempre. Konnan dice qualcosa in spagnolo, dove ottiene l’ovazione da parte del pubblico, e poi in inglese dice che deve dire solo una parola per fare in modo che questa folla si precipiti sul ring e prenda loro a calci nel sedere. Hanno avuto un 5150 Street Fight che l’OGz non ha mai perso, ma il LAX ha consegnato la loro prima sconfitta sotto il suo controllo. King è entrato nel suo clubhouse e non ha rispettato il posto, poi ha preso la maschera di Konnan e l’ha bruciata. Ogni volta che King fa un passo, Konnan ne fa due; quindi è sempre un passo indietro. Ha cresciuto King da quando era un ragazzino, era il padre che non aveva mai avuto, ha convalidato loro tre; quindi tutto ciò che King sta facendo viene visto dai capi. C’è un “G Code” in cui vivono tutti i loro predecessori e i capi vogliono che gli dia un messaggio personale: il coprifuoco cessa adesso. Konnan colpisce King e scatta una rissa tra i due team che però non ha una conclusione visto che la puntata termina qui.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
7
Matteo Iadarola
Personaggio che è entrato a far parte del mondo oscuro del wrestling web dal 2014. Autore della Top 10 dei match del mese e Botched presso Zona Wrestling. Quando non parla di wrestling è uno studente universitario disperato presso la facoltà di Economia Aziendale. Terrone DOC. #zafò Federazioni seguite: WWE; Impact Wrestling; Lucha Underground; NJPW. Attualmente ha abbandonato il mondo delle indy per motivi di tempo.