Raccontiamo oggi l’episodio di Impact del 22 marzo 2019, registrato circa un mese va a Las Vegas, Nevada.

Moose vs Trey 3 out of 5 stars (3 / 5)
Regolamento di conti tra i due, con un match abbastanza interessante vista la differenza enorme a livello di stazza tra i due. La psicologia del match vede Trey sfruttare al massimo la sua rapidità per mettere in difficoltà l’avversario, con Moose che è però implacabile quando riesce a portare il confronto sul campo della pura forza. Dopo una powerbomb sull’apron ring, Trey sembra al capolinea, con l’arbitro che effettua il fatidico conto da 10. Viene fermato da Moose stesso, che vuole prolungare l’agonia dell’avversario. Assistiamo ad una piccola ripresa da parte di Trey, ma quasi subito Moose riprende il controllo della situazione, schiantando l’avversario sui gradoni e malmenandolo in modi diversi. Cerca poi di schienarlo nel più umiliante dei modi, con il piede trionfante sul petto dell’avversario, ma Trey non ci sta ed interrompe il conto da 3. Poco dopo Trey prova il gioco di prestigio, rovesciando una powerbomb e effettuando enziguri, una reverse hurracanrana e uno stomp che però portano solo ad un conto da 2. Sarebbe stata un’impresa eroica. Impresa che rischia di ripetersi qualche minuto dopo, quando Trey effettua una serie di manovre aeree sull’avversario, provando lo schienamento dopo una frog splash. Niente da fare però. Il match si avvia alla conclusione quando Trey prova una code breaker su Moose, venendo respinto. Da quel momento è Moose che ha il controllo della situazione, schianta l’avversario sul paletto e poi gli rifila una poderosa spear che chiude la contesa. Bel match.
Vincitore: Moose

Siamo ora nel backstage dove vediamo gli oVe, con Sami Callihan che minaccia Swann, dicendo che ha svoltato le spalle alla sua famiglia e che questo gli costerà tutto, a partire dal titolo X-Division.

Ancora nel backstage, questa volta senza telecamere a circuito chiuso e glitch, vediamo Tessa Blanchard che è ancora scottata per l’intervento di Gail Kim della settimana prossima. Dice che non cerca vendetta, anzi, che i suoi avvocati faranno causa ad Impact per quello che è successo. Per evitare strascichi legali Tessa ha due condizioni: Gail Kim dovrà salire sul ring e scusarsi delle sue azioni, inoltre dovrà essere sollevata da qualsiasi incarico in seno allo show.

Fallah Bahh & KM vs Eli Drake & Eddie Edwards 2 out of 5 stars (2 / 5)
Drake ed Edwards sfruttano la classica tattica dei cambi frequenti e rapidi per tenere a bada KM. Quando dopo qualche minuto di agonia, Bahh riesce ad entratre nella contesa, mette in gioco tutta la sua fisicità, andando a rovesciare temporaneamente gli equilibri del match. Eli e Eddie però riescono alla lunga a mantenere il controllo sul match. L’esito finale del match arriva quando entra in gioco Kenny. Con un colpo alla Eddie Guerrero, Edwards sale sul ring con la sua Kendo Stick, venendo fermato dall’arbitro, passa allora il bastone al volo al suo partner (non visto dall’arbitro) che lo sfrutta per colpire KM in modo disonesto ma decisivo. A quel punto ad Edwards non rimane che schienare l’avversario, ormai stordito.
Vincitori: Eli Drake & Eddie Edwards

 

Vediamo un segmento dell’arrivo di Johnny Impact e Taya Valkyrie, ad inseguirli per uno scoop c’è Rolando Menendez che chiede il perché delle azioni del campione del mondo contro Brian Cage la scorsa settimana. La risposta di Johnny lascia tutti ancora sulle spine: “Vuoi saperlo? Compra un biglietto per stasera e lo scoprirai come tutti gli altri”.

Torniamo nel backstage dove abbiamo Willie Mack e Rich Swann su un divanetto. I due parlano di come gli oVe si sono comportati nelle ultime settimane. Mack assicura a Swann che la sua sfida con Callihan sarà uno contro uno perché ad occuparsi degli oVe ci penserà lui. Arriva quindi Ethan Page e dice a Willie Mach che più che agli oVe farebbe bene a pensare a lui stasera, ed al match che li vedrà opposti e che dopo verrà il turno di Swann.

Ace Austin vs Damian Hyde (s.v.)
Avversario locale per Ace Austin. L’asso di Impact mette in scena alcune manovre molto divertenti, evitando gli attacchi dell’avversario e controllando il match per tutto il tempo. Non certo una sfida incerta, ma comunque una prestazione di qualità da parte di Austin, in questo match vetrina. Fold e tutti a casa.
Vincitore: Ace Austin

Bel promo sulla sfida che vedrà contrapposto il campione X Division Rich Swann e Sami Callihan, che ci prepara alla sfida cui assisteremo tra due settimane.

E’ il momento del campione del mondo, che finalmente promette di spiegare le sue azioni contro Brian Cage: “Il motivo sono gli internet smart marks”. Dice Johnny, dicendo che è dal primo giorno da campione che ha difeso quel titolo più di ogni altro campione nella storia di Impact ma alla gente non interessa. Per i fan lui è solo il sangue, quando Cage è stato opposto a lui ad Homecoming, i fan hanno trovato un nuovo favorito, voltandogli le spalle. Brian è stupido, non capisce che la gente non tiene veramente a lui, gli volterà le spalle come ha fatto con lui. Poi chiede al pubblico: “Come pretendete che io sia fedele a voi, quando voi non siete fedeli a me? Vi ho tradito e mi è piaciuto”. Josh Matthews passa ad intervistare Taya, dice che Jordan è una ragazza molto talentuosa ma anche un po’ “corta” in certi aspetti. La campionessa delle Knockouts aggiunge che loro sono i campioni e loro dettano le regole, quindi sarà lei a decidere quando e dove la prossima sfidante avrà un’oportunità. A tal proposito Johnny Impact dice che darà una possibilità per il titolo a Cage, quindi spiega che un tempo gli importava davvero di quello che pensavano gli spettatori, oggi invece solo due cose importano per lui: il titolo e la moglie Taya. Quindi un’imponente slinguazzata tra i due.

Si chiude così la prima parte dello show, con un promo forse un po’ debole da parte dei coniugi “Wrestling”. Sicuramente carina l’idea di chiamare in causa gli smart marks, usando un linguaggio molto vicino ai fan del web, ma la formula dell’intervista e la partecipazione poco empatica del pubblico ha causato una riuscita solo parziale, con Taya che è andata un po’ meglio del marito, ma senza un messaggio altrettanto “forte” da veicolare. Peccato perché la faida è interessante e i due hanno dimostrato negli anni di saper fare molto meglio di così.

Il luciferino James Mitchell e Rosemary sono in qualche stanza oscura e stanno parlando tra loro della “dark war”. Mitchell dice che Rosemary ha perso la guerra anche se ha vinto una battaglia. Rosmary vuole sapere dove si trova l’anima di Allie e Mitchell dice che dovrebbe parlare con “lui” se vuole risolvere il problema. Rosemary dice che non ha problemi a parlare con questo “lui”, anche se questo dovesse significare andare nel mondo dei morti per farlo, quindi sparisce in un glitch.

Ethan Page vs Willie Mack 3 out of 5 stars (3 / 5)
Page attacca Mack alle spalle mentre si toglie la maglietta per cominciare il match, questo gli dona un immediato vantaggio sull’avversario. Mack riesce a riprendere in mano al situazione poco dopo, con un samoan drop ed uno standing moonsault di pregevole fattura. A quel punto Ethan Page scappa dalla contesa per riprendere fiato, andandosi a rifugiare fuori dal ring. La strategia sembra funzionare perché quando lo avversario lo raggiunge a bordo ring, lui riesce ad atterrarlo. Il match prosegue su questa strada, con un Willie Mack fisicamente e tecnicamente superiore, che però viene in qualche modo messo in difficoltà dalle accorte strategie di Page. Come l’Atletico Madrid di Simeone contro la Juve, anche All Ego deve capitolare di fronte alla maggiore qualità di Willie Mack e alla lunga si becca una cannonball sul paletto e una big time ddt. Entrambe le mosse portano ad un tentativo di schienamento che non basta a chiudere la contesa. L’ineluttabile finale arriva quando Willie Mack evita un calcio dell’avversario e lo stordisce con la sua proverbiale Stunner.
Vincitore: Willie Mack

Vediamo nel backstage l’irriducibile Menendez che cerca ancora di intervistare Johnny e Taya, con la simpatica Taya che lo manda via dicendo che puzza. Arriva Killer Kross che bisbiglia qualcosa al campione del mondo. Non sentiamo cosa ma Johnny va via soddisfatto dicendo “questa giornata va sempre meglio”.

Vediamo un riassunto di quanto accaduto nelle scorse settimane tra Scarlett Bordeaux e Glenn Gillbertti alias Disco Inferno. Poco dopo siamo in un bar dopo con Gilbertti interrotto da Menendez che gli dice se si sente pronto ad affrontare Scarlett, visto che lei sembra aver preso il suo allenamento molto sul serio. Lui dice che questa storia della women’s revolution è ridicola e che una donna non puo essere “the man” e che lo insegnerà la settimana prossima a Scarlett.

Siamo fuori dall’ufficio della dirigenza di Impact e proprio in quel momento si conclude l’incontro con Gail Kim. L’atleta canadese spiega che la dirigenza ha preso molto sul serio le minacce legali di Tessa Blanchard e che non avrà scelta se non dare seguito alle sue richieste. “Farai davvero quello che chiede?” le domanda l’intervistatrice, e Gail risponde “Farò quello che è necessario fare”, lasciando la porta aperta a possibili colpi di scena.
Intanto le due vengono interrotte da una rissa nel backstage: sono LAX e Lucha Bros che se le danno in modo randomico finchè non arrivano dei colleghi a dividerli.

Subito dopo vediamo un’altra scena dietro le quinte, con Willie Mack che torna nel suo camerino dopo la vittoria contro Ethan Page. Dietro di lui si intrufolano nella stessa stanza anche Jake e Dave Crist che chiudono la porta a chiave. Sebbene non si veda cosa accada, è chiaro che i due vogliono aggredire Mack. Un piano non perfettamente riuscito se è vero che la prima persona che vediamo uscire dalla stanza, con una sedia d’acciaio in mano, è proprio Willie Mack ,che chiude i due membri degli Ohio Versus Everything nella stanza. Che fiasco per i due compari di Callihan!

X-Division Championship Match: Sami Callihan vs Rich Swann (C) 4 out of 5 stars (4 / 5)
Arriviamo all’atteso main event della serata, con il titolo X Division in palio. Il match è piuttosto lungo, come si addice all’incontro principale della card. Si tratta di una contesa molto combattuta, in cui per grandi tratti è Callihan a comandare, seppure anche Swann abbia avuto una parte centrale del match a suo vantaggio. Tra gli highlight del match citiamo l’exploder suplex di Callihan su Swann, quindi la standing hurricanrana di Swann. L’epilogo del match è inaspettato ma pulito, con Swann che manca completamente la Phoenix Splash dal paletto e che sembra ormai spacciato quando Callihan lo prende sotto le gambe e si prepara all’assalto decisivo. Un assalto che non si concretizza mai perché Swann rovescia l’attacco e lo trasforma in un roll up. Conto da 3 e Swann ancora campione.
Vincitore e ancora campione X-Division: Rich Swann

Dopo il match Callihan non ci sta e colpisce Swann con il titolo. Va poi a cercare una sedia da sotto il ring per meglio punire il campione ma questa attesa gli è decisiva perché Swann riesce a far sua l’arma contudente. A salvare Callihan arriva un uomo mascherato che si rivela essere Madman Fulton, nuovo membro degli oVe. A cercare di salvare la situazione arriva anche Willie Mack, che viene però messo ko da Fulton.
Impact finisce così, con Callihan che colpisce Swann con la mazza da baseball mentre questi viene trattenuto da Swann. Il titolo rimane a Swann ma sono gli oVe a ridere per ultimi.

 

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità Lottato
7,5
Qualità Promo
6
Evoluzione Storylines
8
Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.